Network
Pubblica i tuoi prodotti
LIVE NOW
oggi alle ore 16:00
Edilportale Superbonus - 110%: involucro e impianti performanti
Vai al prossimo articolo
Edilportale Digital Forum, apre oggi la prima fiera online dell’edilizia
TECNOLOGIE Edilportale Digital Forum, apre oggi la prima fiera online dell’edilizia
NORMATIVA

Edilizia scolastica: assegnati 18 milioni di euro alle Regioni

di Rossella Calabrese

Per l’adeguamento strutturale e antisismico e per costruire nuove scuole

Vedi Aggiornamento del 20/10/2014
Commenti 8278
19/03/2010 - Diciotto milioni di euro suddivisi tra 13 Regioni, per la realizzazione di interventi infrastrutturali nelle scuole. Li ha assegnati il Governo con il DPCM del 12 gennaio 2010 , pubblicato sulla Gazzetta del 17 marzo scorso.
 
Il provvedimento attua l’articolo 32-bis della legge n. 326 del 24 novembre 2003 , che ha istituito, presso il Ministero dell’Economia, il Fondo per interventi straordinari, per contribuire alle opere infrastrutturali, soprattutto a quelle necessarie alla riduzione del rischio sismico, e per far fronte ad eventi straordinari nei territori degli enti locali, delle aree metropolitane e delle città d’arte. Lo stesso art. 32-bis assegnava al Fondo 73.487.000,00 euro per il 2003 e 100 milioni di euro per ciascuno degli anni 2004 e 2005.
 
Successivamente, la Finanziaria 2008 , all’art. 2, comma 276, ha aggiunto al Fondo altri 20 milioni di euro, a decorrere dal 2008, per l’adeguamento strutturale ed antisismico degli edifici scolastici e per la costruzione di nuove scuole in sostituzione di edifici esistenti a rischio sismico. Il comma 276 prevede anche che le risorse siano utilizzate secondo programmi basati su aggiornati gradi di rischiosità.
 
L’ OPCM n. 3728 del 29 dicembre 2008 ha stabilito i criteri di utilizzo delle somme destinate agli interventi di adeguamento sismico o di nuova costruzione degli edifici scolastici e ha ripartito tra Regioni e Province Autonome le predette somme, tenendo conto dei livelli di rischio sismico che caratterizzano i diversi territori.
 
Le Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Puglia, Sicilia, Toscana, Veneto hanno, quindi, presentato i propri piani, che sono stati vagliati ed approvati da un’apposita Commissione. Il dettaglio degli interventi e le singole scuole beneficiarie sono indicate negli Allegati al DPCM 12 gennaio 2010.
 
Il finanziamento assegnato fa riferimento alla quota di competenza di ciascuna Regioni, già individuata per l’anno 2008 nell’allegato 1 all’Opcm 3728/2008, composta da un finanziamento minimo base e da un finanziamento proporzionale al rischio sismico dell’edilizia scolastica.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui