Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Sblocca Cantieri, ecco il secondo elenco di 44 opere prioritarie da 13 miliardi
LAVORI PUBBLICI Sblocca Cantieri, ecco il secondo elenco di 44 opere prioritarie da 13 miliardi
AZIENDE

La cura della persona da oggi passa per Zintek

Il nuovo Ospedale dell’Auxologico di Milano sotto la protezione del laminato in zinco-titanio

Commenti 2081
21/01/2010 - È finalmente operativo il nuovo ospedale di San Luca, sede milanese dell’Istituto Auxologico Italiano, che con i suoi 160 posti letto, le sale visita e gli ambulatori sarà un sicuro punto di riferimento per la cura alla persona.
 
Concepito per “servire e proteggere”, come molti dei dipartimenti di polizia statunitensi, l’ospedale dell’Auxologico si propone come luogo sicuro, capace di accogliere il paziente mantenendo all’esterno le aggressioni di rumori e frenesia: per questo la facciata principale, che guarda a piazzale Brescia, richiama l’immagine di uno scudo, al quale il rivestimento in zinco-titanio zintek® aggiunge la suggestione del colore grigio prepatinato e la consistenza metallica.
 
Perché l’intera struttura non risultasse troppo massiccia e incombente rispetto all’ambiente circostante, l’architetto Tobia Marcotti ha lavorato molto sulle geometrie, ruotando il volume dell’edificio sul suo basamento di pietra, e usando piani inclinati e sfalsati per creare un effetto di movimento che regala all’insieme una leggerezza altrimenti impossibile. Anche in questo gioca un ruolo fondamentale lo zintek®, che grazie alla tecnica della posa con doppia aggraffatura aumenta l’effetto di torsione, amplificando la percezione del movimento.
 
L’ospedale si compone di otto piani più la hall per l’accoglienza pazienti: il primo e il secondo per ambulatori e sale riunioni, il terzo per tutti i macchinari necessari al funzionamento degli impianti, i piani quattro, cinque, sei e sette per la degenza, e l’ottavo per gli uffici amministrativi.
 
Tutti gli interni condividono la stessa cura per i particolari, dai materiali, naturali dove possibile, e altrove comunque ispirati a elementi della natura (come i pavimenti delle zone di degenza, che richiamano i colori della sabbia e del mare), all’uso della luce. Questa è lasciata filtrare da ampie finestre nelle stanze per i pazienti, che mantengono così il contatto con l’esterno, mentre viene confinata a piccole aperture negli ambulatori, per non distrarre chi viene visitato.
 
All’ultimo piano, poi, la luce è lasciata fluire liberamente da fori praticati nella pensilina di aggetto della copertura in zintek®. Qui il contatto con l’esterno è massimo, tanto che dalla sala riunioni si può godere di una vista su gran parte della città, ma la protezione non viene comunque meno: lo zintek® infatti crea una grande ala che difende dal sole eccessivo, e allo stesso tempo partecipa ai giochi volumetrici che danno alla copertura una forma originale.
 
Attenzione alla persona in ogni contesto, quindi, alla sua sicurezza e al suo benessere: su questi punti fermi l’ospedale San Paolo si offre già come presenza viva e vitale nella realtà milanese.
 
Tutte le informazioni sulle caratteristiche tecniche di zintek® e su Zintek slr, società che lo commercializza, si possono trovare all’indirizzo www.zintek.it; nella sezione “monografie” è inoltre disponibile per il download la brochure estesa dedicata al progetto dell’ospedale auxologico, con immagini e approfondimenti.


ZINTEK - SIMAR su Edilportale.com

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui