Carrello 0
NORMATIVA

Campania, dal Senato arriva lo stop alle demolizioni

di Rossella Calabrese
Commenti 11173

Il maxiemendamento al Milleproroghe sospende fino a dicembre 2011 l'abbattimento degli immobili abusivi. Il Governo chiede la fiducia

Vedi Aggiornamento del 13/05/2011
Commenti 11173
15/02/2011 - Ultim'ora: il Governo ha posto la questione di fiducia su un maxiemendamento interamente sostitutivo del Milleproroghe.

Leggi in anteprima il maxiemendamento.

Le Commissioni Bilancio e Affari Costituzionali del Senato hanno accolto l’emendamento che sospende fino al 31 dicembre 2011 le demolizioni di immobili realizzati in violazione dei vincoli paesaggistici in Campania.
 
Bocciata, invece, la proposta di riaprire, fino al 31 dicembre 2011, i termini per presentare la domanda di sanatoria per abusi edilizi commessi fino al 31 marzo 2003; possibilità estesa anche a chi si sia già visto negare il condono in precedenza.
 
I due emendamenti erano stati proposti in Senato, nel corso dell’esame del ddl di conversione del decreto Milleproroghe. Il provvedimento è all’ordine del giorno dell’Aula di Palazzo Madama da ieri pomeriggio.
 
L’ok alla sospensione degli abbattimenti in Campania dovrebbe quindi scongiurare il rischio, per il Governo, di un voto contrario da parte del gruppo parlamentare dei ‘Responsabili’ che la scorsa settimana aveva minacciato di non votare la fiducia sul Milleproroghe alla Camera se non fosse passato l’emendamento sulla riapertura dei termini del condono edilizio in Campania (leggi tutto).
 
Ricordiamo che l’emendamento prevede la sospensione, fino al 31 dicembre 2011, delle demolizioni - in Campania - di immobili realizzati in violazione dei vincoli paesaggistici, utilizzati come prima abitazione da soggetti sforniti di un altro alloggio.
 
Il rinvio servirebbe a “fronteggiare la grave situazione abitativa in Campania” dovuta alla bocciatura delle leggi regionali sul condono da parte della Consulta, e ad adottare un nuovo piano paesaggistico. Nessun rinvio, invece, per gli abbattimenti di edifici dai quali possare derivare pericolo per l’incolumità pubblica e privata.
 
Le demolizioni verrebbero comunque differite ad una data successiva al 31 dicembre 2011, anche in caso di violazione dei vincoli paesaggistici, salvo che prima del 31 dicembre 2011 venga adottato il nuovo piano paesaggistico.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
ing onesto

ho letto qualche altro post. cretinate a valanga. una sola cosa basta per rispondere a quelli che si sperticano in ragionamenti sulle leggi urbanistiche, destra e sinistra e stupidaggini varie: COSA SUCCEDE NEGLI ALTRI PAESI, disoneste pulcinelle che non siete altro? qualcuno secondo voi grida come scimmiette impazzite alle leggi che governano il territorio, ai vincoli, ai limiti edificatori? tutte le vostre stupidaggini, da avvocati napoletani con la laurea comprata (cronaca docet), non reggono al confronto con qualsiasi altro paese europeo. altro che jus aedificatoria. ma la testa sotto la sabbia mai? secondo voi esiste un solo paese europeo civile in cui il "cittadino-piccolo imprenditore" (e che specie a parte sarebbe? o' piccolo mafioncello?) è libero di costruire se ha un pezzo di terra? ma cosa andate dicendo, -ripeto- ignoranti pulcinelle che non siete altro? l'abusivismo è un reato, punto! chi sapeva che la casa non aveva i titoli, NON LA DOVEVA COMPRARE. se l'ha comprata è perchè, da vero campano DOC, ha pensato: uè, e quanto sò furbbo pur'io! e mò mi piglio la casa tanto poi condono! ed è rimasto, giustamente, FREGATO DAL COSTRUTTORE CHE HA AVUTO I SUOI SOLDI E GLI HA DETTO CIAO. ed ha fatto bene. quelli che chiedono il condono in campania, oggi, sono uno stuolo di seconde case che solo sulla carta vengono dichiarate "prima-casa", magari intestate ad un figlio, ad un parente. altro che necessità. l'unica necessità della campania e dell'italia, è che tanta tanta gente disonesta venga rieducata da zero. anche con la forza, visto che a leggere cosa scrive, ormai ha una mentalità degenerata che farebbe impallidire regioni di paesi arretrati e miseri ben più dell'italia. campani, vi meritate tutti i problemi che avete, perchè siete voi e solo voi ad averli creati e continuate a generarli ogni volta che aprite bocca o muovete un dito. purtroppo ho amici campani onesti che in quella regione fanno una vita molto infelice, circondati da gentaglia ad ogni passo. poveri voi e povera italia.

