Carrello 0
NORMATIVA

Sanatoria catastale, la partita si gioca sul condono

di Paola Mammarella
Commenti 26764

Attestazione di un professionista per la validità di compravendite e locazioni, oltre 2 mila emendamenti alla manovra finanziaria

Vedi Aggiornamento del 14/07/2010
Commenti 26764
22/06/2010 – Sono oltre 2 mila gli emendamenti presentati al Senato per la modifica del ddl sulla manovra per la stabilizzazione finanziaria e la compatibilità economica. Al centro del dibattito tra maggioranza e opposizione la sanatoria catastale, che potrebbe o meno aprirsi ad ipotesi più o meno accentuate di condono edilizio.
 
Sanatoria
Il passo verso una sanatoria non solo fiscale è stato proposto da alcuni esponenti del PdL, che hanno ipotizzato l’estensione della sanatoria agli abusi edilizi realizzati entro il 31 marzo 2010 nelle aree sottoposte alla disciplina del Codice dei Beni Culturali, D.Lgs, 42/2004, previa acquisizione dell’autorizzazione prevista dall’articolo 146. La domanda di regolarizzazione potrebbe essere inoltrata anche nel caso di precedente diniego di condono edilizio da parte dell’Amministrazione.
 
Il senatore Tancredi ha prospettato anche la possibilità di far rientrare gli edifici abusivi nel patrimonio disponibile del Comune, che può indire un’asta concedendo il diritto di prelazione al responsabile dell’abuso. Il ricavato potrebbe rientrare in un capitolo di bilancio per il ripristino ambientale.
 
Sempre dal PdL è arrivata la proposta di mettere in regola gli ampliamenti non superiori al 20% e a 100 metri cubi in presenza della compatibilità paesaggistica. La maggioranza mira anche allo snellimento burocratico rendendo sufficiente la Dia per la chiusura di terrazze e ballatoi, ma anche per le coperture laterali degli spazi interni fino a 50 metri quadri.
 
Di parere contrario l’opposizione, che in uno degli emendamenti all’articolo 19 ha specificato l’applicabilità della regolarizzazione ai soli immobili realizzati in conformità con la normativa urbanistica ed edilizia vigente, secondo le prescrizioni del piano regolatore e in zona compatibile con la destinazione urbanistica, escludendo gli edifici abusivi e situati in area a rischio sismico o idrogeologico.
 
L’opposizione ha proposto limiti anche per la regolarizzazione degli immobili oggetto di interventi edilizi che abbiano determinato una variazione di consistenza o di destinazione non dichiarata al Catasto. L’aggiornamento a fini fiscali dovrebbe escludere gli edifici abusivi ed è possibile solo dopo aver valutato il rispetto della compatibilità con la destinazione urbanistica della zona e dei vincoli eventualmente esistenti.
 
Nullità per compravendite e locazioni
La bozza in fase di discussione prevede che gli atti pubblici e le scritture private autenticate tra vivi che hanno per oggetto il trasferimento, lo scioglimento o la costituzione di un diritto reale su un fabbricato già esistente debbano contenere, per le unità immobiliari urbane, a pena di nullità, oltre all’identificazione catastale, il riferimento alle planimetrie depositate in Catasto e la dichiarazione degli intestatari sulla conformità di dati catastali e planimetrie allo stato di fatto.  Alcuni degli emendamenti depositati escludono garanzia, servitù, rinunce, provvedimenti di esecuzione forzata e sentenze dagli atti tra vivi di cui si richiede la trascrizione.
 
La dichiarazione di conformità allo stato di fatto di planimetrie e risultanze catastali, che in base al ddl deve essere resa dalle parti, potrebbe essere sostituita da una attestazione asseverata da un professionista abilitato alla presentazione di documenti tecnici e catastali.
 
Secondo i senatori Thaler, Pinzger e Peterlini, l’accertamento di conformità non dovrebbe essere obbligatorio nelle zone con sistema catastale tavolare. La differenzia dal catasto ordinario, risiede nelle modalità di conservazione e nel diverso rilievo giuridico delle sue risultanze, che per i trasferimenti immobiliari hanno efficacia costitutiva oltre che probatoria.
 
In caso di discordanza tra stato di fatto e risultanze documentali, il notaio potrebbe provvedere all’aggiornamento degli intestatari in fase di voltura catastale.
 
Per ulteriori sviluppi sarà necessario attendere l’iter degli emendamenti e il loro eventuale inserimento nel testo di legge definitivo. Il Governo, intanto, ha affermato la propria contrarietà a una nuova stagione di condoni. Nonostante ciò, l'Inu, Istituto nazionale di urbanistica, ha espresso preoccupazioni dal momento che anche in passato, a fronte delle dichiarazioni di contrarietà, le sanatorie edilizie sono ugualmente passate. A scapito del consumo di suolo.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
BERLUSCONIANOPUROSANGUE

DIRETTE ALLA SINISTRA E A TUTTI QUELLI DELLA SINISTRA: SBATTETEVI, PARLATE QUANTO VOLETE,TANTO SIETE ZERO NON VALETE NIENTE, ALLA FINE GIUSTIZIA SARA' FATTA. PRESIDENTE AVANTI TUTTA NON LASCIARTI IMPAURIRE DA QUESTI VECCHI COMUNISTI.

thumb profile
Mino

Sono un italiano che come molti ha usufruito dei passati condoni e non mi sono mai chiesto se era di destra o di sinistra, serviva, dietro giusto pagamento a sanare una situazione non regolare. Mi é stato concesso, ho pagato e continuo a pagare; forse é meglio per qualche moralista da strapazzo, di sinistra in questo caso, continuare a non pagare? Proviamo tutti a guardarci nello specchio e riesumiamo magari il vangelo.... chi non ha mai sbagliato lanci la prima pietra. Forse con giuste semplificazioni in materia edilizia il condono non sarebbe utile ma con questa burocrazia "POVERA ITALIA"

thumb profile
mario

bhe io avrei tante cose da dire ma tante altre sono state gia' dette a partire dall'essere abusivi per necessita' xche' di qst si tratta di necessita' e quello che dico e' se gli italiani lo vogliono anche quelli che non sono abusivi ma che ne trarrebbero benefici (5mld d eur)d tasse e tagli in meno da pagare dove sta il problema?se si vuole dare un segnale di giustizia non si deve lasciar costruire per niente xche' non mi si venga detto che tutti qst abusi sono passati inosservati.quindi io propongo di risanare il tutto con entrate abnormi nelle casse dello stato e impedire altri abusi edilizi visto che le foto satellitari permettono istantaneamente l'individuabilita' dell'eventuale abuso edilizio.

thumb profile
pippo

d

thumb profile
michy

forza con il condono!!! L'Italia tutta ne ha bisogno e tanto, tutto riparte dallo sviluppo del lavoro e l'edilizia sta alla base di tutto ciò. Approvate il condono e l'Italia è con voi !!!

thumb profile
arciprete

L'italia e' un paese fondato sul lavoro,.... si ma il lavoro di chi ? Non certo dei nostri politici ........Che in Italia ci sia illegalita' non lo scopriamo noi che ci scambiamo le idee su questo portale, ma parlando di abusivismo, non mi sembra giusto che tutti questi immobili che non sono censiti catastalmente, rimangano li' senza che nessuno paghi un euro di oneri, oblazioni e tasse di possesso ( I.C.I. ) Perche' e' inutile che si fa tutta questa demagogia, lo sappiamo tutti che i manufatti rimarranno li' e per giunta a GRATIS. Allora mi chiedo : tutti voi che siete cosi' riluttanti ed avete tutta questa avversione al condono edilizio, come pensate di risolvere una questione cosi' spinosa ed intricata ? Fermo restando che gran parte dei cittadini italiani si sono adeguati alle ruberie di questi nostri dirigenti nonche' del nostro alto prelato, ed e' degno di avere questa classe politica, mi chiedo se non vi sembra piu' giusto che in questo momento cosi' critico per la finanza italiana, i soldi occorrenti vengano presi da coloro che hanno commesso abusi ? Oppure pensate che i soldi debbano essere presi sempre dagli "onesti " ;...( 33 % di trattenute !!!!! ). Perche' alla fine, se tutti si mettono contro al condono edilizio, i nostri cari politici, i soldi li toglieranno a qualche categoria di lavoratori.....QUESTA E' LA COSA CHE NON SI PUO' PIU' TOLLERARE, NON IL CONDONO EDILIZIO.!!!!! Qualcuno, nel suo intervento , ha scritto dei condoni fatti da Berlusconi, cosa dobbiamo dire della giunta Bassolino e della giunta Marrazzo le quali hanno tollerato, supinamente, il proliferare dell'abusivismo ? Almeno Berlusconi prova a regolarizzare questo scempio, quindi lasciamolo LAVORARE !!!!!!! In fin dei conti la ns. repubblica e' fondata proprio sul lavoro

thumb profile
Tito

Qualsiasi norma giuridica deve essere applicata col buon senso. Concedere la possibilità ad una famiglia di regolarizzare l'abitazione principale, costruita con enormi sacrifici su un terreno dapprima edificabile e successivamente divenuto agricolo, credo che sia cosa ben diversa rispetto alla sanatoria di una villa sorta sul demanio marittimo! Chi vi scrive, spera con tutto il cuore che il condono ci sia in modo tale che i tantissimi sacrifici e le numerose privazioni affrontati, possano avere un senso...

thumb profile
gerry

Meno male che questa sinistra continua a fare demagogia! così facendo continuerà a perdere consensi!!!Gli esponenti del Governo di centro-destra non perdano l'occasione per incrementare i loro consensi stando dietro alle chiacchiere della sinistra.Piuttosto sarebbe opportuno capire perchè la sinistra non ha provveduto quando era al governo a demolire tutti i fabbricati abusivi?? quanti sono ancora i fabbricati che pur avendo richiesto il condono ai sensi della 47/85 non sono ancora in possesso della concessione in sanatoria?? . Due milioni di case fantasma mica le hanno costruite solo quelli di destra e solo quando al governo c'è stata la destra? Il condono edilizio e fiscale sono necessari e indispensabili per i cittadini che vogliono regolarizzare gli illeciti commessi, rimpinguare le casse dello stato e dei comuni e non ultimo per creare lavoro per i tecnici, molti dei quali quest'anno nemmeno le tasse riusciranno a pagare!!!

thumb profile
ferdy

.....e' bello sentire che c'e' gente che si ritiene onesta, e' altrettanto bello sentire che ci sono politici che si ritengono onesti, l' Italia e' piena di onesti..... ed e' per questo che ci troviamo in una situazione finanziaria molto florida....... Il condono edilizio del 2003, ha disatteso le aspettative finanziarie perche' e' stato un condono MUTILATO. I giorni precedenti alla sua convalida, si era mosso un vespaio tra ambientalisti e politici dell'opposizione, ( Casini quel periodo era sul Carroccio ) e, come in questo caso, tutti si preoccupavano dell'ambiente, tanto e' vero che e' uscito un condono in cui non era possibile condonare immobili costruiti in zone con vincolo " PARZIALE ", ovvero, in zone con vincolo paesaggistico-ambientale....Vi ricordo che l'Italia e' per meta' vincolata paesaggisticamente, e spesso il vincolo non si capisce perche' e' stato messo ; non solo, e' stato messo all' INSAPUTA dei proprietari di quei terreni. Quindi, il governo centrale si aspettava un certo introito, mentre a livello locale ci si e' dovuti confrontare con i vincoli....Morale della favola,... TUTTA ITALIANA... , ancora gli immobili sono lì, nessuno ha pagato niente ( oblazioni, oneri, I.C.I. )e nessuno ha intenzione di pagare niente, perche' chi si andra' ad autodenunciare ? La cosa piu' importante pero', e' che, tutti voi che siete ONESTI, siete contenti perche' il condono non verra' approvato, gli abusivi sono contenti perche' non pagheranno un cent. e i politici che devono fare dei favori alle varie " ORGANIZZAZIONI " sono contenti perche' troveranno di sicuro un' alternativa. L'unico a non essere contento e' il lavoratore che vedra' aumentare le tasse e il suo stipendio e' sempre quello per altri 3 anni....ALLEGRIA !!!!!!

thumb profile
gabriele

mi dispiace per i poveri cittadini che hanno costruito su terreni NON edificabili ed adesso pretendono il condono... purtroppo continuiamo a violare le leggi e poi a voler rimediare. è ora di finirla chi non rispetta le regole deve pagare a partire dai politici fino all'ultimo cittadino. con quale faccia possiamo spiegare hai nostri figli ad essere onesti? se per primi non lo siamo noi?

thumb profile
Mynameisattila

Bene, bravi, BIS! Tutti in attesa del prossimo condono, e tutti convinti che debba essere l'ULTIMO! Non mi risulta che il condono dell'85 dovesse avere un seguito, così come quelli del '94 e del 2003, ed anche quello del 2004 doveva essere PROPRIO L'ULTIMO... Nessuno che riesca a vederlo come un circolo vizioso? L'Italia è BRUTTA grazie a VOI!

thumb profile
Vincenzo

Sono un simpatizzante del PDL sin dalla prima ora. Adesso non capisco più a che gioco si stia giocando. Il PDL dice che il condono si farà; poi no. Non si capisce più nulla. Va bene, demoliamo qualche milione di case. Poi però ,caro PDL, non venire a cercarci più

thumb profile
stefano

Se alcuni italiani vogliono il condono edilizio, vuol dire che hanno VIOLATO LE REGOLE. Non lamentiamoci poi dei politici: ogni popolo ha i politici che si merita. Questo è un popolo di IMBROGLIONI E FURBETTI DEL QUARTIERINO. Severi con gli altri ed indulgenti con se stessi. Complimenti, Italiani!

thumb profile
walter

Se la gente è costretta a costruire su terreni non edificabili è perchè mancano gli strumenti urbanistici e le norme che lo consentano. Purtroppo al sud continuano a votare gente che non è in grado di dare risposte alla popolazione e pretendono poi che le risposte gli vengano dallo stato. Signori, quando siete al chiusa dell'urna elettorale cercate di pensare....

thumb profile
disper

Questo cazz.........di condono edilizio va assolutamente fatto, anche per chi ha costruito come me, con il benestare verbale dei dirigenti e non solo comunali e si e' visto poi mettere i sigilli per non aver pagato le mazzzzzzzzzzz.....che schifo

thumb profile
ferdy

.......cari signori mi conforta tanto sapere che tanti altri la pensano come me......io vorrei ribadire ancora una volta che in questo momento, tutti coloro che si oppongono al condono edilizio, stanno facendo demagogia, stanno facendo perdere tempo prezioso e, cosa piu' importante, fanno capire che non vogliono risolvere il problema dell'abusivismo... Vorrei anche argomentare : fanno DEMAGOGIA, perche' con il loro comportamento fanno credere a qualche gonzo che tutti gli immobili verranno abbattuti, si rendono conto cosa comporterebbe abbattere centinaia di immobili ? Spiegamento di mezzi ruspe pale meccaniche.... e il materiale di risulta dove lo mettono in fondo al mare ?.... fannno PERDERE TEMPO PREZIOSO : gia' governare e tanto difficile, il governo ha avuto qualche problema, tra case gratis, protezione civile, processi...... Adesso che serve un mare di soldi non si puo' pretendere di prendere il denaro sempre da coloro che hanno una busta paga, oppure un'attivita regolare,.... non si puo' tagliare i fondi alle varie amministrazioni, non si possono eliminare le province,non si possono bloccare i contratti.....ma dove cazzo si deve prendere sto c...di denaro ? Meglio di chi ha commesso un abuso ??..... NON VOGLIONO RISOLVERE IL PROBLEMA DELL'ABUSIVISMO : se si mettessero al tavolo delle trattative e accettassero il condono edilizio, a patto che non vengano condonati tutti quegli immobili sorti in zone pericolose e sottoposte a vincolo TOTALE( escluderei paesistico-ambientale ) e che, ammetto, sono dei veri e propri scempi. Se facessero la proposta di far condonare solo quegli immobili di non piu' di 150 mq edificati in terreni di proprieta'...ecc.. Una volta condonato tutto cio' che e' stato stabilito al tavolo, devono pretendere, pena pesantissime sanzioni , che le amministrazioni comunali controllino in maniera capillare tutto il territorio di competenza, affinche' non si perpetui l'abusivismo...ciao a tutti

thumb profile
bianca

A parte il fatto che vorrei sapere dove stavano gli addetti ai controlli quando case, palazzi e via dicendo venivano costruiti...... però sarei interessata anche a conoscere chi dei nostri politicanti di sinistra che adesso sparano sul condono edilizio ha usufruito di tale beneficio nelle precedenti edizioni. Penso sarebbe interessanti pubblicare quei nomi per farli finalmente tacere per sempre !!!!!!!!!

thumb profile
de maio

un senatore p.d. , un consigliere regionale p.d. ostacolarono sino all'inverosimile il buon esito del condono edilizio , ma, ma sono stati i primi a produrre istanze tendente ad ottenere il condono , malgrado siano stati pure colti con le mani nel sacco dai vigili urbani a loro volta minacciati ad intervenire per constattare l'abuso , ora codesti hanno ottenuto la concessione in sanatoria , hanno ampliato quanto gia concessionato a sanatoria , ed attendono un altro condono per ulteriormente sanare altri illeciti , votando contro la riapertura dei termini , dimenticavo sui manufatti abbusivi costoroi grazie all'assistenzialismo di sinistra hanno percepito anche contributi statali . mi fermo qui.......

thumb profile
Davide

Vedendo la difficoltà che il PDL ha nel introdurre il Condono edilizio, non posso nn criticare la sinistra, che non tenendo conto della povera gente, specie nel Sud dove la crisi si fa sentire + forte, nega ogni possibilità di Condono edilizio, chiamandoli speculatori. Però dimentica che la maggior parte delle persone sono costrette a fabbricare, per necessità su terreni nn edificabili, e quindi meno costosi, non per speculare, ma per risparmiare e per potersi permettere una casa. Spero che il condono edilizio, possa rientare al + presto!!!!!!!

thumb profile
ferdy

i due senatori del Pd Roberto Della Seta e Francesco Ferrante stanno pasando il loro tempo ad osteggiare il condono edilizio.......ma basta fatevela finita, state facendo solo demagogia e fate perdere del tempo prezioso......

thumb profile
Bruno

Non scherziamo, non si puo' demolire 2milioni di case, fatte per lo piu' per necessita, in economia e su terreni di proprieta, dopo le persone le mettiamo per strada sotto i ponti? Ripeto non scherziamo. Se si vuole fare le cose serie secondo me si deve riaprire il condono edilizio del 2003, ma fare anche nuove regole e quindi: fare dei nuovi e funzionali "piani regolatori" in tutta italia, che diano la possibilita di costruire " in economia" a chi puo', e quindi dopo, stoppare in modo definitivo i nuovi abusi , che altrimenti continueranno ancora.

thumb profile
nisi

ambientalisti,politici di sinistra dicono che il condono è un atto criminale..io invece dico che tutta la sinistra sono dei veri criminali,falsa sinistra vogliono abbattere i 50-60mq di prima casa di necessita' mentre loro hanno villoni a picco sul mare allora se vogliono abbattere le piccole case di necessita'non voglio vedere piu' una villa in zone vincolate vergogna vergogna FALSA SINISTRA contro le persone indifese, deboli,povere,perche' non abbattete la villa CITTA' SUL MARE DI BERLUSCONI IN SARDEGNA LI NON ESISTE ZONA VINCOLATA CHE INGIUSTIZIA!!!!!!!!!

thumb profile
ferdy

Politici dell' Opposizione, Ambientalisti e I.N.U. ( istituto nazionale di urbanistica ), se la devono smettere di opporsi al condono edilizio perche', cosi facendo, fanno pura demagogia e fanno perdere tempo....... BASTA !!!!!!!

thumb profile
filippo

Per coloro che ancora credono alla sinistra .........questa è la dimostrazione definitiva di quanto sono cinici i politici di sinistra per loro l'unica soluzione è l'abattimento delle case dei poveri cittadini invece per i loro vergognosi privilegi sono molto permissivi..............vergogna!!!

thumb profile
LELLO

STRANAMENTE IN TV SUI GIORNALI I POLITICI SI DICONO TUTTI CONTRARI AL CONDONO EDILIZIO. SONO TUTTI POCO SERI PERCHE' PRENDERE LA GENTE IN GIRO NON GIOVA A NESSUNO. PERCHE' QUELLE POCHE PERSONALITA' POLITICHE SERIE CHE HANNO A CUORE IL PROBLEMA NON ESCONO ALLO SCOPERTO E SI METTONO VERAMENTE A TAVOLINO PER STUDIARE UNA SOLUZIONE SERIA E CHE RISOLVA IL PROBLEMA DEFINITIVAMENTE? FINO A POCO TEMPO FA ERO SIMPATIZZANTE DI SINISTRA, MA DI FRONTE AI COMMENTI DI QUELLA CLASSE POLITICA CHE SI DIMOSTRA CONTRARIA PER PRINCIPIO AL CONDONO EDILIZIO MA POI NON RIESCE A DARE UN'ALTERNATIVA PER QUEI POVERI DISGRAZIATI CHE COME ME HANNO COSTRUTO UNA CASA PER USO PERSONALE, DEVO RICREDERMI PROFONDAMENTE. CARO BERSANI E' FACILE A PAROLE GIOCARE SULLA PELLE DELLA POVERA GENTE.

thumb profile
LUCA

CASE AL COLOSSEO... AUTO BLU'... VIAGGI ALL'ESTERO.... SCANDALI SOPRA SCANDALI.. E PER NOI MODESTI CITTADINI,IL PATEMA DI DOVER VIVERE CON L'INCUBO DI UNA DEMOLIZIONE DELLA NOSTRA CASA. POLITICI SMETTETELA SUBITO!!!! RIAPRITE IL CONDONO EDILIZIO DEL 2003 E CERCATE DI FARE RISOLLEVARE L'ECONOMIA CHE LANGUE.

thumb profile
nisi

non si capisce perche' non vogliono aprire il condono del 2003 che allora in campania non si è fatto nulla,non vogliamo un'altro condono vogliamo solo uguaglianza nel veneto ,in lombardia e tante altre regioni nel 2003 hanno fatto di tutto e i campani non hanno usufruito di niente grazie a BASSOLINO nemmeno i piccoli abusi non vincolati abbiamo potuto sanare non si è capito niente allora!!!!! basta condoni solo ripristino del 2003!!!!!!!!

thumb profile
maria

non capisco a che gioco stanno giocando prima dicono si poi no e non capiscono che ci mandano fuori di testa noi abusivi abbiamo fatto tanti sacrifici x una casa e ora decidono di abbatterla e noi dove andiamo a vivere a casa loro visto che non sappiamo cosa fare ci diano loro una casa visto che siamo anche noi cittadini italiani e paghiamo le tasse come tutti quindi la casa e un nostro diritto e lo esigiamo se no non tocchino le nostre case altrimenti non pagheremo piu nessuna tassa visto che ci considerano delinquenti lo saremo x davvero

thumb profile
Ivan

Sarebbe auspicabile la riapertura del condono edilizio 2003, fissando una data di ultimazione dei lavori Perentoria.In modo tale da non permettere più abusi futuri, non è assolutamente ammissibile che tutt'oggi esistano edifici condonati in maniera regolare e non, da un lato, e dall'altro edifici non condonati e che pero' si sia "permesso" di edificare abusivamente senza IMPEDIRLO, non è pensabile dover demolire milioni di edifici.Oggi giorno esistono le rilevazioni satellitari, quindi si sa per certo quando l'opera è stata edificata, si fissi quindi una data e BASTA CONDONI. E' una questione di EQUITA' ma anche UGUAGLIANZA.! Ravvediamoci! TUTTI O NESSUNO!

