Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Bonus facciate: ammessi privati, imprese e professionisti non forfetari
NORMATIVA Bonus facciate: ammessi privati, imprese e professionisti non forfetari
RISPARMIO ENERGETICO

Trento, al via le iscrizioni all’albo dei certificatori energetici

di Rossella Calabrese

Certificazione con metodo analitico o semplificato. Costo minimo 500 euro

Vedi Aggiornamento del 02/09/2011
Commenti 6724
04/03/2010 – In Provincia di Trento sono ufficialmente aperte le iscrizioni al primo elenco di certificatori energetici degli edifici. Il compito di abilitare i soggetti certificatori e di verificare la corretta applicazione e il monitoraggio della certificazione è stato affidato a Odatech , il primo Organismo di Abilitazione che, il 3 febbraio 2010, ha firmato la convenzione con l’Agenzia Provinciale per l’Energia.
 
Da ieri sono online sul sito di Odatech le tariffe per la certificazione energetica degli edifici. Si distingue tra la certificazione eseguita con metodo analitico e quella eseguita con metodo semplificato. L’onorario varia in funzione della superficie dei locali da riscaldare, del numero degli impianti di riscaldamento e del numero di sopralluoghi, e non può essere inferiore a 500,00 euro.
 
Il quadro normativo
In Provincia di Trento, la Legge provinciale 1/2008 (Pianificazione urbanistica e governo del territorio), attuativa della direttiva europea 2002/91/CE, ha istituito la certificazione energetica ed ambientale degli edifici; per le nuove costruzioni e per interventi di recupero, è richiesto il certificato energetico, redatto da soggetti abilitati, da trasmettere al Comune contestualmente alla dichiarazione di fine lavori.
 
 Il Regolamento di attuazione, approvato con Delibera 1448 del 12 giugno 2009 ed emanato con DPP 11-13/Leg del 13 luglio 2009 , ha definito i requisiti di prestazione energetica, i criteri e le modalità di redazione e rilascio del certificato energetico. In particolare, il regolamento disciplina le finalità, l'ambito di applicazione, i requisiti della prestazione energetica degli edifici, gli interventi soggetti a certificazione energetica, l'attestato di certificazione, gli organismi di abilitazione, i soggetti certificatori, il coordinamento con la certificazione energetica della Provincia di Bolzano, la vigilanza, la targa energetica, il marchio e reca le conseguenti disposizioni transitorie.
 
L’allegato A stabilisce i requisiti minimi obbligatori di prestazione energetica degli edifici secondo le nuove norme tecniche UNI TS 11300, parte 1-2, che si applicano nei seguenti casi: edifici di nuova costruzione; sostituzione edilizia; demolizione e ricostruzione; ampliamenti dei volumi superiori del 20 per cento del volume esistente, limitatamente al volume nuovo; ristrutturazione totale dell’intero edificio.
 
Dal 1° novembre 2009 il requisito minimo di prestazione energetica obbligatorio per i nuovi edifici è 60 kWh/m²a, che corrisponde alla Classe B. Tale requisito si applica per le domande di concessione edilizia, per le denunce di inizio attività e per le richieste di accertamento della conformità urbanistica, presentate a partire dal 1 novembre 2009.
 
Con deliberazione n. 2446, del 16 ottobre 2009 , la Giunta provinciale ha approvato le prime misure relative ai criteri di riconoscimento degli Organismi di abilitazione, alla disciplina di registrazione e di gestione degli elenchi dei soggetti certificatori, alle modalità della loro formazione e del loro accreditamento, alle relative tariffe. Successivamente, con deliberazione n. 3110 del 22 dicembre 2009 , sono stati approvati i modelli provinciali di attestato di certificazione energetica, le modalità ed i criteri per il loro rilascio e le relative procedure di trasmissione.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Architetture e cantieri in Liguria, quali scenari si aprono? Partecipa