Carrello 0
NORMATIVA

Val d’Aosta: disciplina accreditamento dei certificatori energetici

di Rossella Calabrese
Commenti 6669

Ordini e collegi professionali accertano la conoscenza del sistema di certificazione energetica regionale

Vedi Aggiornamento del 18/09/2012
Commenti 6669
08/11/2010 - La Valle d’Aosta ha aggiunto un nuovo tassello alla normativa regionale in materia di certificazione energetica degli edifici.
 
Con la Delibera 2236/2010, è stato infatti definito il sistema di accreditamento per i certificatori e dei controlli dei requisiti e degli obblighi dei certifcatori, ai sensi degli articoli 10 e 11 della Lr 21/2008.
 
Possono diventare certificatori energetici le sole persone fisiche, in possesso di laurea o diploma che consenta l’iscrizione ad un ordine o collegio professionale che abiliti allo svolgimento di attività in materia di uso razionale dell’energia, termotecnica ed energetica;
- iscrizione ad un ordine o collegio professionale;
- frequenza di corso di formazione e superamento del relativo esame, conforme alla Delibera 1448/2010;
- in alternativa al corso, esperienza professionale almeno triennale comprovata dall’ordine o dal collegio relativa ad almeno due fra: i) progettazione dell’isolamento termico degli edifici; ii) progettazione degli impianti di climatizzazione invernale o estiva; iii) progettazione energetica di edifici e impianti; iv) diagnosi energetiche.
 
È inoltre richiesta la conoscenza della procedura, della metodologia e degli strumenti applicativi del sistema di certificazione energetica regionale; tale conoscenza deve essere accertata dagli ordini e collegi professionali aventi sede nella Regione Valle d’Aosta e fuori di essa. L’accertamento deve essere effettuato secondo la convenzione di cui all’allegato A della Delibera 2236/2010.
 
Possono diventare certificatori energetici anche tutte le persone fisiche in possesso dei suddetti requisiti, abilitati in altre regioni o in altri Stati appartenenti all’Unione europea, che conoscano il sistema di certificazione energetica regionale valdostano. Possono essere abilitati i dipendenti regionali in possesso dei requisiti richiesti, ma solo per la certificazione degli edifici di proprietà della Regione o in uso alla stessa.
 
Per l’accreditamento dei certificatori, la Regione si avvale del “COA energia”, che verifica il possesso dei requisiti richiesti per poter rilasciare l’attestato di certificazione, iscrive il certificatore nell’apposito elenco regionale e gestisce l’elenco stesso.
 
Per il supporto al “COA energia” nello svolgimento delle ispezioni e degli accertamenti necessari per verificare il rispetto di requisiti, prescrizioni e obblighi stabiliti dalla Lr 21/2008, la Regione Valle d’Aosta si serve dell’ARPA, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa