Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale Digital Forum, la seconda giornata della fiera virtuale dell’edilizia
TECNOLOGIE Edilportale Digital Forum, la seconda giornata della fiera virtuale dell’edilizia
NORMATIVA

Piano Casa Campania, approvate le modifiche

di Paola Mammarella

Meno vincoli per gli interventi in zona agricola e cumulabilità con gli interventi previsti da altre leggi

Vedi Aggiornamento del 03/02/2012
Commenti 50568
21/12/2010 - Il Consiglio Regionale della Campania ha approvato ieri sera le modifiche alla legge sul Piano Casa. Dopo una giornata di confronto, il nuovo testo ha incassato 26 voti favorevoli e 16 contrari. Come riferito dall'Assessore all'urbanistica Marcello Taglialatela, il Consiglio ha dato l'ok a qualche modifica introdotta in Commissione, lasciando sostanzialmente invariato l'impianto normativo stabilito dalla Giunta Regionale.

I cambiamenti sono stati studiati in funzione del mancato successo riscosso dalla legge regionale per il rilancio dell’edilizia, prestando attenzione alla sostenibilità e all'utilizzo delle tecnologie passive. La norma ha dovuto infatti scontrarsi con una serie di vincoli che hanno disincentivato i privati dall’intraprendere gli investimenti per l’ampliamento o la riqualificazione delle proprie abitazioni.
 
Rispetto alla L.R. 19/2009, passa da 1000 a 1500 metri cubi la dimensione massima degli edifici oltre la quale non sono consentiti gli interventi. Gli ampliamenti diventano possibili anche sugli edifici composti da non più di tre piani fuori terra.

Il ddl abroga l’articolo 6, che ammetteva gli interventi di ampliamento e sostituzione sugli edifici condonati nel caso in cui questi contengano unità abitative destinate a prima casa del richiedente.
 
La prevalenza dell’uso residenziale per accedere alle misure di rilancio, fissata al 70%, si riferisce ora all'intero edificio e non più alla parte utilizzata. Dal computo delle volumetrie sono esclusi locali tecnici, ascensori e vani scala. Diventa inoltre possibile cumulare le misure del Piano Casa con le premialità quelle previste da altre norme.
 
Ampliate anche le possibilità di intervento nelle zone agricole, dove la sostituzione edilizia è ammessa anche mediante mutamenti della destinazione d'uso di immobili o di loro parti.

Sono concessi incentivi alla sostituzione edilizia con delocalizzazione dalle aree a rischio idrogeologico. Negli interventi di demolizione e ricostruzione possono essere mantenute le distanze tra edifici preesistenti, anche se inferiori a quelle previste dalla legge. L'incremento volumetrico conseguente alla ostituzione può raggiungere il 50% anche in variante agli strumenti urbanistici. A parità di volumetria può essere cambiata la destinazione d'uso, destinando almeno il 30% all'edilizia sociale. Gli edifici risultanti dalla sostituzione possono essere destinati a residenza, uffici non oltre il 10%, esercizi di vicinato e botteghe artigiane.

Nel nuovo testo viene meno l'obbligo di rimozione delle barriere architettoniche, che nel testo originario rappresentava una condizione necessaria per l'approvazione degli interventi.

Vengono snellite le procedure inerenti all'edilizia sociale e alla riqualificazione delle aree degradate, che può avvenire attraverso la riconversione delle aree industriali dismesse da almeno tre anni, senza più attenersi al limite dei 15 mila metri quadri.

Secondo Domenico De Siano, presidente della Commissione urbanistica, il ddl mira a rendere il Piano Casa operativo senza introdurre sanatorie.
 
Per l'assessore regionale all'urbanistica, Marcello Taglialatela, normativa nazionale e valorizzazione del territorio sono i paletti da rispettare per dare slancio al piano-casa, che deve svilupparsi in parallelo ai piani paesistici, allentando, in alcuni casi, il regime vincolistico e stringendoli in altri.
 
A parere dell'assessore ai lavori pubblici Eduardo Cosenza, il ddl di modifica, oltre ad essere innovativo, persegue la delocalizzazione degli edifici situati in  zone ad alto rischio sismico ed idrogeologico.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
mimmo

volevo sapere se si può fare il cambio di destinazione d'uso,(da casa agricola a civile abitazione) e l'aumento di volumetria x una nuova struttura di circa 550 mc

thumb profile
peppe

Qualcuno sa spiegare perchè è stato abrogato IL SOLO COMMA 7 ART 12 " ai soli fini amministrativi......... " del piano casa regione campania 2011? Perchè è stato abrogato, utilizzando tre righe nascoste nella legge regionale 4 del 15-03-2011 ??? e l'assessore Taglialatela? che fa, che risponde?

thumb profile
Giuseppe

Salve, qualcuno per caso sa se con le nuove disposizioni del piano casa, un'appartamento di 90 mq già condonato, possa essere ampliato sfruttando il balconcino esterno di circa 15 mq???

thumb profile
maria teresa

ho una manzarda di 58mq volevo chiedervi se si puo' sfruttando la terrazza che è di 85mq costruire una camera con il piano casa 2011

thumb profile
tania

qualcuno può dirmi se si può trasformare un piano interato di una villetta bifamiliare con sottoteto e piano interrato (totale 1500 mc , in attività sociale sfruttando il piano casa 2011? aprendolo su tre lati? adesso risulta cantina ...grazie rispondetemi!

thumb profile
Antonio

volevo sapere se il nuovo piano casa prevede l'ampliamento di un abitazione già condonata totalmente dal1986 in zona Cuma pozzuoli sogetta avincoli archeologici . ovviamente stiamo parlando di vincoli dell'era di garibaldi perche li intorno e pieno di villette. grazie attendo la risposta.

