Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, non passano la proroga al 2023 e l’estensione a professionisti e imprese
NORMATIVA Superbonus, non passano la proroga al 2023 e l’estensione a professionisti e imprese
RISPARMIO ENERGETICO

Certificazione energetica edifici: dal CTI un caso studio delle UNI 11300

di Rossella Calabrese

Esempio applicativo per verificare la conformità dei software esistenti o dei propri metodi di calcolo

Vedi Aggiornamento del 27/04/2011
Commenti 22064
13/01/2010 - Il CTI - Comitato Termotecnico Italiano ha messo a disposizione nella Sezione Shop del proprio sito , il primo esempio applicativo delle Norme UNI 11300 Parti 1 e 2, per la certificazione energetica degli edifici.
 
Lo studio di caso proposto (una palazzina di 6 appartamenti)  consente agli utenti di verificare la conformità alle norme UNI 11300 dei software esistenti o dei propri metodi di calcolo, limitatamente ai fabbisogni invernali; il calcolo dei fabbisogni estivi, secondo il Dpr 59/2009 , e le Linee Guida Nazionali per la certificazione energetica ( DM 26 giugno 2009 ), sarà considerato in un successivo documento.
 
Il documento, ceduto in licenza d’uso, è suddiviso in cinque sezioni: nella prima vengono forniti i dati generali dell’edificio e i parametri gestionali richiesti dalla UNI TS 11300:2008. Nella seconda sezione sono descritti tutti gli elementi strutturali che poi saranno utilizzati nel progetto, ovvero componenti trasparenti, componenti opachi verticali e orizzontali e ponti termici. Nella terza sono presentate le zone termiche, climatizzate e non climatizzate, nelle quali è stato suddiviso l’edificio. Terminata la descrizione dell’edificio, nella quarta sezione sono fornite le informazioni relative agli impianti di riscaldamento e di generazione dell’acqua calda sanitaria. Nella quinta e ultima sezione vengono quindi presentati i risultati di calcolo conformi alla UNI TS 11300:2008 Parti 1 e 2 relativi all’edificio campione.
 
Il documento è accompagnato da un archivio di file in formato ZIP, disponibile gratuitamente, contenente i disegni DWG (piante, prospetti e sezioni), dai quali è possibile ottenere tutte le informazioni di carattere geometrico eventualmente necessarie per l’imputazione dei dati. Nel tempo seguiranno ulteriori esempi applicativi e dei fogli di calcolo.

Ricordiamo che il 2 novembre 2009 è stata pubblicata sul sito ufficiale www.docet.itc.cnr.it  la nuova versione del software DOCET per la certificazione energetica degli edifici messo a punto da CNR ed ENEA, aggiornato secondo la metodologia di calcolo semplificata, di cui alle norme UNI TS 11300 e alle Linee Guida Nazionali, e secondo il Dpr 59/2009.

T
uttavia, per la certificazione energetica è possibile utilizzare i software commerciali, a condizione che siano muniti del certificato di conformità alle norme UNI TS 11300:2800 parte 1 e 2, ai sensi del Dlgs 115/2008 e Dpr 59/2009, rilasciato dal CTI (vai alla pagina dedicata).
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, come sta andando e cosa ci aspetta? Partecipa