Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, proposta alla Camera la proroga al 2023
NORMATIVA Superbonus 110%, proposta alla Camera la proroga al 2023
AZIENDE

'The Woven Car' con DuPont™ Corian®

Da rottame a opera d’arte

Commenti 4259
02/07/10 - Prendere una MG Midget vecchia, arrugginita e da tempo fuori uso e trasformarla da automobile da rottamare in un’opera d’arte moderna. E’ ciò che hanno fatto Jeanne Wiley e Ann Conte negli Stati Uniti con “The Woven Car” (automobile intrecciata), installazione artistica esposta nel South Store Art Center (Cohasset, Massachussets, www.ssac.org) nell’ambito della mostra Media Mix. Jeanne Wiley e Ann Conte hanno trovato questo modello dei primi anni Sessanta della MG Midget in un cortile nel vicinato (dove era utilizzato come deposito per legna da ardere) e, con l’utilizzo di materiali riciclati e materiali creati dall’uomo – tra cui la tecno-superficie DuPont™ Corian® in una sua nuova e inusuale materializzazione - che contengono parti riciclate, lo hanno “risistemato”, dando vita a un’installazione di design decisamente particolare.

Per ottenere il look da “cesta intrecciata”, Wiley e Conte hanno fissato alla carrozzeria circa 460 metri di cinture di sicurezza di auto provenienti da fondi di magazzino. Wiley, artista della ceramica e con esperienze nella tessitura, spiega che il progetto “ruota interamente attorno al riciclaggio, alla sostenibilità e al riutilizzo di un oggetto per uno scopo differente.”
Per realizzare gli interni dell’automobile, le artiste hanno collaborato con Joel Miller di Sterling Miller Designs, azienda di design specializzata nella lavorazione della tecno-superficie DuPont™ Corian®. Sedili, tappetini e parabrezza sono tutti realizzati con tipi di DuPont™ Corian® appartenenti alla “Terra collection”, disponibile negli Stati Uniti e contenente materiale riciclato (nell’area Europa, Medio Oriente e Africa, DuPont commercializza le collezioni di colori di DuPont™ Corian® con contenuto di materiale riciclato, denominate “Eco-Concrete” e “Eco Terrazzo”).
La leva del cambio è composta da un mazzo di rose in ceramica e anche dal cruscotto “crescono” fiori, creati dalla ceramista e pittrice Ann Conte, che ha immerso fiori veri in un impasto fatto di carta e argilla. Anche i fanali posteriori, i cui diffusori sono stampati in toni psichedelici di arancio, rosso e giallo, sono di ceramica.

Ann Conte (www.4thfloorartists.org/conte.html) - Laureata al Massachusetts College of Art, Ann Conte esprime il suo talento di artista nella pittura, nella scultura ceramica e con oggetti in fibra. A volte divertente, a volte ironico, a volte con tratti “dark”, il suo lavoro è sempre emozionante. Pur avendo grande stima della pittura tradizionale paesaggistica e dello still life, il suo lavoro ha una connotazione più moderna. Le tecniche del collage e gli oggetti trovati vengono applicati insieme a tecniche di pittura tradizionale, costringendo l’osservatore a vedere il vecchio, il nuovo e le cose scartate con una sensibilità del tutto nuova. “Il mio obiettivo è prendere le cose comuni per trasformarle in qualcosa di misterioso e bello. Quando questo mi riesce, mi sento davvero soddisfatta.” dichiara Ann Conte.
 
Jeanne Wiley (www.wileyceramics.com) – “Il mio lavoro da artista della ceramica riflette la mia attuale esplorazione dei confini tra ciò che è considerato arte e ciò che è considerato puramente funzionale e il mio tentativo di unire questi due punti di vista in maniera nuova e inaspettata,” racconta Jeanne Wiley. Il risultato è una reinterpretazione di forme tradizionali attraverso combinazioni uniche di semplicità utilitaria, estetica sculturale e combinazioni di media di vario genere. Dal suo primo approccio alla scultura al Bennington College nel Vermont, Wiley continua a sviluppare le sue capacità artistiche nelle materie più disparate, attingendo alla sua prima
formazione nella scultura. Ha perseverato in questo cammino nel corso di una carriera professionale che spazia tra lo sviluppo di film animati e la realizzazione di siti web.
Dal 2000, l’artista focalizza le sue energie sulla ceramica e sulla tessitura come dimostra la sua più recente creazione – “The Woven Car”, a oggi il suo lavoro più ambizioso e impegnativo. Costruita sul telaio di una vecchia automobile sportiva, la scultura prende vita dal rattoppare e riparare con l’impasto di carta e argilla, una tecnica relativamente nuova nel mondo della ceramica. Il rivestimento intrecciato è stato realizzato con un tessuto creato da cinture di sicurezza d’auto.

Tutti i dettagli sono realizzati in ceramica mentre l’interno è costruito con DuPont™ Corian®.


DuPont de Nemours Italiana su Edilportale.com

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui