Carrello 0
Bogotà: l’Edificio Julio Mario Santo Domingo di Daniel Bonilla
ARCHITETTURA

Bogotà: l’Edificio Julio Mario Santo Domingo di Daniel Bonilla

di Cecilia Di Marzo

Un sistema progressivo di moduli pieni e vuoti in vetro e alluminio

Vedi Aggiornamento del 01/07/2010
25/03/20010 - L’edificio Julio Mario Santo Domingo , progettato dall’architetto colombiano Daniel Bonilla , ospita la Facoltà di Management dell’Università delle Ande a Bogotà.
 
L'edificio è concepito come elemento catalizzatore di un’area depressa che potrebbe diventare una nuova zona di espansione del campus dell'Università delle Ande. Il piazzale di ingresso come elemento articolatore è il seme di una struttura di spazio pubblico. Il basamento trasparente permette un rapporto visivo del pedone con la galleria polivalente del primo piano. Il volume è concepito come un prisma che ospita con fluidità le differenti funzioni.
 
A causa della complessità del programma architettonico (parcheggi, galleria, aule, uffici, biblioteca, ristorante) e l’impatto che generano i sette di altezza, Daniel Bonilla ha optato per una soluzione in facciata che conferisce uguale dignità a tutte le attività e che interagisce adeguatamente con ciascuna.
 
La pelle o involucro si pone quindi come una duplice soluzione in un sistema progressivo di moduli "pieni" e "vuoti". In questo caso il "pieno" è caratterizzato dal vetro opalino e il "vuoto" da persiane in alluminio. Le altre due facciate a causa della grande massa chiusa richiesta dagli schermi strutturali si presentano come un grande piano attraversato da finestre circolari controllate.
 
L'edificio presenta una serie di patii che si trasformano nell’anima interna complementare, così come la zona centrale del settimo piano e la terrazza-giardino dell’ultimo livello.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati