Carrello 0
AZIENDE

Tecnostrutture® per il Business Park Europarco

Commenti 5779

Il Sistema REP® protagonista nella costruzione delle due più alte torri di Roma

Commenti 5779
24/11/2010 - Due Torri, le più alte progettate a Roma, ridisegnano lo scenario metropolitano. Torre Uffici e Torre Residenziale, rispettivamente di 33 e 32 piani, 110 e 100 metri di altezza, 13000 metri di Travi REP® e 2.4 chilometri di Pilastri PDTI® per la prima, 10000 metri di Travi per la seconda.
 
Il Business Park Europarco, polo multifunzionale di 805.000 metri cubi in realizzazione alla periferia meridionale della capitale, è il fulcro della nuova centralità urbana prevista nell'area EUR Sud – Castellaccio. Il progetto, punto di riferimento per l'edilizia contemporanea, comprende spazi pubblici e verde, edifici commerciali, ricreativi e alberghieri coniugando la “land art” con la modernità “high tech” degli edifici. I materiali sono acciaio, cristallo e pietra.
 
“Il Business Park Europarco è un concentrato di numeri importanti” - sottolinea l’ing. Luigi Di Tria, Project Manager di Europarco (società del Gruppo Parsitalia RE). “In seianni di attività su questa iniziativa straordinaria abbiamo costruito a livello aziendale la struttura operativa di Europarco con la Direzione Tecnica che coordina e governa i processi degli uffici di supporto quali l’ufficio tecnico, l’ufficio acquisti e le unità operative dei cantieri.
 
In particolare, la Torre Uffici (progetto Studio Transit) è caratterizzata da scelte tecniche innovative che coinvolgono i professionisti, interni ed esterni, le aziende che producono tecnologia e le imprese esecutrici. Principale obiettivo imprenditoriale è la riduzione dei tempi di realizzazione attraverso l'industrializzazione del processo edilizio: l'efficienza si ottiene replicando “n” volte operazioni standard nel massimo rigore di sicurezza.
 
Fra le opzioni in grado di coniugare queste esigenze abbiamo privilegiato la struttura mista acciaio-calcestruzzo, che permette un più elevato sfruttamento dei materiali. Alla fine del percorso di studio e valutazione abbiamo scelto il Sistema REP® per la costruzione delle due torri di Europarco - 33 e 32 piani ciascuna”.
 
Ci parli del progetto…
“La Torre Uffici – prosegue Di Tria - è un edificio a pianta rettangolare (20 x 64 metri) con un'altezza di circa 110 metri dalla platea di fondazione, realizzato come una struttura intelaiata sismo resistente in gerarchia delle resistenze composta da elementi misti in acciaio e calcestruzzo.” L'ing. Leonardo Chiocchi, responsabile dell'Ufficio Tecnico di Europarco aggiunge: “la leggerezza complessiva della struttura portante offre un determinante contributo anche nell'ottica della resistenza alle sollecitazioni sismiche.
 
Le strutture verticali sono costituite da setti in calcestruzzo fortemente armato spessi 50 cm per i nuclei dei vani scala-elevatori e da Pilastri multipiano PDTI® circolari (diametro 80 cm), mentre le Travi REP Nor® e REP CLS® prodotte da Tecnostrutture® portano lastre predalles.”
 
Come avete individuato Tecnostrutture® quale partner nella realizzazione delle due Torri?
“In principio Europarco ha selezionato alcune aziende che propongono tecnologie in sintonia con le nostre necessità. Tecnostrutture® ha offerto i necessari approfondimenti tecnici per percorrere la strada della struttura mista e raggiungere l’obiettivo di razionalizzare il processo costruttivo.
 
Il dimensionamento dei componenti e lo studio delle soluzioni costruttive di dettaglio è stato effettuato dal Servizio Tecnico di Tecnostrutture® in stretta collaborazione con il nostro staff progettuale. Abbiamo messo a punto soluzioni tecniche ed esecutive specifiche, in grado di rispettare le rigorose normative vigenti, fra cui:
- riduzione dei momenti d'incastro delle travi, per ridurre l'impatto sugli ingombri delle sezioni, con verifica degli spostamenti;
- ripristino delle sezioni in acciaio nelle asolature per l'inserimento delle travi;
- uso di dispositivi supplementari resistenti al taglio.
 
Abbiamo utilizzato le travi REP® CLS per realizzare le strutture orizzontali di bordo – conclude l'ing. Chiocchi - mentre all'interno sono state impiegate le travi REP® Nor, che non presentano il ribassamento dovuto al fondello in conglomerato e risultano in spessore con le solette, facilitando la libera disposizione delle reti impiantistiche.”
 
Come è stato organizzato il cantiere?
“La possibilità di posare in opera pilastri multipiano - riprende l'ing. Di Tria - (a 3 e 4 livelli a seconda dei casi) e la semplicità delle operazioni di assemblaggio del Sistema REP® consentono un notevole contenimento e restituiscono certezza dei tempi di costruzione. Complessivamente il vantaggio stimato è in circa un terzo di accorciamento della durata dei lavori. Alla metà di ottobre 2010 la Torre per Uffici aveva raggiunto il quarto livello di elevazione fuori terra sui trentatrè previsti in totale, con la previsione di realizzare un piano a settimana a regime”. Il completamento dei lavori è previsto entro la fine di dicembre 2012.
 
Il Business Park Europarco è dunque un progetto innovativo per le scelte tecniche costruttive…
“Non solo. Ci sono altre tematiche da considerare. L’elevata qualità architettonica e strutturale trova riscontro nella qualificata integrazione fra scelte tecnologiche avanzate, applicate ai sistemi costruttivo ed impiantistico secondo criteri di consapevolezza ecologica nelle strategie di contenimento dei consumi energetici (il Business Park sarà dotato di un impianto di trigenerazione) ed uno di smaltimento dei rifiuti per la torre residenziale. Si prefigura quindi un Centro in cui i requisiti richiesti a livello internazionale per i “Business Park” sono altamente raggiunti e soddisfatti grazie al rispetto dei tempi di costruzione ed al contenimento dell’impatto ambientale”.


Tecnostrutture su Edilportale.com



Tecnostrutture®
Da oltre 25 anni nel settore dei prefabbricati per l’edilizia, Tecnostrutture® è leader italiana nella progettazione e nella produzione di travi e pilastri che compongono il Sistema REP®.
Prodotti - Una gamma di prodotti adatta a tutte le destinazioni d’uso: infrastrutture, ponti, sottopassi, metropolitane, ospedali, ma anche edifici adibiti al terziario o civili abitazioni.
Confindustria - Tecnostrutture® aderisce alla sezione Industrie Travi Reticolari Autoportanti di ACAI. Engineering team - uno staff altamente professionale e dinamico dedicato ai professionisti ed al committente dall’individuazione della migliore  soluzione strutturale al supporto post-vendita. Innovazione - solo negli ultimi 5 anni Tecnostrutture® ha depositato 17 brevetti e conta partnership con 6 università italiane ed internazionali. Affidabilità dei processi e delle risorse - la qualità Tecnostrutture è certificata ISO 9001:2000.
Maggiori info su www.tecnostrutture.eu
 
 
Polo Direzionale Castellaccio, Torre uffici e Torre residenziale, Roma
Committente: Europarco - Gruppo Parsitalia
Impresa costruttrice: SIACE
Capocommessa: Gruppo Parsitalia
Progettista architettonico: Studio Transit (Torre uffici); Arch. Franco Purini (Torre residenziale);
Progettista strutturale: Studio Pagnoni Vita, ing. Renato Vita (Torre uffici); SBG & Partners (Torre residenziale)
Direzione lavori architettonica generale: Europarco
Direzione lavori strutturale: Europarco
 
Data inizio e fine lavori
Polo multifunzionale Europarco: 2004 - 2013
Torre uffici: gennaio 2010 – dicembre 2012
Fornitura Tecnostrutture: luglio 2010 – luglio 2011
 
 
Il progetto EUROPARCO
EUROPARCO è un progetto complesso di 805.000 mc. destinati prevalentemente ad uffici privati con spazi commerciali ricreativi ed edifici residenziali, caratterizzato da un’immagine che coniuga le suggestioni della “land-art” con la modernità high-tech dei prospetti degli edifici.
 
In questo paesaggio agricolo che si modifica morfologicamente sollevandosi con un pendio artificiale che diventa copertura per gli edifici sottostanti e si frantuma in una articolata successione di pieni e di vuoti e svela “un mondo nuovo” caratterizzato da acciaio, cristallo e pietra, ora emergono due Torri, le più alte progettate a Roma, che ne misurano la dimensione urbana.
 
EUROPARCO non è solo sinonimo di un’alta qualità progettuale che ridisegna uno scenario metropolitano in cui confluiscono presenze di tracciati insediativi storici, spazi verdi, nuove viabilità, connessioni con reti di trasporto pubblico esistenti ed in fase di progetto, ma soprattutto qualificata integrazione con scelte tecnologiche avanzate applicate al sistema costruttivo ed impiantistico ecologicamente consapevole con un risparmio energetico e limitazione dei rifiuti.
 
Il Complesso EUROPARCO” si avvale di un sistema di sottoservizi, collegati attraverso un cunicolo tecnologico “intelligente” interrato chiuso ad anello, in cui le caratteristiche di sicurezza, fruibilità, integrabilità, funzionamento e gestione prestano attenzione a fattori non prescindibili quali gli aspetti ambientali, il risparmio energetico e la riparabilità, che costituiscono i maggiori fattori di innovazione nel campo edilizio.
 
Di novità assoluta ed unica per Roma è la creazione di uno spazio “piazza” pedonale sovrastante il sistema viario privato che distribuisce due piani di parcheggi interrati.
Questo come gli altri interventi attuati prefigurano un Centro in cui i requisiti richiesti nei lay-out internazionali dei “Business-Park” sono altamente raggiunti e soddisfatti.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Il programma del Governo Conte bis. Come realizzarlo? Partecipa