Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Condominio, cosa far asseverare dal tecnico per ottenere l’ecobonus?
RISPARMIO ENERGETICO Condominio, cosa far asseverare dal tecnico per ottenere l’ecobonus?
RISULTATI

Terni: residenziale ispirato ai principi di bioarchitettura

di Rossella Calabrese

Vince il concorso il team di Roberta Boncio

Commenti 7822

16/11/2010 – Terni: si è concluso con la vittoria del gruppo locale guidato dall’arch. Roberta Boncio e composto dai colleghi Simone Piacenti, Lucia Pisani, Cristina La bianca e Riccardo Barbieri il concorso per la progettazione di un complesso edilizio ad uso residenziale ispirato ai principi di bioarchitettura in località Gabelletta.

Secondo e terzo premio sono invece andati ai team rispettivamente da Tecnic Consulting Engineers e Costen, entrambi provenienti da Roma.

“Le sistemazioni esterne prevedono la realizzazione di fasce funzionali che dal boschetto sempreverde di lecci a nord, in prossimità del parcheggio di piano attuativo, arrivano all’edificio aumentando gradualmente il livello di antropizzazione. Il boschetto mitiga il microclima dello spazio di gioco per i bambini proteggendolo in inverno dalla tramontana e in estate dal caldo eccessivo. L’organizzazione del lotto favorisce la circolazione intorno all’edificio delle brezze fresche estive settentrionali e le sistemazioni esterne sui fronti est e ovest tendono a non disperderle. I venti invernali di tramontana vengono invece attenuati dal boschetto di lecci e dalle barriere arbustive a nord. Le specie vegetali utilizzate sono tipiche della Conca Ternana e contribuiscono a integrare l’intervento nell’ambiente circostante. A sud sono previste piantumazioni di essenze a foglia caduca di taglia medio piccola che mitigano il surriscaldamento delle superfici orizzontali in estate e sono permeabili alla radiazione solare invernale”, spiegano dal team vincitore.

Per quanto riguarda le linee guida del costruito, spiegano i progettisti: “la caratteristica comune a tutte le scelte progettuali fatte è quella di poter realizzare un edificio che soddisfa le aspettative bioarchitettoniche, bioclimatiche, di comfort ambientale e di risparmio energetico con soluzioni semplici, non complesse da realizzare, di facile gestione e manutenzione da parte dei futuri abitanti.

- Elementi edilizi costituiti da pochi materiali

- Impianto integrato di ventilazione e climatizzazione

- Impianto di climatizzazione con doppio recuperatore di calore di semplice gestione e manutenzione

- Intercapedine di climatizzazione a soffitto utilizzato per la rete dell’impianti elettrico e dei servizi elettrici

- Dotazione impiantistica dell’edificio pensata per essere facilmente ispezionabile

Il progetto consiste nella realizzazione di un piccolo complesso residenziale composto da dieci appartamenti disposti su quattro livelli, più un piano interrato destinato a parcheggi e cantine. I dieci appartamenti hanno tipologia e dimensioni diverse: Al piano terra abbiamo due simplex con due e tre camere (quattro – cinque persone), al primo piano due bilocali (due persone) e due monolocali (due – una persona), al secondo e terzo piano quattro duplex (quattro – cinque persone). Tutti gli appartamenti, come previsto dal bando e in ottemperanza a quanto stabilito al punto a, comma 1, art. 9 del Regolamento Regionale 9 febbraio 2005 n.2, hanno superficie utile abitabile (Su) inferiore a 95,00 mq e presentano spazi di pertinenza quali giardini privati, giardini pensili oppure logge che contribuiscono al microclima interno ed esterno.

L’edificio si compone di due blocchi con uno spazio collettivo centrale, racchiuso da vetrate, climatizzato naturalmente e avente la funzione di migliorare il microclima dell’intero organismo attraverso una serra che funge da depuratore dell’aria esterna. In estate, le pareti vetrate che delimitano questo spazio a nord e sud, saranno aperte al fine di favorire il raffrescamento con espulsione dell’aria calda attraverso il corpo vetrato centrale che sfocia in sommità. Oltre alla serra tale spazio contiene la scala condominiale, posta sul lato nord, e i percorsi distributivi agli alloggi ai diversi piani. Le aree esterne sono state organizzate in fasce tematiche: il boschetto di lecci a nord, a confine con l’area dei parcheggi e della viabilità carrabile, l’area giochi per i bambini, la piazzetta attrezzata per la sosta, il parco degli ulivi e, in prossimità dell’edificio, il giardino botanico, i giardini privati e il bosco ceduco al limite sud del lotto”.

Al team vincitore va un premio pari a 14.000,00 euro, mentre a secondo e terzo classificato spettano delle somme pari a 6.000,00 e 3.000,00 euro.


Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui