Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, confermati i tempi più lunghi per condomìni, edifici plurifamiliari e case popolari
RISPARMIO ENERGETICO Superbonus, confermati i tempi più lunghi per condomìni, edifici plurifamiliari e case popolari
AZIENDE

I materiali dell’architettura: Novelis per la valorizzazione dei beni culturali

Commenti 2856
23/06/2010 - Lo scorso 19 maggio Philippe Daverio, Storico dell’Arte presso l’Università degli Studi di Palermo, ha tenuto al Politecnico di Milano la stimolante conferenza “I materiali dell’architettura”.
 
L’iniziativa, organizzata e coordinata dall’arch. Cristina Marchegiani, rientra nel ciclo di incontri promossi dal Dottorato di Ricerca in “Progetto e tecnologie per la valorizzazione dei beni culturali”, in collaborazione con Novelis.
 
In un Auditorium affollatissimo Cesare Stevan, Prorettore Vicario del Polo Regionale di Mantova, ha aperto i lavori richiamando le motivazioni che hanno spinto il Dottorato ad avviare un interessante partenariato con una importante azienda del settore delle costruzioni nel promuovere iniziative culturali rivolte in particolare ai giovani ricercatori e agli studenti delle Facoltà di Architettura. Con uno sguardo aperto all’innovazione e ricettivo degli stimoli provenienti da diversificati apporti culturali e scientifici.
 
Fabrizio Schiaffonati, Coordinatore del Dottorato, ha quindi proposto alcuni spunti di riflessione che Philippe Daverio ha poi estesamente sviluppato con la sua consueta vivacità intellettuale, dipanando una articolatissima messe di riferimenti, citazioni e annotazioni.  A partire dalla stessa definizione di architettura, e di architettura contemporanea, rintracciando confini e contaminazioni tra architettura e design, Daverio ha riletto in chiave proiettiva forme, modi e ragioni ancestrali del costruire, ripercorrendone l’evoluzione sino alla nascita del “real estate” e alle recenti profonde modificazioni che hanno radicalmente trasformato le modalità di concepire l’architettura rispetto ai valori della “firmitas” e della durata.
 
Il pensiero lucido e sempre intelligentemente eterodosso di Daverio, che non ha risparmiato notazioni critiche e puntuali su alcune realizzazioni contemporanee, ha aperto poi a una riflessione positiva sull’emergere di una nuova sensibilità ai concetti di permanenza, durata e identità delle città italiane, anche dentro a una dimensione economica di natura strutturale più attenta alla stabilità degli investimenti, alla qualità dell’ambiente e al ruolo sociale del costruire.
 
Anche con un ritorno all’impiego di materiali durevoli, tra i quali va certamente annoverato l’alluminio, come ha poi richiamato nel suo intervento l’Ing. Emilio Braghi, General Manager Painted Products Novelis Europe.
 
Innovazione e tradizione, valorizzazione della memoria e fruizione delle sue permanenze vive dentro ai manufatti, identità e trasformazione nell’architettura delle città sono stati infine i temi richiamati dagli interventi di Emilio Faroldi ed Elena Mussinelli, membri del Collegio Docenti del Dottorato.
 
Novelis, leader mondiale nella produzione di alluminio laminato, collabora attivamente da dieci anni con il Politecnico di Milano per valorizzare l’utilizzo dell’alluminio nell’architettura, promuovendo lo studio e lo sviluppo di impieghi innovativi di questo metallo estremamente duttile e “sostenibile”.

NOVELIS su Edilportale.com

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui