Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

Appalti, l’impresa cessionaria non assume le colpe della cedente

di Paola Mammarella

Consiglio di Stato: impossibile l’esclusione per il principio di personalità della responsabilità

Vedi Aggiornamento del 20/10/2010
20/08/2010 – L’impresa che subentra ad una società non in regola con gli adempimenti previdenziali non può essere esclusa da una gara di appalto. Così il Consiglio di Stato, che con la sentenza 3213/2010 ha affermato che l’impresa non eredita le mancanze del cedente.
 
Il Codice dei Contratti Pubblici, Decreto Legislativo 163/2006, in caso di cessione d’azienda non prevede infatti il trasferimento dei requisiti soggettivi dall’impresa cedente alla cessionaria.
 
Nel caso analizzato, il CdS ha considerato irrilevante il fatto che l’azienda cedente avesse partecipato ad una gara d’appalto pur avendo un debito tributario e previdenziale, che costituisce causa di esclusione.
 
Se da una parte è vero che non possono partecipare alle gare le imprese che abbiano commesso violazioni accertate rispetto agli obblighi relativi al pagamento di imposte e tasse secondo la legislazione italiana o dello Stato in cui sono stabiliti, è anche vero che le clausole di esclusione sono di stretta interpretazione e non può essere loro applicata nessuna forma di estensione analogica.
 
Solo in questo modo può infatti essere tutelata la parità di trattamento e l’esigenza della più ampia partecipazione. Le norme che regolano la disciplina dei requisiti soggettivi di partecipazione alle gare pubbliche devono essere interpretate nel rispetto del principio di tipicità e tassatività delle ipotesi di esclusione, dal momento che questo costituisce restrizione della libertà di iniziativa economica, tutelata sia dalla Costituzione italiana che dall’Unione Europea.
 
Il Consiglio di Stato ha quindi convalidato l’orientamento del Tar Campania, che aveva rilevato come la mancanza di una disposizione esplicita all’interno del Codice Appalti non implicasse l’obbligo di dichiarare i requisiti soggettivi dell’impresa cedente.
 
Per il principio di personalità della responsabilità, l’impresa cessionaria non può quindi essere esclusa dalla gara.

 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Quanto è equo il compenso dei professionisti? Leggi i risultati