Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

Ance: occorre accelerare le opere medio-piccole

di Rossella Calabrese

Gli interventi infrastrutturali finanziati dal Cipe sono solo il 44% del totale approvato dal Governo

Vedi Aggiornamento del 28/12/2010
21/01/2010 - Dei quattro programmi di interventi infrastrutturali di media e piccola dimensione, approvati dal Governo a giugno 2009 nell’ambito del “Piano delle infrastrutture prioritarie”, soltanto il 44% risulta confermato dal Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica (CIPE). È quanto emerge dai dati elaborati dal Centro Studi dell’Ance (Associazione Nazionale Costruttori Edili).

I programmi approvati a giugno 2009 - spiegano i costruttori - sono relativi a:

opere medio-piccole , per un importo pari a 825 milioni di euro;
- interventi di ricostruzione in Abruzzo (emergenza terremoto), per un importo pari a 408,5 milioni di euro;
- interventi di edilizia carceraria , per un importo pari a 200 milioni di euro;
- interventi di edilizia scolastica , per un importo pari a 1.000 milioni di euro.

I suddetti programmi hanno un importo complessivo pari a 2.433,5 milioni di euro. Il Cipe ha finora autorizzato interventi per 1.080 milioni di euro, pari al 44% del totale. La conferma dei finanziamenti agli interventi di media e piccola dimensione procede tra l’altro ad un ritmo inferiore a quello della conferma dei finanziamenti per le altre opere del Piano governativo (59% dei finanziamenti confermati).
 
Questo ritardo – secondo l’Ance – rischia di limitare gli effetti anticiclici di questi investimenti che sono maggiormente in grado di dare un sostegno immediato al settore delle costruzioni e al mercato delle opere pubbliche, per il quale l’Ance stima un ulteriore calo del 3,9% nel 2010 dopo il calo dell’8,1% registrato nel 2009. L’Associazione auspica quindi che le decisioni dell’inizio dell’anno 2010 permettano di accelerare l’avvio degli interventi decisi dal Cipe, in particolare quelli delle opere medio-piccole, al fine di sostenere l’attività delle imprese di costruzioni, ed evitare la perdita di numerosi posti di lavoro.
 
Per quanto riguarda le somme già confermate e gli interventi già individuati nell’ambito dei quattro programmi, per un importo pari a circa 1.080 milioni di euro, l’Ance prevede un’attivazione dei finanziamenti nei primi mesi del 2010. È il caso, in particolare, del Piano di edilizia carceraria che permette di completare il finanziamento di interventi già avviati ma anche, ad esempio, del Piano di opere medio-piccole di competenza dei Provveditorati alle opere pubbliche del Mezzogiorno , per il quale i Provveditorati hanno avuto l’autorizzazione ad avviare la prima parte, finanziata per 413 milioni di euro con delibera Cipe del 6 novembre 2009.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati