Carrello 0
Venezia: 'M9. A New Museum For A New City'
EVENTI

Venezia: 'M9. A New Museum For A New City'

di Rossella Calabrese
Commenti 3668

La mostra coi 6 progetti in gara per il Museo del '900 a Mestre

Vedi Aggiornamento del 15/07/2010
Commenti 3668
12/07/2010 – Il prossimo 28 agosto, in concomitanza con le giornate di inaugurazione 12esima Biennale Internazionale di Architettura di Venezia, la Fondazione di Venezia presenterà al pubblico la mostra “M9. A New Museum For A New City”, dedicata ai 6 progetti che hanno preso parte al concorso internazionale a inviti per la progettazione del nuovo polo museale M9 - “Museo del Novecento” di Mestre.

Carmassi Studio di Architettura (Italia), David Chipperfield Architects (Gran Bretagna/Italia), Agence Pierre-Louis Faloci (Francia), Mansilla+Tuñón Arquitectos (Spagna), Sauerbruch Hutton (Germania) e Souto Moura Arquitectos (Portogallo): questi i nomi dei 6 team in gara.  

Per la realizzazione della struttura è previsto un maxi-intervento di rigenerazione urbana da 100 milioni di euro sull’area dell’ex Caserma Matter. Il volume occuperà una superficie di circa 9mila mq e sarà articolato su più livelli fino a un’altezza massima di 30 metri. L’inaugurazione è prevista entro il 2014.

Tra le funzioni del nuovo contenitore culturale ci saranno un auditorium, servizi didattici e formativi, una mediateca-archivio dedicata al XX secolo, una nuova area-mostre per esposizioni temporanee ed installazioni interattive, servizi al pubblico, zone ricreative e spazi retail (che verranno inseriti nell’ex caserma restaurata).

M9 – ‘Museo del Novecento di Mestre’ sarà un nuovo polo culturale e commerciale  simbolo del rilancio architettonico e urbanistico di un territorio, un nuovo museo motore e catalizzatore delle proposte e dei fermenti culturali della terraferma, un luogo di apprendimento sì, ma anche una piazza in cui confrontare le idee e gli stimoli ricevuti da esposizioni interattive, allestimenti multisensoriali, conferenze e convegni” – dichiaravano qualche tempo fa dalla Fondazione di Venezia, promotrice del concorso. “L’obiettivo è di restituire alla comunità mestrina uno spazio storico nevralgico, da secoli precluso alla cittadinanza – prima perché convento, poi perché area militare -, reintegrandolo nel tessuto relazionale della città”.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa