Carrello 0
Ultimato a Portogruaro il Polo dell’innovazione strategica
ARCHITETTURA

Ultimato a Portogruaro il Polo dell’innovazione strategica

Commenti 6152

Il progetto PO.LIN.S porta la firma dell'architetto Marco Acerbis

Commenti 6152
21/07/2010 – All’interno di Eastgate Park, il più grande parco integrato logistico industriale e artigianale del Nord-Est orientale con 1,8 milioni di mq, sviluppato da Pirelli Re - Fondo Spazio Industriale e realizzato da ZH General Construction Company, è stato costruito Polins, il Polo per l’Innovazione Strategica, su progetto dell'architetto Marco Acerbis. Il nuovo edificio polifunzionale nasce da un progetto di collaborazione tra il Comune di Portogruaro e l’Ente universitario Portogruaro Campus (Università Ca’ Foscari, Venezia), e ha l’obiettivo di favorire lo sviluppo di nuovi modelli di business integrando il mondo universitario, il mondo della consulenza e quello imprenditoriale.
 
L’edificio è certificato Classe A+ secondo gli standard di CasaClima ed utilizza materiali ecosostenibili come la fibra di legno e fonti di energia rinnovabile quali geotermico e fotovoltaico.
Si tratta di un edificio in grado di ispirare, ed è non a caso inserito all’interno di un grande parco industriale e logistico in divenire, che vuole seguirne le strategie e i valori.
 
Le grandi arcate in abete lamellare con luce 33 metri coprono l’intero volume accogliendo il visitatore fin da fuori e creano spazi ospitali e scenografici ricchi di dinamismo e luminosità.
 
L’esposizione prevalente a sud permette di mitigare le condizioni climatiche invernali con un notevole apporto solare passivo che è invece ridotto nei mesi estivi grazie alla presenza di frangisole con pannelli fotovoltaici integrati.
Le facciate ventilate sono rivestite con lastre in gres porcellanato di colore nero che proteggono dalle intemperie e che permettono il naturale defluire dell’aria mantenendo i muri perimetrali in ottime condizioni termiche.
 
Al suo interno troviamo una serie di uffici ed una sala conferenze per 150 persone, il tutto articolato in modo lineare così da semplificare l’utilizzo dell’edificio in ogni occasione. La sala conferenze è stata studiata nei minimi dettagli per massimizzare l’assorbimento acustico dei muri e del soffitto ed in particolare per quest’ultimo sono stati utilizzati dei pannelli in alluminio anodizzato e microforato che, essendo cavi all’interno, fungono da assorbitori delle onde sonore. L’aggregazione di questi pannelli permette di nascondere gli impianti e di garantire il passaggio della luce naturale proveniente dai lucernari sul tetto.
 
L’edificio POLINS sarà presente con una installazione alle XII Biennale di Architettura a Venezia, all’interno della Mostra CULTURE_NATURE presso lo Spazio Thetis.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa