Carrello 0
NORMATIVA

Condono edilizio, la maggioranza ripropone l’emendamento

di Paola Mammarella
Commenti 70691

Dubbi sul termine per la presentazione delle istanze di sanatoria, dure proteste da parte dell’opposizione

Vedi Aggiornamento del 28/03/2011
Commenti 70691
04/02/2011 – Il condono edilizio torna ad aprirsi un varco nel “Milleproroghe”. Dopo la bocciatura dell’emendamento in Senato, gli stessi firmatari avrebbero riproposto la riapertura dei termini per la sanatoria degli abusi commessi fino al 31 marzo 2003.
 
Secondo anteprime di stampa, il nuovo testo ha già suscitato le proteste dell’opposizione. I senatori del Pd Francesco Ferrante e Roberto Della Seta hanno infatti accusato la maggioranza di aver riproposto gli stessi contenuti arricchendoli col concetto di sostegno alle famiglie.
 
Ed è giallo anche sul termine per la presentazione delle domande di condono, che per Antonio Cianciullo sarebbe slittato al 31 dicembre 2014. Secondo il giornalista e blogger di Repubblica, potrebbe trattarsi di un errore o della volontà di concedere più tempo per sanare gli abusi commessi, come assicura la maggioranza, a scopo di necessità e non a fini speculativi.
 
Il senatore PdL Carlo Sarro ha infatti replicato che è improprio parlare di condono e illegalità, quando invece sarebbe necessario mettere ordine nel settore edile, caratterizzato da ripetute negligenze e inadempienze.

Ricordiamo che l’emendamento, presentato durante l’iter per la conversione in legge del DL “Milleproroghe” e successivamente respinto dalle Commissioni Affari Costituzionali e Bilancio del Senato, si componeva di due parti.
 
Con l’approvazione della prima, sarebbe diventato possibile modificare la Legge 326/2003, ammettendo nel 2011 la sanatoria delle opere edilizie realizzate entro il 31 marzo 2003 in aree tutelate dal Codice dei beni culturali e del paesaggio, D.lgs. 42/2004. Il condono avrebbe inoltre ammesso anche i soggetti che si erano precedentemente visti rigettare l’istanza di regolarizzazione. Per questo motivo l’emendamento aveva previsto la sospensione dei procedimenti sanzionatori di natura penale e amministrativa, anche se già avviati o riferiti a sentenze passate in giudicato.
 
Con la seconda parte, in Campania sarebbero state sospese fino al 31 dicembre 2011 le demolizioni degli immobili realizzati in violazione dei vincoli paesaggistici a fini non speculativi e utilizzati come prima abitazione da soggetti sforniti di un altro alloggio.
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
giusi

Beni Culturali............ VINCOLO PAESAGGISTICO ! per quelle disgraziate persone che che si sono dovuti fare cessioni del V mutui e deleghe pur di garantire un tetto ai propri figli................ e poi.....................nei vincoli paesaggistici strade non illuminate piene di buche in inverno bisogna uscire con gli stivaloni e le zattere sterpaglie ovunque strade provinciali prive di segnaletica ....................rifiuti fuori dai cassonetti................... Ma che BEL PAESAGGIO ! Vergogna ! Chiedete loro dove hanno le VILLE

thumb profile
Giovanni

Buonsalve a tutti, io sono pienamente d'accordo con chi vuole il condono , e sono pienamente d'accordo con chi non lo vuole , però sta di fatto che: nelle giunte regionali comunali , chi ha il potere , quindi costruttori politici imprenditori ecc, riescono a trovare l'ESCAMOTAGE e si sa , (infatti la nostra nazione si dovrebbe chiamare escamotalia) , cmq tornando a noi è giusto che si dovrebbero rispettare quelle che sono le normative , però è possibile che io su un mio fazzoletto di terra non posso investire con il mio denaro solo perchè non conosco nessuno , tutto questo va anche a viziare quella che è l'economia del paese , quindi purtroppo torniamo sempre al nodo italia e i dipendenti pubblici che dormono troppo , e magari non fanno affatto l'interesse pubblico ma solo di alcuni pensiamo di migliorare il mondo , ma invece lo peggioriamo , per concludere alla fine i dipendenti pubblici hanno la villa abusiva magari aspettano il condono , e mi fanno la denuncia per la mia camera abusiva e quindi aspetto il condono anch'io è l'italia purtroppo

thumb profile
stefano

sono favorevole al condono perché è veramente opprimente ottenere una concessione edilizia dal Comune e impazzire dietro oscuri meandri burocratico amministrativi!!! se per costruire una villetta ci vuole un anno e per ottenere tutti i pareri occorre attendere 3 anni, mi dite voi perché mai il cittadino deve chiedere la concessione? in tre anni le condizioni economiche possono variare parecchio!!!

thumb profile
giua.tino

Caro cittadino "onesto" mentre tu parli parli parli, e amici tuoi parlano parlano ecc. vai tu a dire a tutte le persone che oggi non hanno più un cent per comprere il pane perchè oprressi da un sistema che ti toglie ogni briciolo di dignità anche nascosto nell'anima che in un piccolo fazzoletto di terra potrebbero farsi una casetta per vivere con i pochi soldi disponibili, invece si pagano tasse esagerate inutili solo per ingrassare quelli che "parlano" perchè sicuramente non hanno problemi se non quello di stare zitti!Non ci sarebbe mai stato condono se le amministrazioni locali avessero fatto il loro dovere dando dei servizi ai cittadini con piani regolatori "pensati da Progettisti" e non studiati a DOC per parenti e amici costruttori, apri la mente e rifletti il condono è solo una conseguenza, saluti.

thumb profile
Sandrina

Silvio, aspettiamo con ansia quello che ci hai promesso in campagna elettorale, e cioè che nella casa dei genitori si possa ampliare e costruire per le neccessità dei figli, è un ottima cosa anche se so che dipende dai comuni, ma intervieni o obbligali a farlo, per quanto riguarda il condono sono d'accordo, tanta povera gente che aveva un pezzo di terreno si è impegnato tutto per farsi una casetta, perchè non condonarla invece di accanirsi, e spendere soldi per demolizioni, sopralluoghi spiegamento di forze con costi allucinanti, si al condono Silvio, vai avanti tanto non ti butteranno giù, siamo tutti con te, se si andrà alle elezioni sarà un plebiscito, dall'altra parte sono già morti, non fanno altro che offendere e fare ilk bastian contrario. quando è stata fatta la proposta per abolire le pensioni ai politici dopo due anni di mandato (5,6.7.8 mila euro al mese) erano tutti presenti a votare no, queste sono cose abominevoli, chi versa contributi per 40 anni prende 1000 euro al mese...Che dire questo è giusto, e gli stipendi, e le agevolazioni...e meglio che si stiano zitti. SI AL CONDONO EDILIZIO, SILVUIO SIAMO CON TE.

thumb profile
Toninetto

Silvio solo tu capisci i reali problemi della gente, perchè non condonare le case che uno con il sudore della vita si è costruito, invece di spendere e sperperare soldi per demolizioni processi eccettera, battiti Silvio ti voterò sino alla morte, io e tutti i miei parenti amici e conoscenti, tutti predicano bene e razzolano male, che dire di un politico che si becca la pensione stratosferica dopo due anni di legislatura, e io che ho versato per 40 anni prendo 1000 euro.....queste sono le cose disgustose, dai Silvio vai avanti,cercano di buttarti giù in tutte le maniere ma non ci riusciranno, SIAMO TUTTI CON TE.

thumb profile
luigi

perche con uno stipendio da operaio.una famiglia di 4 persone non puo permettersi un affitto da800 euro. se lo stipendio e di 1100.avendo la fortuna di essere in possesso di3000 metri di terra.ereditata tralaltro.costruisci una piccola abitazione, coltivando un orto e allevando poche galline.mantenendoti cosi una vita piu dignitosa.ecco perche si al condono

thumb profile
Roberto

E' facile,tutti noi sappiamo quali interessi girano sui piani"REGALATORI" in particolar modo le associazioni dei costruttori e i vari assessori ,I'ungo braccio del PARTITO. L'abusivismo è la risposta del POPOLO alla necessità e alle pappatorie.MIO NONNO DICEVA : ricordati che vivi nel paese di pulcinella .AHHHH...! PER cio' che riguarda la toscana gli ecomostri li autorizzano direttamente dai piccoli comuni.

thumb profile
cittadino onesto

Siete la vergogna dell'Italia. Una legge, uguale per tutti. I campani devono essere costretti con la forza a rispettare la legge perchè ormai non geneticamente (siamo tutti uguali da quel punto di vista) ma "culturalmente" e civilmente sono diventati dei malati cronici. Le giustificazioni più becere, ridicole, degne del miglior Totò che almeno aveva senso dell'ironia nel prendersi in giro insieme ai vizi dei napoletani. Oggi voi rappresentate, non perchè vi si offende gratutitamente ma perchè siete diventati espressione del peggior degrado mentale e sociale che ci sia in Europa, una massa di delinquenti in senso letterale. Siete voi stessi a rappresentarvi come tali e non ve ne rendete neache più conto. Ormai anche chi non la sopporta sta diventando pro-Lega. Vi si dovrebbe lasciare vivere nella monnezza e con i VOSTRI soli soldi. Sentitevi: SIIII' CONDONO, CONDONO, CONDONO, 2 MILIONI DI CASE SONO TROPPE PER ESSERE DEMOLITE, e così via. Sembrate tante pulcinella che si agitano ai piedi del padrone che vi getta le briciole in faccia. Vergogna, il condono è la vergogna dell'Italia.

thumb profile
giuseppe

politici della campania ...ma avete preso in giro i vostri elettori. che tremonti prende in giro la gente oramai è noto ma meraviglia che prende in giro anche voi. avevo letto che i politici della campania si dissociavano dal decreto milleproroghe se non passava il condono e invece nulla. cosa si fa allora... non venite a rombere le scatole al momento dei voti. visto che allora nessuno ci difende, propongo un referendum sul condono edilizio così come è stato presentato dai senatori campani che da la possibilità di sanare tutto anche la casa abusiva in area tutelata. la casa viene prima dell'area tutelata, purtroppo questa cosa non viene capita da chi ha tante case. chi intende scrivermi lo faccia, grazie

thumb profile
gianni

si al condono, se ormai certo che ci sono 2 milioli e piu di case..cosa serve demolirele''??ulteriri spese di demolizione e spreco di materie prime per rimpire discariche.. per salvagurdare cosa.?'.danneggiare chi con sacrificio si e fatto un tetto per ripararsi lui e i loro famigliari..un tetto e necessita per individuo e uno dei primi beni che l uomo deve ambire per la sopravviventa.. togliere un tetto e contro natura ache gli animali si creano un giaciglio un nito e noi intelligenti li distrugiamo?'.non tutte le casa sono sotto vincolo paesagistico qiundi non fare il condono significherebbe danneggiare miglioni di persone buttare miglioni di eruo e rimpire le discariche e non dare lavoro a altri per finirle e lavoro per regamenterle SI AL CONTONO EDILIZIO invece di buttatae miglioni di euro in discarica insieme a miglioni di sogni di italiani che vogliono solo un tetto.. fatto con le forze e risparmi di un a vita ,,solo un sogno di primaria necessita la casa non e un lusso.. ma una necessita vitale... quasi come chiudere l acqua miglioni di italiani.. berlusconi per una cosa buona,, nenche te la vogliono far fare altrimenti come oblicerebbero 2 miglioni di italiani a comprare case gia esistenti fatte da persone che speculano sulla casa a prezzi enormi????si al condono di prima casa

thumb profile
antonio

forza silvio dacci questo condono di vera necessita, siamo tutti con te non ci abbandonare in questo.

thumb profile
ENZO

SILVIO FAI IL POSSIBILE SEI L'UNICO CAPACE DI POTER FAR QUALCOSA SI AL CONDONO EDILIZIO

thumb profile
ANNA

SI AL CONDONO! CHE MALE C'E' PASSATEVI UNA MANO PER LA COSCIENZA

thumb profile
dario

SI AL CONDONO!!!!!!!!!!!! I PROBLEMI SONO ALTRI FORZA SLVIO SIAMO TUTTI CON TE SEI IL PIU' FORTE

thumb profile
veronica

si al condono.... per qualcuno vale niente, ma per molti e'di vitale importanza BERLUSCONI sei grande aiutaci

thumb profile
un cittadino onesto

quando la gente è ignorante e gretta, manco i terremoti servono più a niente. ce ne vorrebbero di abbastanza forti e "selettivi" da radere al suolo non solo le case ma anche la mentalità mafiosa e malata che è TIPICA SOLO DI CERTE REGIONI DELL'ITALIA. la campania e i campani non sono sempre poveracci: nel tempo la mentalità della furbizia, mascherata da scuse di necessità, hanno prodotto quel mostro che è quella regione. l'abusivismo è illegalità esattamente identica a quella delle discariche abusive, degli sversamenti in mare, delle rapine facili facili a tutte le ore del giorno e della notte. c'è poco da girarci intorno. in campania e in poche altre regioni, sono gli stessi tecnici, non solo la "povera gente" a operare nell'illegalità. quando in europa vi guardano come gli italiani guardano i paesi del terzo mondo disastrati, sappiate che è solo colpa vostra e del vostro modo di pensare. poveri quei (purtroppo tanti) campani onesti che devono sottostare all'arroganza, all'ignoranza e al malaffare di una enorme fetta di loro concittadini. la dinamite sotto le case, altro che condono. e se vi lamentate che "la pubblica amministrazione locale è corrotta" e quindi "siete costretti" a fare le case abusive, è SEMPRE COLPA VOSTRA. voi votate quella gentaglia che poi vi chiede le mazzette. quindi siete voi la causa dei vostri mali. tutti a lamentarsi, ma NESSUNO a pulire le strade. vergogna.

thumb profile
fabrizio

fare il condono edilizio e importante per tanti motivi un e perche la gente ha speso sudore e sacrifici secondo per il benessere del paese e terzi per far girare soldi.

thumb profile
giovanni

grazie a tutti i senatori che anno presentato questo emendamento dimostrando finalmente di avere a cuore il destino di tante famiglie come la mia che a pagato il condono paga tutte le tasse e corre il rischio di ritrovarsi senza casa e indebitato per demolire l'unico tetto che abbiamo quindi grazie di vero cuor e a tutti voi da Giovanni mia moglie Rachele e i miei tre figli

thumb profile
REBECCA

SILVIO CONDONA TUTTO QUELLO " CHE E' GIUSTO" E NON DANNOSO.... MA CONDONA .. DACCI UNA POSSIBILITA' PER COSTRUIRCI UNA CASA.................................................................

thumb profile
antonio

si al condono fino al 2011 e poi se veramente non volete o non si può, costruire allora attuate i satelliti, non fate costruire a metà e poi ci mettete i sigilli. cosi ci fate solo impazzire. forza berlusconi.

thumb profile
Luigi

il condono è la forza essenziale per lo sviluppo del lavoro, dei privati che si sono costruiti una casa ,che diversamente non potrebbero avere, perchè non possono permettersi di comprarla perchè troppo costosa, anzi doverebbero limitare quelle esagerazioni di sansioni,per le persone che non hanno mai avuto una casa.Viva il condono che sia fatto al più presto in tutte le regioni.Viva Berlusconi ,forza Silvio.

thumb profile
tonino

dai silvio aiutaci ero di sinistra ma vedo che solo tu ti interessi delle cose sociali,pensioni, fisco, immigrazione clandestina ma anche il condono come tu e molti uomini del pdl avete capito che e' una questione sociale,

thumb profile
giuseppe

si alla riforma del condono Legge 326/2003 per livellare i benefici che altri hanno ottenuto con la legge 47/85 e 724/94. Non si giustificano le limitazioni imposte con l'ultimo condono. Molti hanno pagato una barca di soldi per accedere al condono per salvare la propria casa di residenza e non per fare speculazione edilizia. Tutti uniti per riformare la legge 326/2003

thumb profile
corrado

dopo la sanatoria catastale, nata per far cassa, è giusto dare la possibilità di sanare gli abusi di necessità, con esclusione di quelli speculativi e nelle aree vincolate.

thumb profile
alessandro

ho pagato 30 mila euro per il condono del 2003 facendo sacrifici ho dovuto cedere il mia attivita per finire di pagare i debiti, per la casa,a tutto oggi io e la mia famiglia stiamo da mia suocera in 38 metri quatri,in sei persone.Chiarisco che il mio edificio costruito e in una zona edificata 80%.CHIEDO UN GRANDE SI AL CONDONO.

thumb profile
sergio

percgè gli abusi realizzati in Toscana non hanno potuto essere sanati. mentre gli stessi abusi realizzati in quasi tutte le regioni italiane hanno potuto usufruire del condono? se per la costituzione italiana tutti i cittadini sono uguali di fronte alla legge, riaprire il condono sarà un atto di giustizia.

thumb profile
Francesco

http://www.ilgiornaledellarte.com/articoli/2011/2/106478.html

thumb profile
si può fare

Grazie al condono si potrà finalmente sanare un bel po' di case in ZONA ROSSA, finire il grattacielo sul SARNO e perché no: un ALBERGO DIRETTAMENTE NEL CRATERE DEL VESUVIO. Evviva Evviva..... P.s ma perché invece di usare platee, pali o travi di fondazione non ci mettiamo direttamente la munnezza?? Grazie a questo splendido ed efficiente governo.

thumb profile
francesco

E' una cosa buona ma bisogna farlo subito ! evviva berlusconi !

thumb profile
leo

pur troppo dico si al condono per snellire anche pratiche penali derivanti da abusi non solo edilizi ma da uffici e studi tecnici perche io o acquistato un locale nell 2008 ad mia insaputa parte abusiva da un costruttore immorale ad oggi mi ritrovo con un procedimento penale in corso . ps le forze di polizia devono vigilare (no condono alle imprese edili perche loro fanno cassa)

thumb profile
miky

dateci sto condono che ne abbiamo bisogno dateci la possibilita' di vivere nella nostra unica casa

thumb profile
pippo

IN QUESTI ULTIMI GIORNI SENTODIRE PAROLE E COMMENTI DAVVERO ASSURDICOME "NEANCHE QUESTA MATTINA IL GIORNALE RIPORTA CHE BERLUSCONI E' MORTO". TALI AFFERMAZIONI SI COMMENTANO DA SE'. IO CHE PERSONALMENTE NON SONO NE' PER LA PENA DI MORTE CHE PER LA VIOLENZA, PENSO CHE QUANDO SI GENERI TALI COMMENTI CHE SICURAMENTE VENGONO SOSPINTI E SOSTENUTI DA CHI ORMAI SI RICONOSCE COME UN NEMICO POLITICO E NON UN AVVERSARIO, E IN QUESTO TRA I SINISTROIDI E I CATTOCOMUNISTI, POICHE' TALI VANNO CONSIDERATI, VE NE SONO TANTI, ALLORA MI PERMETTO DI SUGGERE A SILVIO BERLUSCONI E A TUTTO IL PDL DI FARLO STO BENEDETTO CONDONO AMBIENTALE, COSI' MAGARI CREPASSERO LORO "D'INVIDIA OVVIAMENTE" TANTO QUESTI PERSONAGGI CONTINUERANNO COMUNQUE AD ESSERE CONTRARIO A TUTTO E TUTTI. VIVA IL CONDONO SI AL CONDONO SI AL CON DONO SI SI SI SI ABBASSO I CATTOCOMUNISTI E SINISTROIDI

thumb profile
Pier

Il condono deve essere approvato perchè altrimenti al c.d. "sanatoria catastale" rimane una operazione del tutto ridicola. Naturalmente si potrebbe discutere per anni sulla "moralità" o meno dei condoni, ma su di un punto, credo, si possa essere tutti d'accordo: ci sono abusi "maggiori" (opere in itotale assenza di permesso di costruire e/o in totale difformità) e abusi c.d. minori (es. abusi interni, modeste variazioni al distributivo, piccoli aumenti di volumetria, spostamenti di finestre, porte, creazione si bagni etc., cambio di destinazione senza opere). Almeno per quest'utimo tipo di "abusi", credo, si potrebbe accettare di riaprire i termini del condono o, meglio, consentire un nuovo condono, senza gridare alla "immoralità". Spesso sono piccole difformità che per esigenze abitative vengono realizzate nelle abitazioni e che la c.d. "sanatoria catastale" sta facendo affiorare e la cui condonabilità dovrebbe, a mio giudizio, essere favorita anche ai fini di una più agevole circolazione dei beni nel mercato immobiliare.

thumb profile
tullio

condoni si ma solo per la campania dove grazie a bassolino siamo stati esclusi io ne farei una battaglia di principio con venti senatori campani non ci facciamo valere

thumb profile
terry

speriamo che il governo faccia il condono per permmettere anche achi non ha santi in paradiso per legalizzare la sua casa

thumb profile
miki

non ce la facciamo più con questa sinistra che "mette sempre il bastone fra le ruote" Abiamo bisogno di un altro condono per permette a tutti di mettersi in regola!!! ci sono tanti anni di sacrifici alle spalle per realizzare qualosa e non gravare sullo Stato Andate avanti......con il cndono

thumb profile
alex

Oggi non è più possibile ragionare con la mentalità politica del 1985 (legge n.47) basata su procedure burocratiche ormai obsolete che ancora oggi appesantiscono gli uffici pubblici !! A mio parere occorre seguire il principio del cosiddetto "processo breve" e cioè trascorsi un certo numero di anni il cui procedimento sanzionatorio non si è concluso, l'abuso è sanato .In tal modo le amministrazioni locali si alleggeriscono e potranno dedicarsi con più attenzione al nuovo federalismo

thumb profile
blabla

...al Condo M.. no al condono!

thumb profile
ARMY

SI AL CONDONO IO SONO UN RAGAZZO CHE HO UNA CASA LEGALE IL CONDONO DEVE USCIRE PER DUE MOTIVI ,UNO PER DARE FINALMENTE LA CERTEZZA DEFINITIVA DI AVERE UNA CASA DOPO TANTI SACRIFICI ,DUE CHE SI SBLOCCA UN PO L'ECONOMIA IN TUTTI I SETTORI . SE NON SUCCEDE QUESTO FAREMO LA FINE DELL'EGITTO E DI TANTI ALTRI PAESI ,SPERIAMO CHE IL NOSTRO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DOPO TANTE ACCUSE INESISTENTI ,LO FARANNO GOVERNARE PER IL BENE DEL PAESE ,PURTROPPO ATTUALMENTE NON CI STA' NESSUNA ALTERNATIVA POLITICA CHE CI PUO' GOVERNARE OLTRE BERLUSCONI. SI SI SI AL CONDONO.

thumb profile
pino

fatelo sto condono

thumb profile
Roso

si al condono previo i n.o di competenza paesaggistica. Non vedo il probleme se uno che ha costruitoabusivamente ha la possibilità oggi di sanare l'abuso commesso senza arrecare danno ad altri e nel rispetto dei criteri paesaggistici previo n.o. . Tutto il resto è solo fantapolitica di chi contrariamente si nasconde dietro il no del condono per partito preso senza discernere veramente i casi specifici.

thumb profile
fabio

NO per rispetto delle regole e di chi le segue NO per rispetto di quelli a cui l'abuso è stato abbattuto NO per contribuire alla ricostruzione di una parvenza di legalità La legge deve essere uguale per tutti, non possono farla franca sempre i furbetti del quartierino.

thumb profile
Piè61

Mandiamo a lavorare i grillini, i perbenisti, gli pseudoambientalisti, i verdini, i grillini e tutti coloro che hanno la "pancia piena" da permettersi di fare i moralizzatori!!! Siamo pratici e realisti: sì al condono edilizio su tutto il territorio nazionale.

thumb profile
pippo

si parla di condono e come parlare di un omicidio e/o una stragie, quale sarebbe la soluzione giusta ? proviamo a parlare di tasse, di chi è costretto a pagarle perchè le trattenute vengono effettuate alla fonte e chi (come i liberi professionisti) ha il commercilista per pagare il meno possibile, e quotidianamente nell'ambito della propria attività non emette ricevute fiscali: DENTISTI, MEDICI SPECIALISTI, MECCANICI, IDRAULICI, ECC. ECC. di tutto questo non ci scandalizziamo mai !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! molti di costoro fanno anche gli uomini di sinistra, ai capito bene fanno i compagni, e quando sento parlare di CONDONO sembra che stia succedendo la terza guerra mondiale. Perchè a questi cattocomusti, ambientalisti, grillini, verdini, girotondini, violini e violette non fanno vedere i loro conto correnti, quanti soldi guadagnano e quanto dichiarano ? tutti questi signori che fanno i compagni hanno mai lavorato di notte ?, fanno i turni vicino ad una catena di montaggio ? o sono coloro che lavorano dal lunedì al venerdì, magari dipendenti pubblici dietro una scrivania ? I compagni erano coloro lavoravano i campi, i muratori, gli operai che lavoravano di notte, nelle miniere, non certo oggi possono riterersi tali coloro che tutti i giorni indossano la camicia dal colletto bianco !!!!!!! e vogliono fare i moralisti e si scandalizzano alla sola voce di CONDONO. bene signori possa piacervi o no per regolarizzare il condono solo per casi particolari, escludendo i palazzinari, chi vuole fare speculazione ed arricchirsi, per chi vive di stipendio e deve regolarizzare una unità abitativa dove ci vive e magari ha fatto anche il mutuo, bisogna sanare queste situazioni anche in zone di particolare interesse ambientale. I verdi, grillini, fiorellini, ecc.ecc. andassero a lavorare e a guadagnarsi il pane.

thumb profile
Alex

nell' emendamento presentato nell’articolo sopra esposto, per sanare gli abusi edilizi in zona paesistica e ambientale, si evince che la sanatoria è subordinata all' acquisizione dell'autorizzazione, art. 146 DL 42/2004 che in genere viene rilasciata dalla regione,. In sostanza vuol dire che se la regione non autorizza, la sanatoria non è rilasciata? ….Giusto ?.... se è cosi significa che tutto è demandato, previo parere regionale, magari anche in dissonanza tra una regione e l'altra ..... è giusta la mia interpretazione ?

thumb profile
peppone

Perchè al punto in cui siamo dire no sarebbe l'equivalente a una tragedia di quelle grosse, con donne e bambini in mezzo ad una strada. E' gente che non ruba che ha costruito a costo di grossi sacrifici, mettendo da parte le briciole per avere un tetto sulla testa. Non hanno chiesto mai una lira a chicchessia di contributo alla casa e dato che di questi tempi chi si ritrova casa senza sapere da dove vengono già è una bella differenza. Inoltre queste case generalmente sono costruite in maniera tale da rispettare confini e norme tecniche di costruzione, certamente solide e fatte per resistere, sicure. Al contrario del parco immobiliare italiano, vetusto, insicuro, costoso. Ps se si vuole eliminare l'abusivismo il modo c'è: abbassare il prezzo degli immobili, ridurre i fitti, fino ad allora tutto continuerà così. E in ultimo hanno condonato di tutto, hanno fatto e fanno scempio di tutto e ora propio con la casa di prima necessità se la vogliono prendere? Scommetto che se si scava sai quante licenze che non dovevano essere concesse saltano fuori?

thumb profile
salvatore trio

LA SICILIA NON HA RECEPITO IL CONDONO NAZIONALE PER LE OPERE OBUSIVE . IL GOVERNATORE AVEVA PROMESSO- CONTRARI I DS- CHE AVREBBE REGOLAMENTATO LA MATERIA . BISOGNA ESSERE ONESTI, CI SONO ABUSI E ABUSI TALUNI DI PICCOLA ENTITA' DOVREBBERO ESSERE AMMESSI TIPO IL BAGNO IN PIU' , LA STANZETTA, LA LAVANDERIA. QUESTI ABUSI NON COSTANO NULLA LASCIANDO AI COMUNI LA RESPONSABILITA' DI REGOLAMENTARE CON GIUDIZIO I VARI CASI. GLI AMMINISTRATORI IRRESPONSABILI DOVREBBERO PAGARE DI PERSONA DELLE DISTRAZIONI E PER LE AUTORIZAZIONI NON BILANCIATE CON LA TUTELA DEL PAESAGGIO. QUINDI BEN VENGA IL CONDONO CON INTELLIGENZA. CORDIALI SALUTI E SPERIAMO IN DIO

thumb profile
piero p.

la norma è sacrosanta e sana un vulnus della legge che nel condono del 2004 aveva dimenticato le zone vincolate consentendo così a chi ha già pagato abbondandemente di potere concludere l'iter di milioni di pratiche di condono bloccate da anni. E' una questione di equità e giustizia la finiscano i falsi ipocriti moralisti che poi magari sono i primi ad usufruirne.

thumb profile
nisi

vogliamo il condono del 2003 negato a noi campani,sono contrario all'abusivismo,sanare solo case in difformita' case senza vincoli di necessita' ma non una villa in zona paesaggistica con un bel panorama sole mare ecc..e no questo non è necessita' care persone DI ISCHIA.sanare solo case senza vincoli ambientali,storici..io non mi sognerei mai di fare una villa in zona paesaggistica senza un minino di progetto..comunque il condono del 2003 deve essere ripristinato perchè NEGATO AI CAMPANI

thumb profile
Acquastanca

...è Natura anche una cacca per terra o un cane morto in mezzo alla strada. Sono belli i boschi, le spiagge vergini e i fiumi incontaminati? tutta roba compatibile con un'Umanità fatta di 10.000.000 di anime, che vivono vagolando per i boschi mangiando bacche e prendendo pesci con le mani ed accontentandosi di campare trent'anni al massimo. Bei tempi andati. Oggi siamo in oltre 6.000.000.000 di persone che vogliono case, macchine, andare al mare e in campagna e viver bene campando cent'anni. Cosa ne facciamo di questi sei miliardi di persone? Prima c'erano le carestie, le pestilenze e tante guerre a limitare l'umanità, rendendola compatibile con la natura che in tal modo la poteva sostentare restando integra e selvaggia. Meglio prima, meglio oggi? le automobili inquinano ? andiamo a piedi. Le case sono brutte? viviamo nei tronchi. Le spiagge sono sporche e affollate? non andiamoci. Eccetera eccetera. Io, per me, preferisco lasciare ai miei figli case, automobili e pancia piena; della natura selvaggia ma disabitata me ne frego. Tanto, prima o poi l'Umanità passerà, gli uomini spariranno e la Natura ritornerà selvaggia come era prima, senza il fastidio dell'uomo che sporca, inquina e rompe il sacro silenzio delle foreste dicendo fesserie. Come queste.

thumb profile
Acquastanca

La pretesa di "mettere ordine nel settore edile" è una velleità irragionevole e paralizzante, che nasce dall'illusione di poter disciplinare dall'alto ogni aspetto della vita degli amministrati vietando loro di non fare niente che non sia stato esattamente previsto ed organizzato nei dettagli dagli Illuminati Amministratori Della Cosa Pubblica. Ambizione velleitaria e chiaramente impossibile da realizzarsi, e paralizzante perchè non fornendo strumenti attuabili di fatto lega le mani all'iniziativa del singolo. Meglio accontentarsi di ciò che ragionevolmente è lecito attendersi, disciplinando solo gli aspetti di massima e lasciando fare il resto a ciascuno. E chissenefrega se in una campagna di Casoria c'è una casa con cinque anzichè tre stanze, o se un pollaio viene coperto ed annesso a una tettoia per farne una piccola dépendance della casa. Ma tant'è, chi ha da strillare strillerà sempre qualsiasi cosa si faccia: l'importante, per qualcuno, è non lasciar fare.

thumb profile
GABRIELE

PER NOI POVERETTI CHE CI SIAMO FATICATI TUTTA UNA VITA LA CASA DEI NOSTRI SOGNI ,SENZA FAR MALE A NESSUNO E SOPRATTUTTO , COSTRUITA IN UN LUOGO CONSONO ( VEDI LE VARIE FRANE , ALLUVIONI ECC.., LASCIATECI FARE ALMENO QUESTO...!!!DIO E' SEMPRE CON NOI...E UNA CASA E' IL SOGNO DI OGNI UNO DI NOI... CHI COME NOI HA AVUTO LA POSSIBILTA' DI COSTUIRSELA , NON VEDO PERCHE' DEBBONO ABBATTERLA..! SI AL CONDONO ... EVVIVA IL GOVERNO DI BERLUSCONI!

thumb profile
giuliano

Ogni annucio di condono fa sorgere migliaia di nuove case di cui non si stente assolutamente il bisogno. L'Italia e' oramai coperta di case sfitte e capannoni vuoti. Ma non pensate un minimo al paesaggio e alla natura?? Sono beni che vi godete anche voi e i vostri figli!!

thumb profile
Luca

Leggere tutti questi commenti a favore; ma cosa lascerete ai vostri figli? un mondo irriconoscibile?

thumb profile
MarcoB

Abito in un Comune che dopo 35 (trentacinque) anni non ha ancora il piano regolatore e nel frattempo vige una legge regionale detta di 'transizione' che vieta frazionamenti ed ampliamenti. Tutto questo mi sembra molto più scandaloso di un condono edilizio. Non devo costruire un grattacielo nel parco nazionale, vorrei solo frazionare la MIA casa. Amplierei anche i termini comprendendo anche il 2010 e diamo un bel taglio a tutto questo caos.

thumb profile
Alberto

E' vita..................

thumb profile
Ltonarel

Lavoro in un comune quasi totalmente vincolato dal d.lgs 42/2004 non é possibile sanare neanche i PICCOLI ampliamenti ancorché compatibili ubanisticamente. Ben venga un condono, ma cum grano salis

thumb profile
luisella

io chiedo solo una cosa a tutti quei falsi moralisti che dicono no al condono edilizio.Se il condono non va bene perchè favorisce gli illegali, perchè tutti i governi che si sono succeduti non hanno fatto ed applicato sul serio una legge sugli abbattimenti? Siamo solo dei falsi ipocriti

thumb profile
gino

alessio vedi che fino a prova contraria questi tipi di abusi li hanno sempre fatti al nord e si vede le case sono costruite sugli argini dei fiumi si è visto sono andate tutte sott'acqua. si ma csrto quelli avevano il permesso per costruire ....quelli sono del noed fanno sempre le cose in regola.

thumb profile
Angelo Lombardo

E' ora che si paghi per quel che si è realizato!!

thumb profile
SALVATORE

Ritengo che in questa fase di stallo e di difficoltà il condono possa essere di aiuto a quelle famiglie che non possono premettersi un'abitazione di proprietà visto i prezzi degli attuali immobili ed inoltre potrebbe aiutare tutte le piccole imprese del settore. Però estenderei il condono ma quegli abusi commessi magari fino al 31/03/2010.

thumb profile
pietro

Si al condono su tutto il territorio italiano.

thumb profile
Antonio

io penso che i politici contrari al condono dovrebbero smetterla di parlare una volta per tutte!!!! non dicono una cosa giusta. il condono in campania è giusto che venga RIAPERTO perchè il grande bassolino non ci ha fatto usufruire del condono emettendo leggi anticostituzionali, il governo in seguito gli ha dato torto ma purtroppo non è stato possibile riaprire il condono. quindi tutte le regioni ne hanno usufruito con la legge nazionale mentre solo per la campania non è stato possibile. perciò,politici contrari e ambientalisti FINITELA una volta per tutte, mettiamo la campania alla pari delle altri regioni. ci tengo a precisare che il condono va riaperto alle costruzioni edificate entro il 31 marzo 2003, quindi è inutile che dite che vogliono condonare costruzioni oltre questa data, inoltre controllare è facilissimo, in virtù della individuazione delle case fantasma, quindi il catasto conosce tutte le case fantasma perciò il condono sarà fatto solo entro i termini del 31 marzo 2003. Io sono convinto che se non si farà il condono in campania i residenti di questa regione non andranno più a votare e ci sarà un opposizione attiva nelle strada bloccando tutte le attività e il traffico. Siamo tutti a favore del condono.

thumb profile
Ezio

propongo un condono edilizio l'anno, depenalizzazione della pedofilia, eliminazione del carcere duro 41 bis.

thumb profile
fidel

BOHHHHHHH !!!!!!!...lei marcos non e' che nella sua terra ci pianta anche qualche allucinogeno e poi ne fa' anche uso ????

thumb profile
arciprete

....il condono edilizio deve essre riaperto per tutte le Regioni, non solo per la Campania...Le altre Regioni cosa sono piu' fesse ???? Chi ha un terreno di proprieta' e decide di fare un abuso perche' non puo' condonare ???? Il condono del 2003 mica era a gratis !!!!! I poveri abusivi hanno dovuto pagare migliaia di euro per ottenere il permesso a costruire in sanatoria....Il condono e' una sorta di remissione dei peccati, quindi viva L'INDULGENZA PLENARIA per tutti.... non solo per gli amici degli amici.....

thumb profile
marcos

Salve io sono parzialmente abusivo, la concessione era minima per poterci vivere..e grazie alle leggi di tutela ''economica'' sono stato costretto..io scrivo dalla sardegna una terra bellissima per i suoi abitanti con tantissima terra libera dove posso vivere ancora come un essere umano..nella natura e voglio vivere nella natura ..e voi non potete giuducarmi se ho fatto un abuso..i soldi sono quelli che sono ..e cmq ho piantato piu alberi io di voi tutti messi assieme io la domenica e il sabato curo il mio giardino

thumb profile
Enzo

Non tutti sanno che l'ultimo condono in Campania è stato un flop, Solo gli speculatori ne hanno usufruito, questo perchè la Regione Campania allora guidata da Bassolino emanò una controlegge e limitava la sanatoria. In pratica chi si autodenunciava rischiava che i soldi versati andassero solo a sanare il reato penale e non al conseguimento della concessione in sanatoria. Il risultato fù che solo chi avesse denaro da rischiare usufruì della legge mentre la povera gente nel dubbio non aderì. Ovviamente sono per il paesaggio e contro gli speculatori e mi sembra che l'emendamento vada nella direzione giusta SOLO ABUSI COMMESSI PER NECESSITA'. LA RITENGO UNA QUESTIONE DI GIUSTIZIA SOCIALE. Chi è che determina in un Comune quali devono essere le zone EDIFICABILI? I piani regolatori sono redatti da Tecnici che non hanno alcun potere nel determinare le zone e la loro tipologia, E' SEMPRE LA POLITICA che decide, sempre la stessa storia solo i terreni delle persone importanti vengono fatti EDIFICABILI, quindi PERDONATEMI: Il condono dove non ci sono vincoli di paesaggio, fatto per necessità Restituisce pari dignità alla povera gente che non conta quando i comuni redigono il piano regolatore.

thumb profile
orlando

Allora demoliamo tutti i centri storici. Che ne sapevano nel medioevo di vincoli paesaggistici, idrogeologici, sismica, ecc, quando la gente tirava a sopravvivere. Gli attuali vincoli sono un incentivo all'abusivismo. La maggior parte delle aree vincolate, lo è perchè chi è preposto ad inserire i vari vincoli, vuole dormire più che tranquillo, e provate a chiedervi perchè?? Perchè in Italia rischia quasi più un ingegnere che fa un errore (sottolineo errore, non un atto di volontà) di calcolo, che un serial killer. Possibile che nessuno se ne accorga?!

thumb profile
vincenza

Il governo che abbiamo non è altro che il riflesso della società attuale italiana! Cari abusivi non vi lamentate se poi un terremoto, un alluvione o un altro evento accidentale un giorno potrà radare al suolo la vostra bella casa condonata per poi magari pretendere l'intervento del governo per risolvervi il problema, poiché quel disastro sarà stato solo l'effetto del vostro abusivismo. I vincoli idrogeolico, paesaggistico ecc. non servono solo a tutelare le bellezze del nostro paesaggio #che penso tutti dovremmo pretendere dato che ne siamo i primi fruitori # ma anche la vostra incolumità fisica, poveri stolti!!! Una casa che nasce abusiva di solito non segue la regola dell'arte della pratica edilizia e quindi della corretta progettaziopne con le opportune valutazioni tecnico-ambientali Cari abusivi Il livello di civiltà di un popolo si misura anche secondo questi parametri!!! Siamo noi che creiamo "il governo Berlusconi", sia esso di destro o di sinistra.

thumb profile
orlando

Alla base di tutto c'è il DNA dell'italiano. Ci vogliamo considerare europei ma non abbiamo ancora capito che la mentalità nordica arriva fino alle alpi e non riesce ad arrivare da noi. In realtà siamo quasi nordafricani ma a differenza loro abbiamo la fortuna di non essere oppressi da regimi dittatoriali e ci vogliamo sentire liberi. Non osiamo infatti che qualcuno venga a dettare legge in casa nostra, e per molti versi abbiamo ragione. Ricordate (sopratutto quelli di sx) che la speculazione edilizia si basa proprio sui troppi vincoli vigenti. Non pagheremmo una casa 5000 Euro/mq se con 2000 ce la potessimo costruire su un terreno.

thumb profile
matteo

e rieccoci! con la scusa di dare un tozzo di pane ai poveri si aprono le bisacce perchè gli squali ne riapprofittino per cementare spiagge e campagne! Bisogna riqualificare l'esistente!

thumb profile
coscenzioso

tutti hanno ragione e tutti hanno torto, la differenza è dovuta dalle circostanze!! riapriamo questi termini, così chi non ha potuto completare la pratica di condono nel 2003 per mancanza dei tecnici comunali, può farlo ora!! non tutti sapevano della doppia conformità, l'una edilizia e l'altra ambientale. siamo in democrazia: adoperiamo gli strumenti di informazione per informare la gente. non facciamo come nel 2003, dove solo pochi sapevano di dover fare anche il condono ambientale dopo aver pagato quello urbanistico. spero in una giusta consapevolezza della gente che nega il condono. NON AMMAZZIAMO LA GENTE E POI PREDICHIAMO IN CHIESA. USIAMO LA TESTA UNA VOLTA PER SEMPRE. A FRANCAVILLA AL MARE LA GENTE HA COSTRUITO SUL MARE: CHI STA A 30 M DA UN PICCOLISSIMO CORSO D'ACQUA NON PUò CONDONARE PERCHè NON HA FATTO A SUO TEMPO IL CONDONO AMBIENTALE, NON è GIUSTO!! OK AL CONDONO

thumb profile
paolo

Azz..., è arrivato il REDentore...

thumb profile
ADRIANO

Ma cosa c'è ancora da dire? Un paese allo sfascio, un paesaggio reso simile alla gente che lo abita : incolta, abbrutita, incivile e inaffidabile. Identica al suo Governo ed al suo capo "cochon". Un paese "monstre". BASTA , BASTA con il senatore Campano di destra che pesta lo sterco fuori casa e pensa al condono , basta con questo menefreghismo sociale , basta con le finte riforme e le gabelle fatte pagare ai comuni alla faccia di un falso federalismo . Basta con questo Paese del Bunga bunga e facciamolo ritornare civile . DIGNITA' PER DIO !!!!!!

thumb profile
Diego

Basta Leggi valide solo in certi parti d'Italia; se vale da me che un mattone fa già costruzione abusiva e mi denunciano, che anche nel resto d'Italia valga la medesima cosa. Al diavolo ai 150 anni d'Italia unita e ai furbetti che continuano a detrupare il paese e a prendere in giro le persone che eseguono correttamente tutte le procedure del caso. Vergogna a chi lo fa e al governo (di qualunque colore) che ancora osa difendere questi mascalzoni!

thumb profile
moralista (dell'ultima ora...)

