Carrello 0
EVENTI

A Verona Marmomacc 2010

di Maria Tortorelli

Al centro della manifestazione pietre, design e tecnologia

Vedi Aggiornamento del 19/09/2012
29/09/2010 – Il polo fieristico di Verona inaugura oggi la 45esima edizione di Marmomacc Mostra Internazionale di Pietre, Design e Tecnologia.
 
L’evento, in programma fino al prossimo 2 ottobre, conta quest’anno 1.500 espositori, dei quali 798 esteri su oltre 76 mila metri quadrati espositivi netti occupati, con l'utilizzo di tutti gli 11 padiglioni e delle aree scoperte.
 
Marmomacc si rivolge a un comparto che, solo in Italia, occupa circa 60 mila persone, impegnate in 11mila aziende tra industriali ed artigiane, che creano complessivamente un volume d’affari di 3 miliardi di euro.
 
Tra gli eventi di punta della fiera, la mostra “Marmomacc Meets Design” propone nuove prospettive per il settore del marmo e della pietra, con l’obiettivo che evoluzione e progettualità nascano e si sviluppino in diretto e costante rapporto con il sistema produttivo.
 
Il successo riscosso dalle precedenti edizioni è confermato dalla partecipazione, nel 2010, non solo di aziende che costituiscono ormai presenze “storiche” all’interno dell’evento, ma anche di nuove realtà che - all’insegna dell’innovazione - per la prima volta decidono di misurarsi con un progetto che di anno in anno riesce a catalizzare crescenti interesse e visibilità.
 
Al tradizionale binomio azienda-design si assoceranno infine nel 2010 due nuove iniziative, che ampliano l’attenzione di Marmomacc Meets Design alla scala urbana e regionale.
 
L’Accademia di Architettura di Mendrisio, nel suo annuale progetto di esplorazione e riqualificazione che vede nel 2010 protagonista la città di Varese, sceglie Marmomacc per studiare - con Riccardo Blumer - un progetto di arredo urbano in botticino che vede il diretto coinvolgimento del Consorzio Marmisti Bresciani.
 
Regione Puglia, promosso dall’Area Politiche per lo Sviluppo il Lavoro e l’Innovazione della Regione, assocerà invece a quattro tra le più note e utilizzate pietre pugliesi la progettualità di altrettante giovani promesse del design, che hanno però già riscosso importanti riconoscimenti da parte di critica e aziende.
 
Il nuovo tema da indagare sarà Irregolare-Eccezionale all’insegna dell’atipicità percettiva e sensoriale e dell’unicità intesa non solo come ritorno a una componente naturale e “originaria”, ma anche come individualità e personalizzazione.
 
Designer e aziende: Patricia Urquiola con Budri, Luca Scacchetti con Finstone S.A.R.L., Aldo Cibic con Grassi Pietre, Giovanni Vragnaz con Iaconcig, Thomas Sandell con Marsotto, Marco Piva con MGM Furnari, Manuel Aires Mateus con Pibamarmi, Riccardo Blumer e l’Accademia di Architettura di Mendrisio con Consorzio Marmisti Bresciani, Tomás Alonso, Stefan Diez, Luca Nichetto, Philippe Nigro con Regione Puglia.
 
Altro appuntamento è quello con la mostra ed il convegno “Architetture di Cava”. La particolare diffusione in alcuni territori regionali delle attività estrattive ha reso la questione del recupero delle aree di cava un problema di rilevanza assoluta a causa della sovrapposizione che queste generano rispetto ai numerosi processi produttivi economici e antropici che si svolgono sul territorio.

Questa condizione, presente peraltro in numerose regioni italiane ed europee, consente di portare la questione delle cave da un aspetto di semplice recupero localizzato ad uno di progettazione territoriale in cui tali aree possono contribuire attivamente al funzionamento dei luoghi urbani e ad una gestione integrata del territorio. In tal senso, se opportunamente progettate, queste aree, possono contribuire attivamente allo sviluppo delle periferie urbane e ad una gestione integrata del territorio che non blocca peraltro la crescita di questa vasta economia, ma la colloca all’interno di un processo più vasto di controllo e di organizzazione della forma del paesaggio mediterraneo.

Sulla base di queste considerazioni, Marmomacc apre il dibattito allargando l’orizzonte alle esperienze compiute a livello internazionale e alle nuove chiavi interpretative offerte dalla cultura, dalla tecnica e dalla produzione e lo fa con una mostra e un convegno.
 
La mostra, a cura di Vincenzo Pavan, approfondisce e sviluppa una ricognizione avviata dieci anni fa da Marmomacc su esperienze di recupero creativo delle cave di materiali litici realizzate negli ultimi vent’anni in differenti paesi europei tra cui Spagna, Francia, Italia, Grecia, Scandinavia, Inghilterra.

Gli interventi più interessanti, rappresentativi di metodi e tipologie diversi, dalle cave in galleria a quelle in cielo aperto, saranno esposti in una mostra allestita in Veronafiere durante la 45ª Marmomacc nello spazio “Forum del Marmo” del padiglione 7/B dal 29 settembre al 2 ottobre 2010.

Il Convegno, che si terrà venerdì 1 ottobre 2010 nello spazio “Forum del Marmo” del padiglione 7/B, tratterà in diverse sessioni i principali contenuti riguardanti la progettazione del paesaggio delle aree estrattive, tra i quali: la legislazione, economia e gestione del territorio; il recupero del paesaggio estrattivo e il progetto di cava; la cava come risorsa, potenzialità progettuali e esperienze internazionali; la ricerca nelle università. Tutto questo non solo per promuovere un’economia particolarmente sofferente in questi anni ma anche per comprendere come, attraverso una corretta politica territoriale, non fatta solo di vincoli legati alla tutela del patrimonio ecologico e ambientale, ma anche alla programmazione dello sviluppo infrastrutturale, urbano e sociale dei territori regionali, sia possibile ricollocare le aree di cava in una visone più totalizzante del territorio.
 
Sabato 2 ottobre 2010 alle ore 11.00, presso il Museo di Castelvecchio di Verona, Sala Boggian, si terrà invece la Lectio Magistralis dell’architetto Bernard Lassus.
Paesaggista D.P.L.M.A. e Architetto, co-fondatore dell' l'Ecole Nationale Supérieure du Paysage di Versailles dove insegna da dieci anni.
 
Per conoscere l’intero programma di Marmomacc 2010 clicca qui
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati