Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
APE, asseverazioni e calcolo dei requisiti: gli step per ottenere il superbonus 110%
NORMATIVA APE, asseverazioni e calcolo dei requisiti: gli step per ottenere il superbonus 110%
RISULTATI

Una ‘trasparenza accogliente’ per la Corte di Giustizia di Frederiksberg

di Rossella Calabrese

Vince il concorso 3XN

Commenti 3617
07/12/2009 – Il team danese 3XN (Arhus) ha vinto il concorso di progettazione per l’ampliamento della Corte di Giustizia di Frederiksberg (Danimarca), superando noti studi di architettura quali Kjær & Richter, Arkitema, Dissing&Weitling e Henning Larsen.

Nella proposta vincitrice il nuovo volume appare come una struttura scultorea e rigorosa, conforme alla sobrietà richiesta da un edificio a carattere pubblico-giudiziario.

Naturale estensione del palazzo neo-classico in cui oggi ha sede la Corte, la nuova struttura "sviluppa chiari riferimenti allo stile architettonico degli eleganti quartieri di Frederiksberg. La forma dell'edificio è al contempo classica e dinamica e su di essa si inserisce una moderna interpretazione del tradizionale tetto a due falde”, spiegano da 3XN.

Gli interni della nuova Corte di Giustizia sono stati progettati in conformità alle prescrizioni previste nella riforma nazionale del diritto in materia di sicurezza e stazionamento all’interno dell'edificio. Pertanto quest’ultimo è caratterizzato da una “trasparenza accogliente” ed offre a dipendenti, imputati, testimoni e ospiti un ambiente aperto e amichevole, in cui è facile orientarsi e muoversi. Un piccolo atrio attraversa il centro della struttura portando la luce naturale nel cuore del palazzo e creando una connessione aperta e ariosa tra tutti i dipartimenti del tribunale. Questa soluzione conferisce una leggerezza complessiva al nucleo interno del volume, immediatamente raggiungibile una volta superato il foyer. 

I lavori di realizzazione dell’opera dovrebbero terminare nel 2012.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui