Carrello 0
EVENTI

A Milano 'Costruire Secondo Natura'

di Rossella Calabrese

In mostra: ecoLogicStudio, de Amicis Architetti + porfiristudio, tamassociati e Iosa Ghini

Vedi Aggiornamento del 30/01/2012
10/03/2010 - Riapre al pubblico il prossimo 16 marzo, con un nuovo allestimento e una mostra all’insegna della progettazione sostenibile, lo SpazioFMG per l’Architettura a Milano, in via Bergognone 27.
 
Al centro dell’esposizione, intitolata “Costruire Secondo Natura”, i progetti di ecoLogicStudio (Londra), de Amicis Architetti con porfiristudio (Milano), tamassociati (Venezia) e Iosa Ghini Associati (Bologna), quattro studi d’architettura italiani che hanno raccolto la sfida della sostenibilità in architettura, realizzando opere contemporanee e “verdi”. 

“I concetti di natura, paesaggio ed ambiente presuppongono l'intervento della mano dell'uomo, che nel corso dei secoli ha modificato, alterato e trasformato la realtà che ci circonda. Oggi, sempre di più, è necessario poter progettare ogni cambiamento o trasformazione in nome della sostenibilità per poter proteggere e preservare il territorio e le sue specificità. Il significato di Costruire Secondo Natura per l'uomo contemporaneo rappresenta l'opportunità di poter inventare nuove formule e nuovi metodi per migliorare le condizioni della vita e di integrarle al meglio nei processi di sviluppo e cambiamento dell'ambiente che ci circonda”, spiegano i curatori della mostra Luca Molinari e Simona Galateo. 

Il Light Wall House è una residenza privata realizzata a Torino da ecoLogicStudio, dotata di un avanguardistico sistema applicato alle pareti: una serie di cavità a spirale incise sui muri media la relazione tra interni ed esterno, consentendo di modificare illuminazione e temperatura in base alle esigenze degli abitanti.

Il costruendo "People Mover" di Iosa Ghini Associati è una navetta su monorotaia che percorrendo un lungo nastro ecologico con pannelli fotovoltaici e zone verdi, consentirà ai viaggiatori provenienti dall’aeroporto di Bologna di raggiungere la stazione centrale. 

Deamicisarchitetti e porfiristudio sono i due studi autori del progetto che ha segnato la trasformazione di uno stabilimento industriale milanese in disuso nella sede principale di Value Partners di Milano. Il complesso di uffici è stato realizzato con sistemi sostenibili di produzione e consumo dell'energia.

Infine i veneziani di tamassociati presentano il progetto "Container", per il riutilizzo di un gruppo di container rimasti ai margini del cantiere del Centro di Cardiochirurgia Salam (Khartoum, Sudan - 2007) di Emergency ed ora trasformati in residenze per lo staff medico in servizio nel centro. 

Mercoledì 24 marzo, alle 18,30 si terrà un incontro con gli architetti protagonisti della mostra.

L'esposizione sarà visitabile fino al prossimo 2 aprile.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati