Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Primo resoconto sul Superbonus: 193 interventi per 14,7 milioni
NORMATIVA Primo resoconto sul Superbonus: 193 interventi per 14,7 milioni
NORMATIVA

Piano Casa, a Pescara applicazione nei condomini

di Paola Mammarella

Nella delibera comunale proposte misure anticrisi in aree vincolate e fascia costiera

Vedi Aggiornamento del 08/01/2013
Commenti 10765
06/04/2010 – Novità e probabili estensioni per l’applicazione del Piano Casa abruzzese. Le misure per il rilancio dell’edilizia stanno per essere recepite nelle delibera del Comune di Pescara .
 
Proposta dalla Commissione per la Gestione del Territorio l’applicazione anche nelle zone sottoposte a vincolo paesaggistico e sugli edifici situati nella fascia dei 50 metri dalla costa, misurati a partire dal ciglio della strada lato monte. Confermata invece l’esclusione del perimetro del Piano Demaniale comunale e delle aree a rischio aeroportuale.
 
Dopo un confronto con associazioni dei professionisti e ambientalisti è stato trovato un compromesso per estendere l’applicazione delle misure anticrisi senza provocare stravolgimenti al territorio.
 
Gli immobili esistenti potranno essere ampliati fino al 20% presentando una Dia, alle demolizioni e ricostruzioni di edifici realizzati prima del 31 marzo 2009 sarà riconosciuto un premio fino al 35% dopo il rilascio del permesso di costruire.
 
I nuovi fabbricati dovranno essere adeguati agli attuali standard energetici, tecnologici e di sicurezza sismica, utilizzare tecniche costruttive di bioedilizia con l’uso di energie rinnovabili, dispositivi per il risparmio e il riutilizzo delle risorse idriche.
 
Non è stata recepita la possibilità di delocalizzare le volumetrie.
 
I condomini potranno avvalersi del Piano Casa a patto che venga presentato un progetto unitario approvato all’unanimità dall’assemblea. L’ampliamento del 20% potrà svilupparsi in altezza o in appoggio, ma senza la copertura dei balconi. Per le aree sottoposte a vincolo paesaggistico oltre al rispetto Piano regolatore in merito alle altezze massime consentite, richiesto il parere dei Beni Ambientali, artistici e architettonici.
 
Ricordiamo che i comuni abruzzesi hanno tempo fino alla fine del mese per deliberare eventuali esclusioni dall’applicazione del Piano Casa, che diventerà operativo agli inizi di maggio. Il termine è stato infatti prorogato da un emendamento alla L.R. 16/2009.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui