Carrello 0
RISPARMIO ENERGETICO

Rinnovabili, il Veneto chiarisce procedure e competenze

di Paola Mammarella
Commenti 4496

Autorizzazioni ed enti responsabili in base a tipologie e potenza degli impianti

Vedi Aggiornamento del 14/07/2011
Commenti 4496
07/05/2010 – Chiarimenti nel settore delle energie rinnovabili in Veneto. Con la delibera di Giunta 453/2010 sono state fissate procedure e competenze per l’autorizzazione e l’installazione degli impianti alimentati da fonti alternative.
 
La norma integra le precedenti disposizioni, che avevano già provveduto a suddividere le competenze tra le diverse strutture regionali in base a tipologie impiantistiche e soglia di potenza.
 
Nella tabella dell’allegato A alla delibera la Regione spiega in modo dettagliato le procedure da seguire.
 
Fotovoltaico: Per gli impianti aderenti o integrati nei tetti degli edifici con la stessa inclinazione e lo stesso orientamento della falda e i cui componenti non modificano la sagoma degli edifici stessi è necessaria una comunicazione preventiva al Comune. Sotto i 20 Kw si rende necessaria la Dia, Denuncia di inizio attività.
 
Nel caso di installazioni di potenza superiore ai 20Kw potrebbe essere richiesta una ulteriore autorizzazione, rilasciata dalla Direzione Urbanistica della Regione.
 
Eolico: l’installazione di singoli generatori eolici con altezza complessiva non superiore a 1,5 metri e diametro non superiore a 1 metro deve essere comunicata in via preventiva al Comune. È richiesta la presentazione della Dia per impianti di potenza inferiore a 60 Kw. Negli altri casi l’autorizzazione va richiesta al Comune o alla Direzione Urbanistica della Regione.
 
Idroelettrico: Sotto i 100 Kw è sufficiente la Dia, da presentare all’Ufficio Tecnico. Superata questa soglia deve essere richiesta una autorizzazione al Comune o alla Direzione Difesa del Suolo della Regione.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui