Carrello 0
RISPARMIO ENERGETICO

La Valle d’Aosta vara le linee guida per le rinnovabili

di Rossella Calabrese
Commenti 4605

Individuate le aree in cui è vietato installare impianti eolici e fotovoltaici

Vedi Aggiornamento del 22/09/2011
Commenti 4605
13/01/2011 - Anche la Valle d’Aosta legifera in materia di impianti alimentati da fonti rinnovabili.
 
Con la Delibera del 5 gennaio 2011, la Regione autonoma ha individuato le aree del territorio regionale non idonee all’installazione di impianti fotovoltaici ed eolici, ai sensi delle Linee guida nazionali per l’autorizzazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili (DM 10 settembre 2010). Con la stessa Delibera, la Valle d’Aosta ha adeguato la disciplina regionale in materia di energia e di ambiente.
 
Esclusi gli impianti sugli edifici, di potenza inferiore a 5 kW, e mobili, non posso essere realizzati impianti fotovoltaici nelle seguenti zone:
- centri storici;
- zone soggette a vincolo di inedificabilità per elevata pericolosità idrogeologica;
- terreni che hanno beneficiato di provvidenze ai sensi dei Piani di Sviluppo Rurale;
- terreno libero non infrastrutturato, per impianti che eccedono il principio di autoproduzione.
 
È subordinata al parere favorevole delle strutture regionali competenti, la realizzazione di impianti fotovoltaici nelle seguenti zone:
- aree e i beni di interesse culturale, storico, turistico, archeologico:
- aree naturali protette e incluse nella Rete Natura 2000;
- aree a rischio idrogeologico;
- aree boscate, zone umide e laghi;
- zone soggette a vincolo di inedificabilità per media pericolosità idrogeologica.
 
Non sono idonee all’installazione di impianti eolici di taglia pari o superiore a 60 kW, le seguenti aree:
-aree naturali protette e incluse nella Rete Natura 2000;
- aree boscate, zone umide e laghi;
- zone soggette a vincolo di inedificabilità per elevata e media pericolosità idrogeologica;
- aree coperte da ghiacciaio;
- centri storici;
- aree limitrofe ai beni culturali;
- aree con rapporto visivo diretto dalle visuali principali;
- aree di interesse archeologico;
- aree al di sopra dei 2.500 metri s.l.m.
 
Ulteriori limitazioni sono previste per le installazioni eoliche di potenza inferiore a 60 kW e sono indicati i criteri per la realizzazione degli impianti eolici.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui