Carrello 0
NORMATIVA

Sanatoria catastale, via alla consultazione telematica

di Paola Mammarella
Commenti 22317

Attivo il servizio per la regolarizzazione degli immobili e l’aggiornamento del catasto urbano

Vedi Aggiornamento del 20/04/2011
Commenti 22317

22/10/2010 – È attivo il servizio di consultazione telematica delle planimetrie catastali. I soggetti abilitati potranno servirsene per la presentazione degli atti di aggiornamento catastale.
 
Lo ha comunicato il direttore dell’Agenzia del Territorio Gabriella Alemanno in base ai contenuti dal Provvedimento 47477 del 16 settembre scorso, che ha anche fissato le regole per la consultazione.
 
Oltre che all’aggiornamento, il servizio on line serve a facilitare l’emersione degli immobili fantasma, come previsto dalla manovra estiva per la stabilizzazione finanziaria e la competitività economica. Secondo il Dl 78/2010, convertito dalla Legge 122/2010, i dati catastali diventano fondamentali per i contratti di locazione, compravendita e costituzione di altri diritti reali sugli immobili. Senza il riferimento alle planimetrie depositate in Catasto e la dichiarazione degli intestatari sulla loro conformità allo stato di fatto, i contratti sono nulli.
 
Immobili e planimetrie coinvolte
La consultazione telematica da parte dei soggetti abilitati sarà possibile solo per le planimetrie catastali delle unità immobiliari urbane, con esclusione degli immobili censiti nelle categorie B/3 (prigioni e riformatori), D/5 (istituti di credito, cambio ed assicurazione), E/5 (fabbricati costituenti fortificazioni e loro dipendenze).
Sono esclusi anche i fabbricati che, pur non rientrando in queste categorie, hanno la medesima destinazione d’uso.
 
Restano fuori anche le planimetrie relative agli obiettivi sensibili per la sicurezza dello Stato e quelle dichiarate non conformi perché non redatte sulla base delle regole catastali.
 
Soggetti abilitati all’accesso
L’accesso al sistema telematico dell’Agenzia del Territorio, SISTER, per la consultazione delle planimetrie catastali è consentito ai tecnici iscritti agli albi di architetti, geometri, ingegneri, dottori agronomi, periti edili e agrari, agrotecnici, notai, segretari o delegati delle pubblica amministrazioni abilitati all'utilizzo delle procedure telematiche.
 
Modalità di consultazione
La consultazione telematica della planimetria avviene previa sottoscrizione con firma digitale di una apposita richiesta attraverso l’accesso al sistema informatico dell’Agenzia del Territorio.
 
Il soggetto richiedente dichiara di essere un professionista abilitato, incaricato da uno dei soggetti titolari di diritti reali sull’immobile alla redazione di atti tecnici di aggiornamento del catasto edilizio urbano o di adempimenti connessi alla stipula di atti concernenti l’immobile.
 
Adempimenti analoghi per i notai o altri pubblici ufficiali incaricati della stipula di atti concernenti l’immobile.
L’incarico professionale deve essere conservato in originale dal soggetto richiedente per un periodo di 5 anni.
 
I dati acquisiti per via telematica possono essere utilizzati esclusivamente per i fini consentiti dalla normativa vigente in materia di riutilizzazione commerciale e protezione dei dati personali.
 
L'Agenzia effettua i controlli volti a verificare l'osservanza degli obblighi, e può sospendere o chiudere il servizio in caso di inadempimento.

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Il programma del Governo Conte bis. Come realizzarlo? Partecipa