Carrello 0
NORMATIVA

Codice Appalti, nuove proposte nel Milleproroghe

di Paola Mammarella
Commenti 6902

Regime transitorio più lungo per le qualificazioni Soa, esclusione dalle gare e patto di stabilità

Vedi Aggiornamento del 06/04/2011
Commenti 6902
31/01/2011 – Le proposte di modifica del Codice Appalti confluiscono tra gli emendamenti al decreto “Milleproroghe”, in Senato per la conversione in legge.
 
Soa
Come nelle prime versioni del decreto legge, è stata riproposta la proroga al 31 dicembre 2013 del regime transitorio per la qualificazione Soa. In base al limite vigente al momento, fino al 31 marzo si potranno dimostrare la cifra di affari realizzata con lavori svolti mediante attività diretta e indiretta, l'adeguata dotazione di attrezzature tecniche e l'adeguato organico medio annuo riferendosi ai migliori cinque anni del decennio antecedente la data di sottoscrizione del contratto con la Soa per il conseguimento della qualificazione. Entro lo stesso termine, per la dimostrazione della capacità tecnico-professionale ed economico-finanziaria, il periodo di attività documentabile è quello relativo ai migliori tre anni del quinquennio precedente o ai migliori cinque anni del decennio precedente la data di pubblicazione del bando di gara.
 
Aggiudicazione degli appalti
Uno dei 1800 emendamenti prevede che, prima dell’inizio dei lavori, i soggetti aggiudicatori eroghino una anticipazione del prezzo di appalto pari al 10% dell’importo del contratto. Per effettuare l’operazione è necessaria la costituzione di una garanzia fideiussoria.
 
Esclusione dalle gare
Proposta anche la proroga al 31 dicembre 2013 dell’esclusione automatica delle offerte anomale nei contratti di importo inferiore alla soglia comunitaria. In base a questo sistema, nei lavori fino a 1 milione di euro e per i servizi e le forniture che non superano i 100 mila euro, da aggiudicare secondo il criterio dell’offerta più bassa, è possibile escludere le offerte con percentuale di ribasso pari o superiore alla soglia di anomalia, non commisurata ai costi del lavoro e della sicurezza.
 
Urbanizzazione
Il completamento delle opere pubbliche e di urbanizzazione, individuate con decreto non regolamentare ai sensi della Legge 241/1968, potrebbe essere incentivato con lo stanziamento di 150 milioni di euro a valere sul fondo istituito dalla Legge anticrisi 33/2009 per le esigenze urgenti.

Espropriazioni
Secondo uno degli emendamenti presentati, in mancanza di un valido provvedimento di espropriazione, la pubblica amministrazione che ha necessità di acquisire il bene per scopi di interesse pubblico può rinnovare la dichiarazione di pubblica utilità e procedere all’esproprio senza far riapprovare il progetto dell’opera pubblica.
 
Patto di stabilità
Per favorire la realizzazione di opere di interesse pubblico, è stata proposta la loro esclusione dal saldo finanziario per la valutazione del rispetto del patto di stabilità. A questo scopo, gli enti virtuosi potrebbero utilizzare altre risorse eventualmente disponibili. Le amministrazioni con un avanzo di gestione per l’anno 2010 potrebbero inoltre essere autorizzate a maggiori spese per la conclusione delle opere già appaltate.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Thanks Andreas,I am

Thanks Andreas,I am more than happy to work on mapping rNews to SIOC, since SIOC is dlepvoeed in my unit at DERI. I am also happy to assist in the mapping of FOAF.I would also be working on an ontology for the Social Semantic Web project and would like to make sure the relevant ontologies and vocabularies, including rNews and Schema.org, are carefully taken into consideration, and I guess the mapping would help in that respect too.Bahareh

thumb profile
GUERINI EDIL

posatori di feero


x Sondaggi Edilportale
Manovra 2020, Decreto Clima, Bonus casa. Quali sono le misure più urgenti? Partecipa