Carrello 0
Un omaggio ai Barbari con i nuovi prodotti EDRA
DESIGN NEWS

Un omaggio ai Barbari con i nuovi prodotti EDRA

Commenti 1592

Il tema delle materie e dei colori naturali affrontato in modo contemporaneo

Commenti 1592
04/06/10 - 'Barbarians' è' il tema delle presentazioni di Edra durante i Saloni milanesi 2010 – in Fiera Milano a Rho e nello showroom di via Ciovassino 3 (zona Brera) – entrambe curate dall’art director Massimo Morozzi.
Un omaggio ai Barbari, quindi, in riferimento a quelle popolazioni che nella prima metà del primo millennio d.C. accelerarono il declino degli ormai asfittici Grandi Imperi d’occidente, ponendo le premesse dell’odierna Europa. Popolazioni che, con nuova passione ed energia, nuovo sangue e coraggio, arrivarono dalla “periferia” a occupare l’allora centro del mondo, che da marginali divennero protagoniste, a tal punto che oggi molti studiosi fanno coincidere il loro arrivo con la fine della classicità e l’inizio di quella che chiamiamo “modernità”.
Fuor di metafora, significa affrontare il tema delle materie e dei colori naturali in modo contemporaneo, con la stessa passione ed energia, lo stesso “sangue” e lo stesso coraggio, utilizzando la materia come matrice del progetto, in una corsa verso il centro della terra, il fuoco, le foreste. Una scelta consapevole e importante, affrontata come un’orda, senza vie di mezzo né scappatoie. Il risultato è sorprendentemente diverso dalle interpretazioni classiche. Lo stand in fiera è stato dedicato esclusivamente ai nuovi prodotti proposti in molteplici versioni, esposti su un fondale nero opaco per privilegiare la presentazione degli oggetti.
In showroom, al contrario, i prodotti sono stati presentati in uno spazio completamente bianco.
Il piano superiore ha ospitato un allestimento che allude a un villaggio tribale realizzato con alcuni dei nuovi prodotti, mentre il piano inferiore ha proposto l’intera collezione edra, accostando i modelli senza tempo della collezione a novità destinate a diventare dei classici.
Nel cuore dello spazio, in corrispondenza dell’impluvium che collega i due piani, è stata presentata un’installazione site specific, un enorme grappolo formato da 15 Campana, il nuovo oggetto illuminante disegnato da Fernando e Humberto Campana.
A proposito di novità, Fernando e Humberto Campana  hanno disegnato per edra tre prodotti, come sempre sorprendenti nella forma, nei materiali e nei contenuti: il contenitore Cabana, la scultura illuminante Campana e il tavolo Cotto.
L’altra importante novità è Brenno, un grande e confortevole divano disegnato da Francesco Binfaré.
 
Cabana è un contenitore a colonna centrale che alloggia cinque ripiani: la struttura, realizzata in alluminio e altri metalli, è completamente nascosta da un cumulo di lunghissimi fili di rafia lasciati liberi, resa ignifuga da uno speciale trattamento.
Campana è un oggetto illuminante realizzato assemblando circa 180 sagome tagliate al laser, di alluminio anodizzato lucido e con forme differenti. A sottolineare l’unicità di ogni pezzo, l’assemblaggio avviene senza una sequenza prestabilita: i reciproci posizionamenti sono decisi di volta in volta, di pezzo in pezzo. Campana riprende la forma dell’oggetto cui si ispira, utilizzando però un metallo di estrema leggerezza, l’alluminio, ecosostenibile e riciclabile al 100% infinite volte senza perdita di qualità. All’interno, una fonte luminosa permette di illuminare tavoli e ambienti.
 
Cotto è un tavolo con struttura e gambe in acciaio inossidabile, piano di supporto in alluminio ad alto spessore. Il piano a vista è formato dall’assemblaggio di  otto grandi porzioni di cotto (trattato), di grana rugosa, compatta e forme differenti. Ogni sagoma è caratterizzata dai marchi “made in Italy” e “fatto a mano” incisi nella parte sottostante. Cotto è una reinterpretazione che nulla concede al rustico né al vernacolare della terracotta, materiale della tradizione amato dagli Etruschi, dal Brunelleschi e dai Medici.
Con Cotto, edra rinsalda il legame tra progetto e territorio, pescando ancora una volta tra le competenze eccellenti della propria regione, la Toscana, per dar vita a un oggetto assolutamente nuovo.
Cotto è perfetto per spazi interni ed esterni, lontano nella forma e nei materiali dagli stereotipi di quest’ultima merceologia.

Brenno: su questo divano la pelle naturale, sapientemente lavorata, è modellata in modo nuovo, cosa che gli offre un aspetto soffice e privo di costrizioni. La struttura è realizzata in legno multistrati e metallo,  l’imbottitura in Gellyfoam è ricoperta da un alto strato di piuma d’oca. Il rivestimento è una pelle volutamente generosa, senza l’eliminazione delle naturali abbondanze, che rivelano i morbidi volumi sottostanti, lasciano percepire l’altissimo comfort, per apprezzarlo con gli occhi prima ancora che con il corpo.
 
In tema anche gli aggiornamenti dei prodotti in collezione, con riferimenti  espliciti all’oro, metallo prezioso caro ai Barbari, in quanto capace di contenere tanto valore in poco spazio.
A cominciare dalla poltrona Sponge di Peter Traag,  la cui configurazione finale, irregolare e ogni volta unica, è il risultato dell’innovativo processo produttivo che la genera,  per l’occasione rivestita in pelle color oro, così come in oro sono due dei nove cuscini di Attila, versione 2010 di Cipria, il divano-icona dei fratelli Campana in pelliccia ecologica (qui in naturale e marrone) che tanto successo ha ottenuto lo scorso anno. Mentre la seduta Leather Works dei Campana si ricopre di una nuova pelle speciale.
Ripercorre il tema della brillantezza della collezione 2009, il contenitore Scrigno dei Campana, a cui si aggiungono tre nuove versioni: settimino, cassettiera e mobile basso.
 

EDRA SPA
P.o. box 28
Perignano (PI) - Italy
Tel. +39.0587.616660
Fax. +39.0587.617500
www.edra.com

edra@edra.com

 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Leggi i risultati