thumb profile
ingegnere onesto

non è invidia caro antonio, è lei ad essere un disonesto che dovrebbe PAGARE per i suoi reati. si rende conto che quello che scrive è delirante? si rende conto che è la gentaglia come lei, con le sue elucubrazioni camorristiche ad aver reso la campania quella discarica di monnezza e di abusività a cielo aperto che è? si vergogni, per lei e per i suoi figli. disonesto che non è altro: PAGHERA' per i suoi reati, perchè l'abusivismo E' un reato. e magari (lo spero) una valanga o una piena si porteranno a valle la sua casa costruita senza rispettare le minime norme sul rischio idrogeologico e quant'altro. norme, insieme a quelle urbanistiche ed edilizie, che non sono "pezzi di carta", ma sono innanzitutto norme di civiltà. lei si merita la galera, per quello che scrive. altro che invidia sociale! e poi di che? secondo Lei, chi è contro i condoni di qualsiasi tipo (la maggior parte degli italiani) prova invidia per gente come lei? ah-ah-ah. chi può provare invidia per gente vive in posti più simili al terzo mondo che all'Europa? per favore, si vergogni che è un disonore anche per se stesso.

thumb profile
tonino

E' una questione sociale siamo in milioni non demolitici ,grazie a quei politici che anno capito il problema non vi dimenticheremo,

thumb profile
Diego

"Governare gli italiani non è impossibile, è inutile." Visti i furbetti privati e negli Enti preposti al controllo e in considerazione a quanto mi rompano il "c..o" in provincia di Vicenza per ogni pratica posta in area a vincoolo ambientale, mi viene da dire che cosa ci sia mai da festeggiare per i 150 anni di unità d'Italia: forse i soliti due pesi e le solite due misure? Da professionista sono disgustato, da italiano (ammesso che oggi ciò significhi qualcosa) offeso e dalla manica di politici che scrive Leggi (spesso in contrasto) e non le fa rispettare: "somari, utilizzate meglio il tempo che vi paghiamo PROFUMATAMENTE".

thumb profile
giuseppe

ne volete una ? il comune di giugliano , ha approvato pochi giorni fa' un piano particolareggiato in via staffetta, dove la proprieta' dei territori all'interno del piano, di chi e'.....!!! E poi dicono che si effettuano gli abusi edilizi ! mi spiegate di chi e' la colpa, la procura di napoli, dove sta' ? ma forse e' anche lei proprieta' dei terreni ! bhoooooo!!!

thumb profile
antonio

Generalmente chi si oppone al condono edilizio, in particolar modo alla riapertura dei termini del condono del 2003, del quale gli abitanti della Campania non ne hanno beneficiato, sono esclusivamente soggetti che soffrono di invidia sociale. Il loro atteggiamento carognesco non è supportato da alcuna motivazione ambientalista, ma da invidia. Infatti il loro godimento consiste nel vedere le disgrazie altrui. Nel caso in specie di vedere abbattere case esistenti, che non siano di pericolo per sè e per altri, che sono frutto di sacrifici, che loro non sono stati in grado di fare. Quindi psicologicamente si ritengono giustamente dei falliti, per cui vorrebbero accomunare ai loro fallimenti anche le persone che nella vita hanno realizzato qualcosa per sè ed i loro figli. Auguro loro di avere sempre invidia.

thumb profile
Arcangelo

Sicuramente, privilegiare i furbi è sempre una cosa ingiusta. Intanto. ho comprato casa oggetto di richiesta di condono edilizio, senza concessione definitiva, oltretutto, facendo anche un mutuo di 25 anni con una rata di 1.000 al mese, sia la banca che il notaio non hanno obbiettato alcuna difficoltà amministrativa. Allora mi chiedo, perchè chi ha ammimistrato per tanti anni la mia città, oggi contesta questa sanatoria solo a fini politici e di creare tantissima tensione a tutte quelle famiglia che si trovano nelle mie condizioni.

thumb profile
alby

Mi permetto di copiare ed incollare l' intervento del Sig. gritto perche' ha proprio centrato il reale problema dell'abusivismo P. gritto | condono uguale ad atto di democrazia! mercoledì 16 febbraio 2011 - 14.41 l'attuale legislazione urbanistica è figlia dell'avvento del centro sinistra in italia ... la più grande sciagura che questo popolo abbia dovuto subire ! la sinistra è innamorata dell'edilizia di stato !.. delle catapecchie IACP distribuite al popolo dai commissari del popolo ! il privato cittadino, piccolo imprenditore , che prima dell'avvento della Legge Ponte 867/65 , della Legge 167 , della legge 10 /77 , ecc. poteva costruirsi in proprio la sua abitazione o il piccolo fabbricato per se e la propria famiglia, è stato spogliato totalmente dello jus aedificandi che è stato trasferito ai palazzinari e ai burocrati di stato a capo degli IACP politicizzati e sindacalizzati !!! Le sovrintendenze trasformate , sempre dalla sinistra ,in cani da guardia del regime ultravincolistico voluto dalla sinistra stessa !!! La destra se vuole veramente essere una destra di governo, oltre ad approvare il condono , che sarebbe un ritorno alla democrazia , deve abrogare tutte le leggi urbanistiche volute dal regime sovietico instaurato dai comunisti in italia!!!.......Ed io aggiungerei che ancora in qualche regione ci sono dei dirigenti e funzionari che non hanno capito di cambiare il modo di pensare ed operare e non fanno nulla per aggiornare e snellire i piani regolatori ultra decennali lasciati in eredita' dai loro PADRI .... Un saluto

thumb profile
gaetano

L'abusivismo in molte regioni del sud è perpetrato, perchè in ,primis mancano i piani regolatori,i tecnici e le amministrazioni addetti a tale compito latitano,e in tale situazione chiunque ha un pò di potere legale specula su questa situazione, tra questi possiamo notare AVVOCATI;GEOMETRI,VIGILI URBANI e chi per esso sfruttano la situazione senza che organi preposti prendano seri provvedimenti.Alla luce di ciò,PERCHE' essere contrari al CONDONO quando non si condannano impiegati pagati con soldi pubblici che invece di creare strumenti per la collettività,rubano gli stipendi creando danni e problemi alla povera gente.PERTANTO BEN VENGA IL CONDONO ............

thumb profile
luigi

caro mio ingegnere, in campania sono proprio le persone con il suo stesso titolo professionale che hanno fatto il bello e cattivo tempo. perchè ,si ricordi che dietro ad ogni abuso c'è sempre un ing, un geom,un avvocato, ecc che consigliano il da farsi ecc.

thumb profile
tonino

meno vincoli meno burocrazia e e nessuno piu fara una casa abusiva .dateci la possibilita di salvare la casetta fatta magari per poter sposare un figlio con un lavoro precario,se c'e' .

thumb profile
tonino

grazie a quei politici che ci mettano la faccia e il nome per un problema sociale ,non ci dimenticheremo di voi sia in milioni aiutateci.

thumb profile
esposito letizia

le case da noi non si devono costruire x formare una famiglia ma gli alberghi crescono arrampicati vicino alla montagna con vista sul mare ,quello si che é uno scempio ma purtroppo non tutti hanno i santi in paradiso ogni volta che torno al mio paese gli alberghi sono sempre piu grandi ma x loro non vale la stessa legge???

thumb profile
esposito letizia

L´ Italia é divisa si in tutto al nord hai i tuoi diritti al sud no e se non ci stai alle regole loro non mangi al paese mio (turistico e famoso ) ci sono case e appartamenti vuoti a bizzeffe si riempiono x 4 mesi all´anno li affittano ai turisti oppure la novitá é che fanno bed and breakfest in ogni buco ma per uno che si vuole sposare per esempio non c'é casa o paghi dalle 1200 euro in su 2 stanze .la logica é che se ho un pezzetto di terra io mi faccio una piccola casa x forza di cose. conosco un mare di ragazzi che cercano casa da 6 anni x sposarsi

thumb profile
Alessandro tribuna

Scusate, ma se ci sono altre regioni che hanno lo stesso problema della campania...cioè che le sanatorie vengono riggettate per opere realizzate in zona vincolo paesaggistico...Queste verranno demolite o vale anche per loro la sospenzione......considerando pure che una di queste si la sicilia a statuto speciale... cosa succede...che schifo di confusione ...mah!!!!

thumb profile
dony

.....la cosa curiosa e' che la regione Campania per molti anni e' stata gestita dal centro sinistra ( camorra a parte ) e gli abusi si sono perpretati nell'arco di decine di anni. Adesso la colpa viene imputata al governo di centrodestra che, seppur con il fare italiano, vuole regolarizzare il grande problema dell'abusivismo . Ma la giunta Bassolino perche' ha bloccato la legge sul condono edilizio ? Poteva farlo ? Io non credo che si possa eludere una legge nazionale zenza neanche risponderne giudizialmente !!!!!!

thumb profile
peppe

non conoscete le problematiche campane mi sembrate i sostenitori di bassolino e company che per interessi guardavano l'ago nel pagliaio(abusivismo) e non la trave nell' occhio ( per l'immondizia la mala sanita le infrastrutture che non funzionano).le regole sono giuste se ben applicate ma in campania questo non e mai successo grazie ai verdi ambientalisti e idealisti non curandosene delle esigenze abitative dei cittadini,case popolari o zone edificabili ,con questi emendamenti speriamo che passino si fara chiarezza e non mi sembrano che vanno a vantaggio della speculazione edilizia, poi vedete i filmati degli abbattimenti e capirete che il problema non si risolve come dite voi amanti delle amministrazioni ambientaliste idealiste che per anni cii hanno riempito di monnezza con i loro slogn di legalita e sono quasi tutti indagati (PARCO NAZIONALE DEL VESUVIO che bella parola la fauna ecc. ecc. ma ci sono case abbusive non e legale. e le discariche che da 20 anni accumulano rifiuti lergambiente nun i ved!!!! a non le mai viste ne sentite parlare) arrivederci io non sono di un paese del vesuviano ma ci vado spesso per lavoro

thumb profile
temistocle

ruspe e dinamite per gli orrendi abusi edilizi che hanno devastato la Campania e lItalia intera. Ci sentiamo furbi e invece siamo la barzelletta d'Europa dove si premiano i delinquenti. Se proprio si voleva tutelare le esigenze abitative, andavano almeno escluse le località turistiche, eliminando così le speculazioni più vergognose.

thumb profile
tosche

esistono leggi, ci sono regole, salviamo sempre chi non li rispetta. Anhe io non avevo casa ma un terreno ho chiesto di costruire, risposta: no. Non mi sono messo a costruire dalla paura di essere un fuorilegge ora ho omprato una asa mia ma perdo il terreno perchè unio non costruito, perchè altri hanno costruito abusivamente in torno. Bella Italia Grazie

thumb profile
piè 61

A chi giova non guardare in faccia la realta!?! Solo chi ha la pancia piena brandisce la scure della morale, ma è morale avere piani regolatori non realistici, lottizzazioni dubbiosi e... vogliamo continuare? Allora diciamo forte SI AL CONDONO.

thumb profile
Michele

Visto l'obbligo nella dichiarazione delle case fantasme; Visto l'atto notorio che il proprietario è tenuto ad allegare al Tipo Mappale o di Frazionamento, quando viene depositato al Comune; L'uscita del condono edilizio è indispensabile, ma che sia l'ultimo.

thumb profile
carmine

Il problema, specie a Napoli e Provincia, è che non è mai esistita una reale volontà (e capacità) di pianificare il territorio, che rimane in forte espansione demografica.

thumb profile
Nicola

Caro Raffaele, non sove lo fai l'ingegnere ma vienilo a fare in Campania, in particolare nel Cilento, quì è impossibile tutto! Ti sembra giusto che i doveri siano gli stessi ma i diritti no?

thumb profile
ivano

Una casa non si fa in un giorno, ci sono delle responsabilità amministrative. Presumo anche che per la maggior parte di queste case sono state acquistate o ereditate. Essendo il diritto alla casa sancito dalla costituzione è legittimo demolire una prima casa?

thumb profile
rino

come al solito, l'Italia è divisa in due, c'è sempre l'Italia dei più furbi e quella dei fessi, ligi alle regole e vessati da norme talvolta assurde. Cerchiamo di capire che le regole devono essere rispettate in tutta l'Italia.

thumb profile
Raffaele Pane

Io che nella vita faccio l'ingegnere mi chiedo a che servono le regole se poi con un decreto anche chi le viola viene salvato. Ha senso oggi comportarsi correttamente???