Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

Appalti, eccessivo ribasso causa esclusione dalla gara

di Paola Mammarella

Tar Campania: Impossibile presentare offerta anomala giustificata dall’azzeramento degli utili

Vedi Aggiornamento del 20/10/2010
06/08/2010 - Può essere esclusa da una gara d’appalto l’impresa che presenta un’offerta economicamente anomala, giustificandola con un azzeramento dell’utile. Lo ha stabilito il Tar Campania con la sentenza 1495/2010 del 17 marzo scorso ha respinto il ricorso di un'azienda che aveva presentato un'offerta anomala perché troppo bassa dal punto di vista economico.

Secondo i giudici campani, negli appalti con la Pubblica amministrazione l'impresa chiamata a giustificare l'anomalia della propria offerta non può difendersi con l'integrale azzeramento dell'utile di impresa o una sua quasi totale riduzione.

Grava infatti sull’impresa che presenta l’offerta l’onere di dimostrare la congruità della proposta presentata. L’impresa deve cioè provare, nonostante il ridotto margine di utile, di essere in grado di fornire una prestazione adeguata alla regolare esecuzione delle opere e a soddisfare l'interesse pubblico.

Il Tribunale Amministrativo della Campania ha esaminato il caso di una gara d’appalto per l’adeguamento di una caserma, alla quale hanno preso parte sette imprese.

La gara è stata sospesa per effettuare degli accertamenti su alcuni ribassi anomali, passo che ha richiesto l’insediamento di una commissione tecnica per la valutazione delle giustificazioni presentate dalle imprese e basate u costo del lavoro, tecniche utilizzate e oneri finanziari conseguenti all’appalto.

Dopo aver riscontrato inadeguatezze nel calcolo della retribuzione per i lavoratori e un piano di ammortamento non attendibile, elementi che hanno comportato l’esclusione di una delle imprese, un’altra azienda è stata ammessa alla gara.

La decisione, che ha provocato la denuncia per disparità di trattamento da parte dell’impresa esclusa, è stata giustificata con una valutazione globale effettuata sull’attendibilità dell’offerta.

Nel caso dell’impresa contro interessata, scelta in seguito all’esclusione, è stato riscontrato un ribasso più contenuto rispetto ai valori medi praticati.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
CIRIACO

finalmente era ora che qualcuno provvedesse per queste offerte anomale forse a quest'ora non ci sarebbero nemmeno pericoli in giro per le opere pubbliche, vedi frane e smottamenti, strade dissestate ecc....ecc....

thumb profile
Maurizio

lodevole l'operato dei giudici campani. Anche le regioni del nord dovrebbero prendere esempio; Inaccettabile l'aggiudicazione di appalti con 40/50% di sconto , considerando che determinate lavorazioni verranno subappaltate ..............

thumb profile
salvatore

una lode ai giudici , sono pure io un imprenditore e mi sono stancato di vedere ribassi troppo elevati sugli appalti pubblici da grandi imprese che poi ho lasciano il lavoro a meta' oppure lo fanno da schifo !!! e nn permettono a noi piccole medie imprese di poter lavorare onestamente!!


x Sondaggi Edilportale
Quanto è equo il compenso dei professionisti? Leggi i risultati