Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Impianti di climatizzazione, aiutano a ridurre il contagio da Covid?
IMPIANTI Impianti di climatizzazione, aiutano a ridurre il contagio da Covid?
AZIENDE

Oltre 1400 persone al convegno di BigMat sul Piano Casa Sardegna

L'assessore Campus: 'Con gli aumenti di volumetria si devono poter frazionare le unità abitative'

Commenti 2913
30/03/2010 - Straordinario numero di presenze oggi al Centro Congressi del Forte Village Resort a Santa Margherita di Pula (CA): oltre 1400 persone, tra progettisti ed addetti del settore, accorsi (mandando anche il traffico in tilt) per capire meglio tutti i dettagli del Piano Casa Sardegna ed individuarne le opportunità.
 
Primo a intervenire, questa mattina, l’assessore Urbanistica, Edilizia Privata, Ambiente del Comune di Cagliari Giovanni Maria Campus, che, tra le tante cose, ha sottolineato: «Gli aumenti di volumetria potrebbero prevedere il frazionamento dell’unità abitativa. Mi spiego meglio: se ho la possibilità, sfruttando il Piano Casa, di aumentare il volume della mia abitazione, da 200 a 260 mq, credo sia naturale pensare che poi possa scegliere se farla restare un’unica unità oppure frazionarla in due». Una proposta che ha destato grande interesse tra i partecipanti. Campus, quindi, sintetizza così il suo intervento odierno: «Ho sostenuto una mia valutazione della legge in relazione agli obiettivi che si propone, riuscendo, a mio avviso, in modo intelligente a coniugare la questione rilancio economia con il miglioramento qualità del patrimonio edilizio. Un’operazione brillante perché fa in modo non solo che partano nuove operazioni di tipo economico, ma riesce anche a canalizzare una situazione critica dal punto di vista finanziario di chi ha disponibilità ma non sa come investirle, per la sfiducia che negli ultimi mesi c’è verso il sistema bancario e finanziario. Tutto questo senza nessuna spesa di denaro pubblico, stimolando il miglioramento del patrimonio immobiliare e la qualità dei centri urbani, attraverso una densificazione delle città, evitando che si continui a costruire in periferia».
 
Il Piano Casa in Sardegna è effettivo da gennaio 2010 ed è quindi ancora presto per vederne gli effetti, ma i presupposti ci sono, soprattutto l’interesse, di progettisti e privati, dimostrato oggi dall’affluenza da record al convegno BigMat, il grande gruppo internazionale di rivenditori di materiali edili indipendenti con cinque punti vendita anche in Sardegna. Regione in cui, assicurano i partecipanti, su questo tema non c’è stata informazione. Lo conferma anche Roberto Cadeddu, responsabile del Progetto Sardegna al sole: «Il convegno di oggi è fondamentale perché la comunicazione a livello regionale e comunale è stata carente e gli operatori del settore, invece, hanno “fame” di conoscere». Cadeddu in mattinata è intervenuto sul tema dell’energie rinnovabili in Sardegna, dove 23 comuni hanno aderito a un gruppo d’acquisto per i pannelli solari. Il numero di adesioni, però, potrebbe salire nel giro di qualche settimana, fino a raggiungere la quota di 40 Comuni. «Ad oggi – spiega Cadeddu - sono stati realizzati più di 80 impianti, tutti installati su abitazioni private. La Regione in questi ultimi tre anni ha promulgato 5 o 6 bandi pubblici per contributi del 20% a fondo perduto da erogare a chi compiva questo tipo di installazioni. Si è poi finanziato diversi impianti solari installati da pubbliche amministrazioni e, di recente, sono stati erogati oltre10 milioni di euro per far dotare di impianti fotovoltaici le aziende sanitarie locali».
A marzo 2010 la Regione ha deciso di emanare delle direttive che negano la realizzazione privata di impianti eolici off shore. «E’ stata annunciata la costituzione di Sardegna Energia Spa entro il 2010, spa pubblica che si occuperà della realizzazione dei parchi eolici».
 
A partire dalle 9.30 di oggi , i relatori d’eccezione sono stati il FUNZIONARIO REGIONALE Giovanni Maria Campus (Assessore Urbanistica, Edilizia Privata, Ambiente - Comune di Cagliari) e gli esperti prof. ing. Vinicio De Montis (Facoltà di Architettura Università di Cagliari), Roberto Cadeddu (Resp. Progetto Sardegna al sole), ing. Martina Basciu, ing. Claudia Loggia, ing. Vittorio Tramontin (Facoltà di Architettura Università di Cagliari).
 
> Il Piano Casa della Regione Sardegna (L.R. 4/2009, n. 4) è finalizzato al miglioramento della qualità architettonica, del contesto urbano e paesaggistico, alla regolamentazione della pianificazione urbanistica conseguente alla revisione del Piano paesaggistico mediante azioni straordinarie volte al rilancio del settore edilizio e alla promozione di interventi e programmi di valenza strategica per lo sviluppo. La legge, molto dettagliata e specifica, consente ampliamenti volumetrici per gli edifici a destinazione residenziale, turistico ricettiva, produttiva e agro-silvo-pastorale, con percentuali differenti (10%, 20%, 30%) a seconda della tipologia edilizia ed in base alla distanza, ridotta nelle isole minori, dalla linea di battigia: è richiesto inoltre il rispetto delle disposizioni previste dal D.Lgs. 192/2005 o la riduzione del fabbisogno di energia primaria (10%, 15%, 25%) in relazione a quanto stabilito dal medesimo Decreto. Sono ammesse le demolizioni e ricostruzioni con incremento della volumetria in percentuali diversificate (30%, 35%, 40%, 45%) in base alla tipologia degli edifici e alla loro localizzazione sul territorio, a condizione che si riduca il fabbisogno di energia primaria e vengano rispettati i paramenti del D.Lgs. 192/2005 e del D.M. 26 giugno 2009 (Linee guida per la certificazione energetica).
 
In tale contesto il gruppo BigMat ha ritenuto opportuno promuovere un seminario tecnico in cui, partendo dalle novità legislative, promuovere la conoscenza delle tecnologie e dei materiali per l’edilizia sostenibile disponibili sul mercato sardo, avvalendosi dell’organizzazione di Edicom Edizioni,
 
Ad affiancare gli interventi di funzionari ed esperti ci saranno, questo pomeriggio, approfondimenti tecnici che rappresentano un’occasione unica per gli operatori del settore. Un pool di tecnici di varie aziende leader del settore (gli sponsor sono: Boero, Celenit, Dorken, Ibl, Isolmant, Laterite, Volteco), infatti, saranno a loro disposizione per parlare e suggerire le soluzioni tecnologiche più idonee a rispondere ai requisiti necessari per usufruire del Piano casa, anche in materia di risparmio energetico.
 
E per chiudere il cerchio, BigMat ad ogni incontro offrirà (anche in questo caso gratuitamente, come è gratuita la partecipazione ai convegni) un Quaderno Piano Casa , una sorta di memorandum dove si potranno trovare riassunti – in modo semplice ma preciso - i principali punti della legge, personalizzato per ogni regione, accompagnato da un CD Rom contenente l’intera normativa regionale. Il Quaderno sarà anche disponibile presso tutte le rivendite BigMat della regione in cui si è svolto il convegno (la mappa completa su www.bigmat.it).

BigMat S.c.p.a. su Edilportale.com

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui