Carrello 0
RISPARMIO ENERGETICO

Alto Adige: da metà 2011 nuove costruzioni almeno in CasaClima B

di Rossella Calabrese

Non si potrà superare il fabbisogno energetico annuo di 50 kWh/mq

Vedi Aggiornamento del 02/09/2011
31/01/2011 - “A partire dalla metà del 2011 le nuove costruzioni che saranno realizzate in Alto Adige dovranno essere caratterizzate dagli standard minimi d’efficienza energetica degli edifici CasaClima B”
 
La decisione della Giunta provinciale di Bolzano è stata annunciata, in una nota, dall’assessore all’ambiente, Michl Laimer.
 
Il provvedimento - che anticipa quanto previsto dalle direttive Europea in materia di efficienza energetica degli edifici - prevede che una costruzione non debba superare il fabbisogno energetico annuo di 50 kWh per metro quadrato.
 
I programmi dell’Unione Europea nel campo dell’efficienza energetica degli edifici - ha spiegato Laimer - sono piuttosto ambiziosi e prevedono, nell’arco dei prossimi dieci anni, che le nuove costruzioni raggiungano addirittura la categoria di CasaClima Gold.
 
Si tratta della Direttiva 2010/31/CE secondo la quale, entro il 31 dicembre 2020 tutti gli edifici di nuova costruzione dovranno essere “edifici a energia quasi zero” cioè ad altissima prestazione energetica (leggi tutto).
 
Nell’ambito dell’Unione Europea - prosegue Laimer -, l’Alto Adige ricopre un ruolo di punta nel campo dell’efficienza energetica degli edifici e lo stesso modello CasaClima, sviluppato nella Provincia di Bolzano, è divenuto un punto di riferimento importante a livello europeo. In quest’ambito il valore di un edificio non viene definito solamente in base al suo design o alla sua collocazione, ma anche tenendo conto della sua efficienza e qualità energetica.
 
“D’altro canto - prosegue la nota dell’assessore Laimer - già ora numerosi costruttori edili e committenti altoatesini hanno orientato le loro scelte in base alla classe energetica CasaClima B, dimostrando in questo modo la loro particolare sensibilità nei confronti di quest’importante tematica”.
 
Ricordiamo che già nel 2007 il Comune di Bolzano ha introdotto nel suo regolamento edilizio l’obbligo di applicare lo Standard minimo CasaClima B a tutti gli edifici pubblici e privati di nuova costruzione o sottoposti a ristrutturazione che coinvolga almeno il 50% del volume o della superficie utile (leggi tutto).


Immagine tratta da: agenziacasaclima.it
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati