Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Decreto Requisiti Tecnici, posa in opera esclusa dai massimali di costo
NORMATIVA Decreto Requisiti Tecnici, posa in opera esclusa dai massimali di costo
GEOTECNICA

Norme Tecniche Costruzioni, le Linee Guida per i geologi

di Rossella Calabrese

Documento tecnico di supporto ai geologi per l’applicazione del DM 14 gennaio 2008

Vedi Aggiornamento del 31/03/2011
Commenti 14757
02/02/2011 - Un documento tecnico per supportare i geologi nell’applicazione delle Norme Tecniche per le Costruzioni.
 
Lo ha messo a punto il Consiglio Nazionale dei Geologi, in considerazione della grande rilevanza, anche per la professione del geologo, di una normativa con impostazione metodologica totalmente nuova per la progettazione strutturale delle opere edilizie.
 
Dal luglio 2009 - spiega una nota del CNG - le Norme Tecniche per le Costruzioni (DM 14 gennaio 2008) sono norma dello Stato in vigore; sicuramente la tragedia dell’Aquila ha avuto peso non marginale nell’abbreviare drasticamente la consueta sequenza di rinvii, ma non è servita a risolvere i numerosi problemi emersi durante la sua pluriennale travagliata gestazione.
 
Quasi tutti gli Ordini Regionali dei Geologi si sono attivati per produrre un documento di appoggio tecnico per i colleghi, vuoi funzionari, vuoi liberi professionisti, che si sono trovati di colpo a dover presentare da un lato, e verificare dall’altro, il lavoro geologico professionale in uno schema nuovo, complesso e a volte distante dalla consuetudine collaudata.
 
Sono state, quindi, redatte le Linee Guida NTC per geologi, con l’obiettivo di fornire una traccia comune che ogni Ordine potrà ulteriormente affinare ed elaborare in funzione delle differenti realtà locali, sia in termini geologici che amministrativi.
 
La Commissione ha inoltre approfondito la problematica del “Geologo Progettista” nello specifico ambito delle NTC. Le Norme Tecniche affidano al ‘progettista’ sia la programmazione delle indagini, sia la loro interpretazione (§ 6.2.2). È importante, quindi, definire questa figura e chiarire che il Geologo non ha solo ‘compiti di supporto nei confronti del progettista’ e che la sua prestazione non deve essere “accessoria” alle varie fasi progettuali, ma deve essere considerata una condivisione dell’impostazione e della realizzazione del progetto, compresi i rischi professionali che ne derivano. Tale approfondimento è presentato nell’apposito Annesso alle Linee Guida.

L’Allegato 2 riporta una comparazione tra il testo delle NTC e la Circolare ministeriale 617/2009.
 
Nel corso dei lavori - conclude la nota - sono emerse non poche zone d’ombra e possibili ambiguità interpretative (oltre a buchi veri e propri) della norma. Per cercare di ridurre il disagio di chi, come tutti i colleghi, la norma è, “ope legis”, chiamato ad applicarla al massimo stato dell’arte, la Commissione si è anche impegnata nella produzione di una serie di Quaderni tecnici, per la redazione dei quali collaborano anche colleghi del mondo accademico. I Quaderni sono in corso di elaborazione e verranno diffusi nei prossimi mesi.


Immagine tratta dalle 'Linee Guida NTC per geologi'

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Cosimo

Qui in non si tratta di stabilire chi è il figlio della gallina bianca. Ognuno ha le sue competenze e la sua professionalità. Quello che tanti ing. non sopportano e che è finito il tempo delle relazioni geologiche da 50 euro e quindi non è dovuto tutto per loro. E' deprimente sentirsi la morale da chi nel passato si sentiva in grado di fare il tuttologo. Bisogna crescere, non professionalmente ma con la testa

thumb profile
Giovanni

Caro Giacomo hai scritto tre righe di stronzate... Spero vivamente che tu non sia ne ingegnere, ne architetto, ne geometra. Dimostri con il tuo commento di non aver neppure letto le NTC ne tantomeno di aver compreso il significato della parola progettista o ancora meglio gruppo di progettazione dove il ruolo del geologo è fondamentale in tutte le fasi di progettazione, oltre che di esecuzione, in particolare nelle grandi opere (visto che parli di ponti...). AUGURI...

thumb profile
Giacomo

Essi , ora anche i geologi che senza avere alcuna cognizione della scienza delle costruzione e della statica per non parlare della dinamica possono progettare fabbricati in c.a. e semmai anche il ponte Messina, Viva l' Italia .

thumb profile
marinella

un caro saluto