thumb profile
Alberto

Gianni scusa ma se e' come dici tu quelli che hanno già presentato domanda nn possono beneficiare della cumulabilità della volumetria, o dei nuovi bonus

thumb profile
giovanni

Allora non c'è proprio nessuno che sappia dare risposte agli interrogativi posti da Marina e altri?. Tutti i sottotetti realizzati, gia provvisti di tramezzature interne, potranno o non potranno chiedere il cambio di destinazione d'uso? Il blocco delle sanatorie, legato alla doppia conformità, anche per le sole singole abitazioni (sottotetti), continua a non trovare soluzione?.

thumb profile
marina

boh non sò perchè non c'è piu il mio messaggio,gianni ci ha dato la risposta x l art 12, x i sottotetti esistenti di tramezzi si sà nulla? grazie marina

thumb profile
Gianni

Una mia interpretazione del comma 7 dell'articolo 12: Visto che la L.R. n.1/2011 modifica la precedente L.R. n. 19/2009 ne consegue che ai fini amministrativi i cittadini che hanno realizzato un intervento edilizio con la vecchia L.R. 19/2009 possono essere autorzzati solo se conformi alla nuova L.R. 1/2011. In pratica non bisogna presentare un nuovo progetto ai sensi della nuova L.R. 1/2011 ma continuare con la vecchia L.R. 19/2009... altrimenti nuovi progetti, nuovi pareri della soprintendenza, ecc.

thumb profile
Alberto

Come mai ieri ti leggevo e stamattina no? Sto cercando dei siti e dei blog x il p.c, Campania ma nn ho trovato niente ancora. Se qualcuno dei colleghi può darmi delle informazioni riguardo all' art.12 comma7 gliene sarei grato

thumb profile
alberto

ho letto il testo coordinato del piano casa campania qualcuno ha interpretato il comma 7 dell art 12 ? cosa significa ai soli fini amministrativi? qualcuno conosce qualche forum dove discutere di questa legge? per i sottotetti art. 8 comma 2

thumb profile
Gianni

Sul BURC della Regione Campania è stata pubblicata la Legge di modifica del Piano Casa... per informazioni http://burc.regione.campania.it/eBurcWeb/publicContent/home/index.iface#1. PARTE PRIMA - ATTI DELLA REGIONE buona lettura

thumb profile
franco

nelle ultime modifiche del piano casa in campania per l'abitabilità dei sottotetti è cambiato qualcosa?

thumb profile
gianfranco

da dove si può scaricare questa legge del piano casa modificata??

thumb profile
Marco

Qualcuno ha notato che in alcune regioni del nord il piano casa viene applicato e non ci sono commenti da parte dei lettori di edilportale? C'è un tale divario che mentre una parte d'Italia applica una norma e non commenta perché lavora, un'altra parte d'Italia non ha la possibilità di applicare una Legge, non lavora e l'unico sfogo è commentare una legge che non c'è...

thumb profile
Ugo

...salve è possibile fare un cambio di destinazione di un immobile interemente agricolo a civile abitazione?

thumb profile
Onmimi

La gestione territoriale precedente è stata, eufemisticamente, una solenne schifezza; difatti il piano casa è fallito miseramente. Questo, non ancora pubblicato, verrebbe da qualcuno già tacciato di inapplicabilità...solo perchè non nasce sotto auspici "sinistri". Certi nostalgici dovrebbero prendere atto che è caduto il regime del muro di Berlino e capire che il futuro andrà avanti senza di loro. Non guardare la pagliuzza nell'occhio altrui, mentre nel proprio vi è una trave, dice il Vangelo.

thumb profile
Marco D.

Questo piano casa è la manifestazione di incapacità gestionale. Una cosa buona era stata fatta. L'applicazione della norma agli immobili condonati ovvero ad immobili di dubbia qualità tecnica e tecnologica poiché erano stati realizzati di fare volume e non di fare "buon volume". L'abrogazione dell'art.6 esclude dunque interventi volti ad ottenere una buona qualità.

thumb profile
daniela

caro anotonio ...a me tra un pò crollerà se non hanno fatto nulla x i sottotetti con i tramezzi devo buttare giu e rifare quello che butto giu.....questi hanno le tasche piene e sono sazi ..pensano solo ai c ...... loro ...

thumb profile
Antò

Caro Angelo e cara Daniela sappiate che quando ci crollerà la casa addosso questi polilitici staranno lì ancora a discutere sulle linee guida. Purtroppo in Campania e non solo in Campania abbiamo a che fare con un sistema corrotto e incapace che parte dal semplice impiegato fino ad arrivare al politico pappone che amministra la nostra amata regione.

thumb profile
angelo

ma quando verrà pubblicata?

thumb profile
daniela

scusate ma x il recupero dei sottotetti con i tramezzi si sà qualcosa?

thumb profile
Antò

La legge sul piano casa sarà il secondo motivo per cui questo governo cadrà in Campania: in questi anni di governo benchè con netta maggioranza non sono riusciti a portarla a compimento e a causa di questi continui rinvii hanno danneggiato imprese e operai che si trovano senza lovoro; Il secondo motivo sarà il loro simile: "A MUNNEZZA" (la spazzatura) problema che non hanno mai realmente risolto. Il partito che sarà votato sarà quello che prometterà di risolvere definitivamente l'emergenza rifiuti in Campania. A tutti buon natale con la munnezza.

thumb profile
Marco

E le linee guida? Con tutta la burocrazia esistente non era meglio approvare le linee guida piuttosto che "migliorare" la legge, che comunque a mio avviso diventa inapplicabile perché il risparmio delle famiglie è sceso dall'anno scorso ed il denaro serve per sopravvivere...