Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale Digital Forum, giro di boa per la prima fiera virtuale dell’edilizia
TECNOLOGIE Edilportale Digital Forum, giro di boa per la prima fiera virtuale dell’edilizia
RISPARMIO ENERGETICO

In arrivo un Fondo per la riqualificazione energetica degli edifici pubblici

di Rossella Calabrese

Pannelli solari e nuovi impianti di climatizzazione invernale per ridurre l’inquinamento dell’aria

Vedi Aggiornamento del 19/10/2010
Commenti 10288
13/07/2010 - Un Fondo di rotazione per interventi di riqualificazione energetica per gli edifici pubblici, installazione di pannelli solari, sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti a caldaie di condensazione.
 
Lo prevede un disegno di legge, approvato dal Consiglio dei Ministri del 9 luglio scorso su proposta del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, Stefania Prestigiacomo, e finalizzato a ridurre le emissioni di PM10 e di ossidi di azoto.
 
Il “disegno di legge - afferma il Governo in un comunicato -interviene significativamente sui valori di inquinamento dell’aria, in considerazione dei picchi registrati in almeno cinquanta zone del territorio nazionale”.
 
In quindici fra Regioni e Province autonome (dove si manifesta un rischio sanitario per la popolazione) il disegno di legge introduce divieti e limiti alla circolazione del traffico per diverse categorie di mezzi di trasporto e incentivi per l’acquisto di veicoli di nuova immatricolazione o classe di omologazione Euro 5.
 

Ricordiamo che nel febbraio 2010, i Sindaci dei Comuni della Valle Padana hanno costituito un coordinamento permanente per l’attuazione di una politica volta ridurre i livelli di concentrazione degli agenti inquinanti nell’aria e a migliorare la vivibilità delle città.
 
I sindaci si sono impegnati a limitare il traffico automobilistico e ad estendere le aree pedonali, a migliorare l’efficienza degli edifici comunali, a promuovere il risparmio energetico, ad ottimizzare i consumi energetici per il riscaldamento privato.
 
Ma contemporaneamente hanno chiesto al Governo di prorogare oltre il 2010 la detrazione del 55% per la riqualificazione energetica degli edifici e di incrementare il premio del Conto Energia per gli impianti fotovoltaici abbinati ad un uso efficiente di energia negli edifici pubblici (leggi tutto).
 
Il nuovo Conto Energia è stato approvato lo scorso 8 luglio dalla Conferenza Unificata (leggi tutto), mentre la detrazione del 55% scadrà il 31 dicembre 2010 e non è ancora stata prorogata.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
stefano

Il pubblico si vuole aumentare gli incentivi per se e poi li vuole ridurre ai privati oggetto di assurde gimkane burocratiche in una giungla di norme frammentarie e alle prese con una rete elettrica satura ed inefficiente. Un giorno pagherete per la vostra disonestà intellettuale, una proposta di sviluppo seria per questo paese quando si attuerà, mai. Ladri, di ogni colore, impiegati ed amministratori inetti ignoranti e ladri, e noi paghiamo, anche l'aria che respiriamo, LADRI, Adesso che finiranno anche i soldi per le casse integrazioni straordinarie e la carta per ristampare soldi dove andrete a nascondervi.