Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Sblocca Cantieri, ecco l’elenco delle opere prioritarie
LAVORI PUBBLICI Sblocca Cantieri, ecco l’elenco delle opere prioritarie
LAVORI PUBBLICI

Tracciabilità negli appalti pubblici, pronte le linee guida

di Rossella Calabrese

Dall’Authority le indicazioni per l’applicazione delle norme antimafia

Vedi Aggiornamento del 22/11/2010
Commenti 12592
20/09/2010 - L’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori servizi e forniture renderà note oggi le Linee Guida per l’applicazione delle norme relative alla tracciabilità dei flussi finanziari  negli appalti pubblici, contenute nella legge n. 136 del 13 agosto 2010.
 
Con un’apposita determinazione l’Authority fornirà le principali indicazioni sulla tracciabilità dei flussi finanziari (art. 3 della legge) finalizzate a sciogliere i nodi applicativi discussi con gli operatori del settore (imprese e stazioni appaltanti)  ascoltati in audizione nei giorni scorsi.
 
Per consentire la tracciabilità dei pagamenti, le legge prevede che appaltatori, subappaltatori, subcontraenti della filiera delle imprese e concessionari di finanziamenti pubblici utilizzino conti correnti bancari o postali dedicati, anche non in via esclusiva, alle commesse pubbliche.
 
Tutti i movimenti finanziari devono essere registrati ed effettuati esclusivamente tramite bonifico, documentando i pagamenti in favore di enti previdenziali, assicurativi e istituzionali, con il divieto di impiegare denaro contante (leggi tutti i contenuti).

Con una circolare in fase di pubblicazione, il Ministero dell’Interno ha chiarito che le norme antimafia sulla tracciabilità dei pagamenti si applicano solo ai contratti stipulati dopo il 7 settembre 2010 (leggi tutto).

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, lo conosci davvero? Scoprilo con il quiz! Partecipa