Carrello 0
RISPARMIO ENERGETICO

Fotovoltaico, Puglia propone restrizioni per impianti a terra e in area agricola

di Paola Mammarella
Commenti 22711

Assosolare preoccupata dai divieti predisposti per la compatibilità ambientale

Vedi Aggiornamento del 02/12/2010
Commenti 22711
10/12/2009 – Dopo un notevole sviluppo è a rischio il fotovoltaico della Puglia. Con la Delibera di Giunta 1947/2009 , approvata il 20 ottobre scorso e pubblicata sul Bollettino Ufficiale 174 del 4 novembre, sono stati introdotti divieti che potrebbero ostacolare la diffusione delle energie rinnovabili.
 
Restrizioni : Sotto accusa il divieto di localizzazione degli impianti fotovoltaici in aree agricole e il divieto di fotovoltaico a terra, approvati contestualmente allo schema di Pptr, Piano paesaggistico territoriale regionale, che introduce linee guida per la progettazione e lo stanziamento degli impianti energetici alimentati da fonti rinnovabili.
 
Tra gli indirizzi e gli obiettivi operativi illustrati dalle linee guida emerge infatti la volontà di concentrare i nuovi impianti fotovoltaici nelle aree produttive pianificate e nelle cave anziché nelle zone agricole, vietando in particolare la messa a terra.
 
Incentivata quindi la copertura per autoconsumo di serre agricole, facciate di edifici, pensiline e strutture per la protezione di parcheggi, aree di sosta e zone pedonali. Soluzioni che non comportano il consumo di suolo e si integrano con la vocazione agricola di determinate aree regionali.
 
I nuovi orientamenti mirano infatti a promuovere distretti energetici compatibili con il territorio e il paesaggio. L’energia diventa quindi centrale nel processo di riqualificazione di città, aree produttive, periferie e campagna urbanizzata, creando una sinergia tra crescita del settore energetico, valorizzazione del paesaggi e salvaguardia dei suoi caratteri identitari.
 
Preoccupata da questa nuova impostazione Assosolare, associazione nazionale dell’industria solare e fotovoltaica, per la quale i divieti introdotti potrebbero danneggiare un settore che ha registrato una crescita superiore alla media.
 
Il presidente Gianni Chianetta ha infatti inviato una lettera al Governatore Nichi Vendola sottolineando come il settore del fotovoltaico abbia generato occupazione e investimenti, diffondendo sul territorio anche il know-how per varie realtà professionali, come società di ingegneria, progettazione, installazione e manutenzione degli impianti.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Alex

Dopo che la speculazione (perchè anche i grandi impianti solari non sono altro che speculazione a vantaggio di pochi) avrà distrutto tutto il terreno utili all'agricoltura, mangeremo energia elettrica????? Si curi il male (commercio) che rende infruttifero coltivare la terra, e quei coltivatori che sfruttano i poveri, rendendoli schiavi) questo si deve fare. Certa bestialità si vede soltanto in Italia.