Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Pannelli innovativi per l’edilizia con prodotti di scarto, il progetto di Enea
TECNOLOGIE Pannelli innovativi per l’edilizia con prodotti di scarto, il progetto di Enea
AZIENDE

Piano Casa Toscana: lo ha illustrato BigMat in un convegno a Firenze

Solo 230 le DIA presentate. In arrivo un ddl su Green Economy e case in legno

Commenti 3365
26/02/2010 - “In nove mesi abbiamo ricevuto solo 220 denunce di attività e 15 di demolizione e ricostruzione. Veramente poche, e questo soprattutto per via della crisi economica che ha investito il 2009. Basti pensare che ci sono ferme nei Comuni toscani centinaia di pratiche non ritirate per non dover pagare gli oneri di urbanizzazione”.
 
A fare il punto sullo stato d’adesione del Piano Casa Toscana è Riccardo Baracco della Direzione generale politiche territoriali Regione Toscana, primo relatore del convegno “Piano Casa. Interventi per il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici”, organizzato da BigMat , il grande gruppo internazionale di rivenditori di materiali edili indipendenti, per spiegare e fare chiarezza sugli aspetti normativi e tecnici del Piano e le sulle sue opportunità, anche attraverso approfondimenti tecnici con aziende leader del settore.
 
E se la crisi del 2009 ha fatto rallentare il decollo del Piano Casa Toscana, prima regione a recepire la manovra governativa, ora, afferma Baracco, “è arrivato il momento di svilupparla in tutte le sue potenzialità. Fondamentale, in questo, l’incontro di oggi e la possibilità offertaci dal Gruppo BigMat di incontrare progettisti e tecnici comunali”. Un Piano Casa, in Toscana, articolato e che si dipana anche nell’edilizia pubblica (con 143 milioni di euro stanziati a giugno 2009) e nel recente Piano Paesaggistico, volto a incentivare una maggiore qualità costruttiva e un ancora più sensibile rispetto ambientale, anche questo elemento tra quelli cardine del Piano Casa.

Una Toscana che punta tutto sulla Green Economy, afferma l’architetto Pietro Novelli del Settore programmazione dello sviluppo sostenibile della Regione Toscana. “In primis, incentivando per l’edilizia sociale le costruzioni in legno. A questo proposito c’è già un progetto di legge al vaglio”. E poi c’è la volontà di sensibilizzare imprese e private a comportamenti sempre più sostenibili. Materiali tecnologici e innovativi, spiega Novelli, sono fondamentali per questo processo.
 
Andrea Lai, referente regionale del Gruppo BigMat interviene a questo proposito: “L’innovazione non è contro la tradizione, così importante per noi toscani. Un esempio? Il tetto ventilato, così diffuso in Trentino e nel nord Italia, è una tecnica costruttiva innovativa che si inserirebbe magnificamente nel nostro stile architettonico, senza stravolgere alcunché, ma portando grandi vantaggi di efficienza energetica (sia d’estate che d’inverno) con l’ausilio di camere d’aria e schermi e membrane traspiranti”.
 
Ma l’opera di divulgazione e sensibilizzazione sul Piano Casa per BigMat non finisce qui: “Con la brochure-progetto per i privati “I figli crescono ora anche la tua casa” – spiega Lai - vogliamo portare anche al committente finale i nuovi materiali e le nuove possibilità per un miglioramento sostenibile del nostro abitare. Organizzeremo quindi incontri comunali e contiamo sul sostegno delle istituzioni, per il decollo della manovra che significa anche ripartenza del settore edile così importante per la nostra economia”. Sostegno delle istituzioni che per l’appuntamento di Firenze si è tradotto con la presenza dei funzionali regionali arch. Riccardo Baracco, arch. Pietro Novelli e arch. Edo Bernini, (Settore Energia Regione Toscana) e con il sostegno di tutti gli Ordini professionali, che hanno riconosciuto per geometri e periti i crediti formativi per questo incontro.


BigMat S.c.p.a. su Edilportale.com

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui