Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Appartamenti in condominio, quando hanno diritto al superbonus 110%?
NORMATIVA Appartamenti in condominio, quando hanno diritto al superbonus 110%?
RISPARMIO ENERGETICO

Detrazione fiscale 55% verso la proroga

di Rossella Calabrese

590.000 interventi agevolati fino al 2009; boom per la sostituzione di finestre

Vedi Aggiornamento del 10/05/2011
Commenti 23947
06/05/2010 - Potrebbe essere prorogata la detrazione fiscale del 55% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici, in scadenza al 31 dicembre 2010. Lo ha detto il Sottosegretario allo Sviluppo Economico, Stefano Saglia, nel corso del workshop “Detrazioni fiscali per l’efficienza energetica: analisi, risultati e prospettive”, organizzato martedì scorso dall’ENEA.

Secondo Saglia, i buoni risultati, sia ambientali che economici, ottenuti in questi tre anni fanno ritenere che vi sia uno spazio per la proroga delle agevolazioni. Bisognerà però tenere conto della compatibilità di bilancio, considerato il delicato quadro economico.

“L’efficienza energetica - ha dichiarato Saglia - costituisce uno degli elementi-chiave della nuova politica energetica nazionale, assieme alle fonti rinnovabili e al nucleare, per la riduzione della dipendenza dalle fonti fossili e per la riduzione dei consumi energetici e delle emissioni climalteranti”. E ha aggiunto: “Il settore dell’edilizia costituisce un settore strategico, perché rappresenta circa un terzo del consumo totale di energia, e quindi il sistema degli incentivi per favorirne l’efficienza energetica costituisce una determinante opportunità di sviluppo per il sistema imprenditoriale italiano e un volano per la ripresa economica”.

Dal Rapporto dell'Enea (Documento di Sintesi) emerge che il 2007 e il 2009 sono stati quasi 590.000 gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici che hanno usufruito della detrazione fiscale del 55%.
 
I dati del triennio 2007-2009
Nel 2007 sono pervenute 106.000 pratiche, un numero relativamente basso, dovuto ai problemi derivanti dal normale avvio della campagna di incentivazione; nel 2008 il dato è più che raddoppiato (oltre 245.000); nel 2009 si è mantenuto sostanzialmente stabile, 236.100 pratiche (a cui vanno aggiunte le pratiche inviate per posta, stimabili in 2.500 unità).
 
La quota maggiore di interventi realizzati nel 2008 ha riguardato la sostituzione degli infissi (120.000), segue la sostituzione degli impianti termici (73.000), l’installazione di impianti solari termici (43.000), la sostituzione delle strutture opache orizzontali (7.400) e di strutture opache verticali (4.100).
 
Nel 2008 si è toccato il punto massimo in termini di spesa associata agli interventi: 3.500.000.000 di euro, a fronte di 1.453.000.000 di euro spesi nel 2007 e 2.900.000.000 nel 2009.
 
Anche se il numero degli interventi tra l’anno 2008 e l’anno 2009 è rimasto quasi invariato, vi è una notevole differenza nel totale degli investimenti, dovuta prevalentemente a una ridistribuzione della tipologia di interventi: sono aumentati gli interventi più semplici e meno onerosi, rispetto a interventi tecnicamente più complessi. Inoltre, per alcune tipologie di intervento (ad esempio  la sostituzione di infissi), si è verosimilmente verificata una diminuzione dei prezzi dovuta sia all’effetto scala sia alla concorrenza di mercato.
 
Il risparmio energetico conseguito attraverso gli interventi è stato pari a 787 GWh nel 2007, a 1.961 GWh nel 2008 e, in proiezione, a 1.656 GWh nel 2009.
 
La distribuzione regionale degli interventi nel triennio 2007-2009 mostra l’assoluta predominanza delle Regioni Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia-Romagna che da sole assorbono più del 50% del numero totale di interventi (141.000 su un totale di 245.000 nel 2008). Seguono Toscana, Lazio, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Liguria, Marche. In coda le Regioni del Mezzogiorno: Campania, Puglia e Sicilia messe insieme superano di poco, nel 2008, i 15.000 interventi.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui