Carrello 0
AZIENDE

A BTicino il primo Marchio di Qualità DfA

Design for All Italia premia l’interfaccia del videocitofono Polyx Video

22/01/2010 – Alla Triennale di Milano si è svolta la cerimonia di consegna dei primi marchi DfA attribuiti da Design for All Italia .
 
La commissione per l’assegnazione del Marchio Design for All , composta da
 
Massimo Arlechino - Presidente Fondazione Valore Italia;
Arturo Dell'Acqua Bellavitis - Presidente Triennale Design Museum;
Marino Melissaro - Vicepresidente di Altroconsumo;
Rodrigo Rodriguez - membro del Collegio dei Probiviri di Confindustria

ha riconosciuto che l’interfaccia di Polyx Video , posto interno video citofonico prodotta da BTicino , vanta tutti i requisiti fondamentali, e possiede accorgimenti che la collocano fra i prodotti virtuosi in ottica DfA .
 
In particolare:
·            la percezione dei comandi è multisensoriale (vista, tatto, udito)
·            l’interfaccia si presenta fortemente gerarchizzata
·            il progetto dell’interfaccia grafica ha fatto si che l’esigenza di avere gerarchie di più livelli di impatto visivo, rappresentasse l’occasione per una trasformazione di qualità del prodotto
·            si è adottata l’innovativa tecnologia Tele-loop per facilitare gli ipoudenti muniti di apparecchio acustico.

La Commissione ha pertanto ritenuto che l’interfaccia del posto interno video Polyx Video di BTicino possa avvalersi del Marchio di Qualtà Start concesso da Design for All Italia.

Un riconoscimento che conferma, anche formalmente, il chiaro indirizzo intrapreso da BTicino, in molti anni di ricerca e investimenti, orientato a una progettazione che tenga conto delle aspettative di un’utenza ampia e che ne valorizzi la grande diversità.



Polyx video
Design Interfaccia: Avril Accolla
Design Case: Industrial Design BTicino
Produzione: BTicino Spa

Polyx Video BTicino: il Design for All applicato alla videocifonia

Design for All significa progettare per l’inclusione sociale e l’uguaglianza: il Design per Tutti. Un progetto Design for All prevede quindi soluzioni che soddisfino i bisogni di una collettività allargata e diversificata per abilità ed aspirazioni, di facile e piacevole utilizzo per tutti: per chi porta gli occhiali, per lo straniero, per l’anziano, per il non vedente e per il non udente, etc.

Un prodotto progettato secondo i criteri Design for All, non è destinato a una singola diversa abilità, ma tiene conto dei canoni di impiego, di funzionalità ed estetica comuni, scegliendo quelli che consentono l’utilizzo ad un pubblico ampio e diversificato. Oltre agli aspetti funzionali quindi, tiene conto dei valori estetico formali universali: un prodotto deve essere anche “bello”, perchè il bello è un’esigenza umana.

L’applicazione del Design for All si presta particolarmente ai prodotti del settore elettrico che devono essere utilizzati da una fascia di utilizzatori vasta e variegata.
L’accessibilità agli edifici è uno dei primi requisiti per assicurare l’autonomia e la partecipazione della collettività e migliorare la qualità della vita in generale. Come tale deve essere garantita ad un pubblico ampio, diversificato per abilità cognitive, fisiche e motorie.

I sistemi videocitofonici rappresentano uno dei primi punti di accesso agli edifici: per questo BTicino ha scelto di adeguare progressivamente la progettazione dei prodotti di videocitofonia ai principi del Design for All.

In questo contesto, Polyx Video è uno dei primi dispositivi che inaugurano questo nuovo approccio progettuale.

Polyx Video è un posto interno vivavoce che oltre alle funzioni videocitofoniche di base rende disponibili, mediante tasti programmabili, funzioni videocitofoniche evolute (attivazione posti esterni secondari, intercomunicante) e l’attivazione di scenari domotici BTicino.

La molteplicità delle funzioni è stata razionalizzata inserendo un’interfaccia utente con una forte gerarchia comunicativa: la visualizzazione e l’accesso alle funzioni principali e di maggiore utilizzo sono rese particolarmente evidenti e di facile interazione.

Questo è stato ottenuto applicando all’interfaccia dell’apparecchio una disposizione gerarchica delle funzioni (in basso quelle principali, in alto quelle secondarie), e utilizzando tasti funzione con dimensioni e colori che rendono maggiormente evidenti quelli di impiego principale.

L’interazione dell’utilizzatore con il dispositivo è multisensoriale affinchè una fascia di popolazione più ampia possa trovare i mezzi compatibili con le proprie abilità.
Per questo Polyx Video è arricchito da indicazioni di stato luminose (spie o LED) mentre tutte le interazioni sono segnalate acusticamente (attivazioni/disattivazioni funzioni, pressione dei tasti funzione).

La disposizione e la simbologia presente sui tasti è stata studiata con il supporto di esperti in Design for All per essere facilmente identificabile e riconoscibile. La grafica impiega simbologie univoche e il più possibile universali. A livello cognitivo la grafica di ogni simbolo è stata studiata in modo da essere facilmente e univocamente identificabile. A livello visivo, la sua dimensione è facilmente riconoscibile anche da persone deboli di vista. A livello tattile ad ogni simbolo è associato un ulteriore simbolo in rilievo con dimensione, forma e spessore tale da essere facilmente percepito e riconosciuto da persone non vedenti.

Per allargare ulterirormente la platea dei possibili utilizzatori, Polyx Video è dotato anche di modulo che consente l’ascolto ai portatori di protesi acustiche.


BTICINO su Edilportale.com


BTicino e il Design for All
BTicino da alcuni anni è impegnata in una ricerca, culturale e progettuale, orientata al Design for All, tema intorno al quale è sempre più impegnata per progettare in modo da includere, in un solo progetto, un’utenza allargata, valorizzandone la diversità.
Prodotti e sistemi nel corso degli anni hanno dato occasione a BTicino di confrontarsi con le tematiche di usabilità, flessibilità estetica e funzionale.
Un’attenta valutazione delle diverse esigenze e necessità degli utenti, dai bambini agli anziani fino ai disabili, è stata inoltre la premessa per lo sviluppo di alcuni eccellenti progetti domotici mirati a specifici utenti. Dopo le positive esperienze di prodotti, sistemi e servizi realizzati per un’utenza specifica, Bticino varca una nuova frontiera: il Desing for All. Per prima nel suo settore industriale, nel 2002, l’azienda adotta questo nuovo modello progettuale, impegnandosi a creare prodotti e soluzioni che siano di facile, comodo e gradevole utilizzo per tutti.
Un impegno che coinvolge l’azienda ad ogni livello e che ha già portato a risultati concreti, come diversi concept di ricerca, progetti passati in produzione e nuovi ambiti di ricerca per il futuro, che l’attribuzione del marchio DfA conferma anche formalmente.

BTicino , capofila del Gruppo Legrand in Italia, presente nel nostro Paese con una struttura organizzativa che comprende 9 insediamenti produttivi e circa 3.000 dipendenti, opera sul mercato italiano con le offerte dei marchi principali BTicino, Legrand, Zucchini e Cablofil. BTicino inoltre, con la presenza in oltre 60 Paesi di tutti i continenti, si colloca tra i leader mondiali sul mercato delle apparecchiature elettriche in bassa tensione per installazioni in ambito civile, industriale e terziario, testimoniando il valore del nostro Paese in termini di qualità, tecnologia d’avanguardia e cultura progettuale.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati