Carrello 0
Al Politecnico di Bari la lectio di Massimiliano e Doriana Fuksas
EVENTI

Al Politecnico di Bari la lectio di Massimiliano e Doriana Fuksas

Progetto T.E.S.I presenta l'incontro 'Sublimi Scribi del Caos'

04/05/2010 – Massimiliano e Doriana Fuksas terranno domani 5 maggio 2010, alle ore 11.00, presso l’Aula Magna “Attilio Alto” del Politecnico di Bari, la Lectio Magistralis dal titolo"Sublimi Scribi del Caos".

Prosegue così il ciclo delle lectiones magistrales promosse al Politecnico di Bari nell’ambito del Progetto T.E.S.I.. L'incontro si pone in continuità con la scelta di analizzare le trasformazioni della biblioteca nei caratteri architettonici e specificatamente simbolici che essa assume rispetto ai vari contesti urbani e sociali. L’opera di Massimiliano e Doriana Fuksas da sempre attenta alla logica rappresentativa delle funzioni appare come sintesi tangibile delle influenze culturali e ideologiche del contemporaneo.
 
Il riconoscimento delle istituzioni è affidato prevalentemente al fascino  ovecentesco che la triade struttura, tecnologia e forma comporta soprattutto quando intesa nella puntuale e irreversibile trasfigurazione artistica. Ne risulta un’architettura contrassegnata da un inedito potere mediatico al quale consegue quella  tradizionale ambivalenza tra immagine e costruzione.
 
L’iniziativa nasce a supporto scientifico del tema “Il Palazzo delle Biblioteche: teoria, storia e progetto. Ipotesi per il Campus Universitario di Bari” oggetto della recente pubblicazione curata da Vincenzo D’Alba e Francesco Maggiore con il coordinamento scientifico di Francesco Moschini ed edita da Mario Adda Editore in collaborazione con Formedil, A.A.M. Architettura Arte Moderna, Fondazione Gianfranco Dioguardi e Fondo Francesco Moschini. Il Progetto T.E.S.I. mira ad organizzare attorno alle tesi di laurea e di dottorato un sistema di relazioni e corrispondenze tra studenti e università di diversi Paesi. Avvicinando conoscenze formative diverse e stabilendo periodicamente un argomento comune di ricerca, quale vincolo programmatico, si vuole estendere il significato didattico ad uno più ampio e sperimentale.
 
Per dare maggiore scientificità e completezza all’oggetto di studio, sono previsti dibattiti, lezioni, seminari, conferenze, mostre e pubblicazioni. In linea con tale direttiva si è sviluppato il ciclo di Lezioni Magistrali dedicate al tema Libro/Biblioteca. Inaugurato con Luciano Canfora “Per la storia delle Biblioteche” e proseguito con Franco Purini “Le parole dello spazio”, Gianfranco Dioguardi “Il piacere del testo”, Ruggero Pierantoni “E, se scomparissero i libri?”, Antonella Agnoli e Marco Muscogiuri “La Biblioteca e l’Architettura”, proseguirà con Massimo Cacciari (28 maggio 2010), con Mario Cresci (20 ottobre 2010) e con altri illustri ospiti; tra questi si segnalano: Manlio Brusatin, Francesco De Gregori, Guido Guidi, Claudio Magris, Predrag Matvejevic, Mons. Gianfranco Ravasi, Salvatore Settis.
 
Ogni argomento di T.E.S.I. ha lo scopo di costituire in forma tematica ed enciclopedica una raccolta eterogenea di contributi.
Durante l’incontro Massimiliano Fuksas proporrà, su un grande telero, alcune riflessioni attorno alle proprie architetture a sottolineare il rapporto tra invenzione, gestualità e progetto e soprattutto il “tempo del progetto”.
 
Massimiliano Fuksas, di origini lituane, è nato a Roma nel 1944, dove si è laureato in Architettura all’Università “La Sapienza” nel 1969. Nel ‘67 crea il suo studio romano, cui segue nel 1989 quello di Parigi. Nel 1993 crea lo studio a Vienna e nel 2002 a Francoforte, attivi rispettivamente fino al 2001 e al 2009, mentre dal 2008 è operativo lo studio di Shenzhen in Cina. Dal 1998 al 2000 è stato Direttore della VII Biennale Internazionale di Architettura di Venezia “Less Aesthetics, More Ethics”. Dal 2000 è l’autore della rubrica di architettura del settimanale "L'Espresso" fondata da Bruno Zevi. Nel 2000 è stato insignito dell’onoreficenza di Commandeur de l’Ordre des Arts et des Lettres de la République Française.Nel 1999 gli è stato conferito il Grand Prix d’Architecture Française. Nel 2002 è stato insignito dell’Honorary Fellowship dell’AIA -American Institute of Architects-.
 
Dal 2006 è membro onorario del Royal Institute of British Architects, nello stesso anno ha ricevuto l’Award of Excellence per il nuovo polo della Fiera, Rho-Pero, Milano, ULI -Urban Land Institute-, Washington D.C.. E’ stato recentemente insignito della Legione D’Honneur dal presidente della Repubblica francese Nicolas Sarkozy. E 'stato Visiting Professor presso numerose università, tra le quali: l'École Speciale d'Architecture di Parigi, l'Akademie der Bildenden Kunste di Vienna, la Staadtliche Akademia des Bildenden Kunste di Stoccarda, e la Columbia University di New York.
 
Doriana O. Mandrelli nasce a Roma dove si è laureata in Storia dell’Architettura Moderna e Contemporanea nel 1979 presso l’Università “La Sapienza". Ha frequentato la facoltà di Architettura presso l’Università “La Sapienza”. Laureata in architettura all’ESA-L'École Spéciale d'Architecture- di Parigi, Francia. E’ stata membro del Consiglio Esecutivo dell’INARCH (Istituto Nazionale di Architettura). Ha svolto attività didattiche presso il Dipartimento di Storia dell’Arte della Facoltà di Lettere dell’Università di Roma "La Sapienza". Dal 1985 collabora con Massimiliano Fuksas. Dal 1997 è responsabile di Fuksas Design.
 
Curatrice della Sezione di Architettura della VII Biennale di Architettura di Venezia
(2000): “Less Aesthetics, More Ethics”, è stata responsabile di quattro sezioni speciali: Jean Prouvé, Jean Maneval, Il Padiglione della Pace e dell’Architettura degli Spazi, e la sezione dedicata all’arte contemporanea. Nel 2002 è stata insignita dell’onoreficenza di “Officier de l’Ordre des Arts et des Lettres de la Republique Française”.
 
**Sarà possibile seguire la Lezione in video-conferenza collegandosi al sito del Politecnico di Bari  o di A.A.M. Architettura Arte Moderna
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati