Carrello 0
AZIENDE

A Moretti Prefabbricati la certificazione OHSAS 18001

31/05/2010 - Moretti Prefabbricati, operativa nel settore dei manufatti prefabbricati in calcestruzzo, ha conseguito la certificazione volontaria OHSAS 180001 per il proprio sistema di gestione della prevenzione degli incidenti sul lavoro e di tutela della sicurezza in tutte le proprie attività di produzione e di cantiere.
 
L’azienda di Erbusco ha sempre fatto dell’innovazione un obiettivo costante di crescita come testimonia la scelta di puntare sul “su misura” e di sviluppare prodotti perfettamente in linea con le esigenze del singolo cantiere e del progettista. Ora Moretti Prefabbricati prosegue sulla via dell’innovazione puntando su un modello di organizzazione aziendale che garantisca massima sicurezza e affidabilità nelle fasi di progettazione, produzione, trasporto e montaggio.
 
La “18001” è una norma internazionale finalizzata al miglioramento continuo della prevenzione infortuni attraverso la determinazione di obiettivi di crescita annuali. Il sistema si basa sulla definizione dei rischi e sull’individuazione di tutte le modalità di prevenzione dei possibili infortuni e malattie sul lavoro. Tutto il personale viene coinvolto direttamente, infatti componente fondamentale di questa normativa è la condivisione delle procedure di prevenzione a tutti i livelli.
«Scegliere un’azienda certificata significa fare una scelta di campo, mostrare che esiste un’edilizia diversa da quella di cui solitamente si parla. Moretti Prefabbricati, che si distingue per la capacità di aver introdotto un sistema costruttivo moderno basato sul concetto del “su misura” applicato alla prefabbricazione, ha ora deciso di raggiungere l’eccellenza anche nel campo delle procedure di sicurezza. Un processo di riorganizzazione aziendale che implica non solo tutela dell’incolumità del lavoratore, ma anche ottimizzazione dei processi produttivi, quindi maggiore efficienza» così Evans Zampatti, ad Moretti Prefabbricati, spiega la scelta di conseguire la “18001”.
 
Le procedure di sicurezza danno a progettisti, datori di lavoro e addetti ai cantieri la tranquillità di operare con meno rischi e di dialogare con un’azienda che dimostra attraverso il conseguimento della certificazione una capacità di pianificazione del lavoro che è essa stessa garanzia di affidabilità. Ne derivano vantaggi sia a livello produttivo sia nei vari step del sistema cantiere (produzione, trasporto, stoccaggio, montaggio). Lavorare in sicurezza significa saper rispettare gli accordi di fornitura e consegnare il prodotto nei tempi  stabiliti dal piano di lavoro. Contemporaneamente per il sistema cantiere sicurezza vuol dire maggiore tutela della committenza e di chi progetta.
 
Tutto senza che i costi aumentino. Il conseguimento della “18001” non costituisce un appesantimento dell’attività di cantiere né dal punto di vista burocratico né da quello economico, ma si traduce in una riorganizzazione del lavoro che parte dal cuore dell’azienda e si sviluppa a tutti i livelli in ogni fase operativa, dal progetto all’opera finita. Tutto nasce in sicurezza e va in cantiere già in sicurezza. Le procedure si applicano sia alle attrezzature sia ai luoghi di lavorazione, stabilimento, trasporto e cantiere, che devono essere, oltre che conformi alla normativa, idonee a una reale prevenzione degli incidenti e alla tutela della salute di lavoratori. Fondamentale è l’attività di informazione, formazione e addestramento del personale che viene educato non solo al rispetto delle relative norme ma ad una profonda cultura della sicurezza. Tutti sono coinvolti in un sistema di controllo, di sorveglianza, di prevenzione e miglioramento che definisce le responsabilità e i doveri specifici delle diverse figure professionali partendo dal datore di lavoro, ai responsabili di cantiere, ai preposti fino ai singoli operatori.
 

MORETTI PREFABBRICATI su Edilportale.com

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Quanto è equo il compenso dei professionisti? Leggi i risultati