thumb profile
Ivan

Hanno ipotizzato l’estensione della sanatoria, non solo fiscale, agli abusi edilizi realizzati entro il 31 marzo 2010, nelle aree sottoposte alla disciplina del Codice dei Beni Culturali previa acquisizione dell’autorizzazione prevista, nei casi di precedente diniego di condono edilizio da parte dell’Amministrazione. Le rimanenti abitazioni individuate non verranno accataste? ( dal 31 Marzo 2003 al 31 Dicembre 2003? ), non riesco a capire, a questo punto bisognerebe fissare come data di ultimazione dei lavori una data che coincida con la fine dell'anno e cioè 31 DICEMBRE 2003 altrimenti non ci si capisce più nulla.

thumb profile
salvatore

non credo che qualcuno si segga ,e da li' impartisce tu si tu no nonostante noi stessi li abbiamo portatati li dove sono ,e inconcepibile che per avere diritto a costruire al mio caso servono una lottizzazione minima di 50.000 mila metri quadri per costruire 100 metri cubi sicuramente chi la deciso si e' fumato un bel cannone di erba ciao raga

thumb profile
aldo

ma io dico, un cittadino che deve costruire casa per se e la sua famiglia, su un terreno di proprietà, non dando fastidio ne al paesaggio ne ai vicini, perchè non può farlo? per leggi di m. che bloccano una qualsiasi intenzione di mettere su famiglia. se il condono serve per questi tipi di abusi ben venga.

thumb profile
salvo

adesso ci si mette lo stesso pdl a confonderci di piu' le idee! ma insomma prima la sanatoria catastale, adesso dicono che non ci sara' nessun condono edilizio! a che gioco giochiamo? come verranno regolarizzate due milioni di case fantasma!! POLITICI SMETTETELA DI PRENDERVI GIOCO DI NOI CITTADINI ABBIAMO GROSSI PROBLEMI DI SOPRAVVIVENZA SPECIALMENTE AL SUD QUINDI DECIDETEVI O CI SISTEMATE LE CASE CON UN CONDONO PER TUTTI, OPPURE FATE PRENDERE CON LA FORZA DONNE, MALATI, VECCHIETTI, BAMBINI LI FATE BUTTARE FUORI DALLA FORZA PUBBLICA DALLE PROPRIE CASE E FATE DEMOLIRE TUTTI I SACRIFICI DI UNA VITA RACCHIUSI NELLA PROPRIA ABITAZIONE!! MA QUESTA SPASMODICA ATTESA DEVE FINIRE!

thumb profile
jos611

Ancora oggi il Governo, per bocca del suo portavoce (Bonaiuti), ha smentito categoricamente ogni possibilità di Condono edilizio. Mah! Lo trovo quantomeno illogico. A questo punto mi piacerebbe sapere cosa intendono fare con i milioni d'immobili che, sostengono loro, dai rilievi effettuati risultano non censiti. Dicono che sono 2 milioni. Bene. Diciamo pure, in via prudenziale, che la metà soltanto siano abusivi: che fanno, demoliscono un milione di case? ...e le famiglie che in quella case abitano, dove le mettono? E i piccoli abusi, quelli perlopiù formali di cui spesso e volentieri il proprietario stesso ne ignora l'irregolarità, che fanno: lasciano tutto così? ...'sta cosa non ha né capo né coda.

thumb profile
Francesca

La sanatoria non puo' essere solo fiscale,che senso avrebbe? Fare chiarezza su questo punto è necessario.Non ci si rende conto che la necessità di sanare scaturisce dal non essere in regola per qualsiasi motivo.Se esclusione deve esserci,sia solo per i manufatti in zone a rischio.

thumb profile
ferdy

non capisco perche' l' autorizzazione paesistica scade e perche' non puoi finire i lavori

thumb profile
eolo

Ho iniziato la mia costruzione con concessione edilizia e autorizzazione pesistica, nel 2009. Il mio direttore dei lavori non si è accorto della scadenza dell'autorizazione paesistica. I lavori sono proseguiti ancora dei mesi. La costruzione è oggi urbanisticamente e paesaggisticamente consentibile. MA CON L'ATTUALE NORMATIVA NON POSSO PROCEDERE ALL'ACCERTAMENTO DI COMPATIBILITA' PAESAGGISTICA. In sintesi non ho alternativa che demolire e ricostruire?