Carrello 0
NORMATIVA

Umbria, ok della Giunta alla legge sulla qualità architettonica

Commenti 5639

Concorso di progettazione obbligatorio per le opere di particolare impatto

Vedi Aggiornamento del 27/08/2013
Commenti 5639
20/01/2010 - Qualità architettonica come carattere indentitario e culturale dell’Umbria e del suo territorio, ma anche come strumento utile a migliorare la qualità della vita dei cittadini.
 
Il disegno di legge sulla promozione della qualità nella progettazione architettonica, approvato dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore ai centri storici Silvano Rometti, fa proprio della qualità dell’architettura e dell’estetica delle costruzioni, nuove e da ristrutturare, un elemento armonico di ricomposizione e valorizzazione del paesaggio e di riqualificazione urbana e rurale.
 
“L’idea - afferma Rometti - è di allineare la progettazione regionale agli standard qualitativi europei, di sensibilizzare progettisti, committenti ed utenti alla difesa dei valori che caratterizzano il nostro territorio e di diffondere una sensibilità e conoscenza di buone pratiche tra i diversi soggetti coinvolti. Il miglioramento dei progetti e dell’architettura è tuttavia legato alla possibilità di stimolare un sistematico confronto e competizione tra scelte e idee progettuali diverse - ha aggiunto l’assessore - per questo abbiamo pensato di aprire il mercato della progettazione soprattutto ai professionisti più giovani attraverso procedimenti concorsuali.
 
Promuovere e valorizzare il ricco patrimonio storico, paesaggistico e culturale dell’Umbria non è certamente cosa facile, ma la nostra convinzione è che una architettura di qualità può certamente concorrere – ha concluso Rometti - a promuovere la coesione sociale, ad alimentare un turismo culturale e a sostenere le attività economiche esistenti”.
 
La legge, senza modificare quanto previsto in materia dal Codice degli appalti, indica un uso sistematico delle procedure per i concorsi di progettazione e di idee, collegandone l’impiego a tutte le situazioni di particolare rilevanza per la loro incidenza urbanistica, sull’assetto territoriale o sul paesaggio. Per le opere ritenute di particolare impatto, incluse in un elenco stilato dalla Giunta regionale in collaborazione con gli enti locali, il disegno di legge rende obbligatorio il ricorso al concorso di progettazione. Inoltre la normativa individua per la Regione una specifica procedura di concorso, il concorso a tema, da adottare per le problematiche di progettazione riconosciute come tipiche o caratteristiche del territorio regionale.
 
Al fine di diffondere la cultura e la sensibilità per l’architettura di qualità, è previsto un premio regionale di progettazione per architetture che abbiano contribuito al miglioramento della qualità della vita degli abitanti, l’istituzione di borse di studio per giovani laureati delle università umbre, la realizzazione di un Rapporto annuale di promozione della qualità nella progettazione architettonica, urbanistica e paesaggistica fino all’attestazione di bene culturale per architetture contemporanee di particolare valore.
 
 
Fonte: Regione Umbria 

Foto: Palazzo Grossi - Nuova sede del Centro Servizi Tecnici del Comune di Perugia, ristrutturato su progetto architettonico dello studio HOF con Massimo Boco. Foto Pietro Savorelli (Firenze)
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa