Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Professionisti, nuovi aiuti a fondo perduto in arrivo
PROFESSIONE Professionisti, nuovi aiuti a fondo perduto in arrivo
NORMATIVA

Impatto ambientale, modificata la disciplina in Lombardia

di Paola Mammarella

Definite le procedure di Via e verifica di assoggettabilità, spazio anche a Expo 2015

Vedi Aggiornamento del 12/07/2013
Commenti 5353
05/03/2010 – Novità per la valutazione dell’impatto ambientale in Lombardia. La Legge Regionale 5/2010 , approvata il 2 febbraio scorso e pubblicata due giorni dopo sul Bollettino Ufficiale n.5, ha abrogato la L.R. 20/1999 .
 
La norma detta nuove disposizioni sia per le procedure della Via, sia per la verifica di assoggettabilità dei progetti a Valutazione di impatto ambientale. È però specificato che le procedure avviate prima dell'entrata in vigore della legge si concludono secondo le disposizioni vigenti al momento del loro avvio.
 
La Regione è l’autorità competente all’espletamento delle procedure di VIA e di verifica di assoggettabilità a VIA per i progetti ricompresi in accordi di programma di competenza regionale, sottoposti alla procedura di intesa Stato-Regione o ricadenti anche parzialmente in ambiti di rilevanza paesaggistica regionale. Spettano alla Regione anche le procedure inerenti all’installazione ed esercizio di nuovi stabilimenti per la lavorazione di oli minerali e di impianti innovativi per la gestione dei rifiuti.
 
Semplificazione : Il soggetto proponente, contestualmente alla presentazione dell’istanza di VIA, attiva le procedure autorizzatorie. La contestualità tra istanze non è richiesta per i progetti riguardanti derivazioni di acque superficiali o sotterranee, per le quali è previsto il rilascio della concessione.
 
Dopo la presentazione dell’istanza, l’autorità competente all’espletamento della procedura di VIA indice una conferenza di servizi istruttoria.
 
Il procedimento finalizzato all’approvazione di trasformazioni territoriali da attuarsi mediante strumenti di programmazione negoziata che prevedono una variazione degli strumenti di pianificazione territoriale, le procedure di verifica di assoggettabilità a VIA possono essere svolte nell’ambito del procedimento per la valutazione ambientale di piani e programmi, VAS , o nell’ambito di quello per la verifica di esclusione o assoggettamento a VAS.
 
La legge riserva spazio anche all’ Expo 2015 . Quando le opere essenziali estranee alla competenza statale devono essere assoggettate a procedura di VIA o di verifica di assoggettabilità a VIA, la decisione finale in grado di assicurare tempestività e coordinamento nelle procedure è formalizzata con deliberazione della Giunta regionale nell’ambito della conferenza di servizi.
 
La delibera costituisce espressione del parere della Regione ai fini della formalizzazione dell’intesa Stato-Regione.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, come sta andando e cosa ci aspetta? Partecipa