è grazie a te e quelli come te che l'Italia è allo sfascio. Io mi faccio i c...i del mio paese, sei solo un povero co....ne, tu e la tua logica da Cetto LQ

thumb profile
geom. giacomo

Immaginavo da un po' che uscisse fuori nuovamente una proposta di condono, perché a mio parere, l'accatastamento delle case fantasma è stato un utile strumento per far uscire allo scoperto tutti gli abusivi, che quando sentono parlare di condono sono contrari, perchè pensando sempre agli abusi degli altri dimenticano i loro. Dunque un ottimo strumento di sensibilizzazione per tanti falsi ambientalisti. Sono curioso della soluzione (sicuramente contraria) che prenderà la regione Toscana, che non ha mai accettato condoni (siamo italiani anche noi, dovrebbe valere la regola nazionale per tutti in questi casi!) e si è sempre comportata da falsa ambientalista, facendo finta di non vedere i tanti abusi che riempono le nostre campagne. SE LA TOSCANA E' CONTRARIA E TIENE ALL'AMBIENTE ALLORA LO DIMOSTRI DEMOLENDO GLI ABUSI, che tra l'altro non mancano in una regione supervincolata. Personalmente sono contrario agli abusi, ma in certe situazioni particolarmente vincolate (non per rischi naturali o pregi ambientali ma per pura oppressione delle amministrazioni verso i cittadini) allora giustifico l'abuso e accetto il condono. Nella mia zona gli amici (compagni) di partito avevano l'assenso verbale degli amministratori a poter costruire senza che nessuno li ordinasse a demolire. I risultati si vedono oggi quando c'è da mettere a posto certe situazioni. Il giorno che qui cambia il vento (ed ha già iniziato) ne vedremo delle belle!!!

thumb profile
peppe

sei del nord vuoi il federalismo e fatti i c..........zi tuoi viva il condono forza sarro e i suoi discepoli (che voi i vostri affari ve li guardate bene es. quote latte)

thumb profile
alessandro

E' ora di rispettare la legge e sopratutto di pagare le tasse.Basta con i condoni e via libera agli abbattimenti! Pensateci 1000 volte prima di realizzare immobili abusivi.Solo in Italia si verificano situazioni simili VERGOGNA!!!!

thumb profile
moralista (dell'ultima ora)...

La trovata dell'abuso per necessità è proprio una gran c.... Vivo al nord e chi ha un terreno agricolo si guarda bene dal farci una costruzione abusiva. Si va a comprare (se può) o ad affittarsi un appartamentino di pochi mq in mezzo a smog e cemento e minkiate cittadine varie; vive duramente senza nessuna vista a mare o in collina, senza seconda casa e senza invocare condoni deleteri x tutti. Tirare la cinghia è roba da gente onesta i fannulloni se ne sbattono e fanno gli abusivi aspettando il condono... poi i servizi, le brutture e le emergenze le paghiamo tutti. Demolizioni ad oltranza senza sconti anche per le baracche da giardino (che anche qui non mancano...). Speriamo nel federalismo

thumb profile
nisi

la sinistra non ha mai aiutato le persone..operai,lavoratori quando ero ragazzo ero un comunista pensavo ai valori ma hanno tradito i poveri operai,adesso vedo che quando abbattono una piccola casetta di una povera famiglia,con vincoli o senza vincoli sono contenti se ne fottono dei bambini e del loro futuro sono contrario all'abusivismo ma vediamo con il condono del 2003 se si possono sanare quelle senza vincoli.. quelle con i vincoli vedere caso per caso per prendere una decisione giusta riaprire il condono del 2003 che è stato negato a noi campani le altre regioni hanno realizzato case a 60 mt dal mare tutto ok come si dice siamo sempre noi i mariuoli ..gli altri fanno i fatti

thumb profile
tito

Sono favorevole ad un condono di abusi ai fini non speculativi, ma perchè solo per quegli abusi fino al 2003!!!! Visto che devono risanare i debiti dello stato perchè non portarli fino a dicembre 2010, così si chiude una lunga parentesi....

thumb profile
Michael

pensate che con la riapertura del condono solo in campania potrebbe essere possibile ,sanando tutte le opere che a causa della capestra legge di bassolino non è stato possibile regolarizzare,introidare qualche centinaia di milioni di euro che potrebbero essere usati per infrastrutture o altro! Altro che finanziaria...........! I comuni si leccherebbero i baffi! Ai moralisti dell'ultima ora che questo forse è sfuggito !

thumb profile
GIOVANNI CANTELMO (geometra)

Appartengo, anche culturalmente, ad uno schieramento opposto a quello del senatore Sarro, ma, operando quotidianamente nell'edilizia, ritengo necessaria una norma che consenta di sanare situazioni pregresse e di fatto scaturite, molto spesso, da oggettive necessità incompatibili con carenze strutturali e normative nonché con le croniche lungaggini degli Uffici preposti alle autorizzazioni. Si pensi inoltre a tutti quei cittadini obbligati ad autodenciare piccoli abusi edilizi per adempiere alle scadenze imposte per gli accatstamenti. E' un condono non solo per i cittadini, ma anche per lo Stato e le pubbliche Aministrazioni che devono consentire il rimedio alle proprie inefficienze.

thumb profile
giuseppe

Riaprire il condono significa tornare indietro oliare ancora un pò la macchina dei soldi e del potere lasciando come sempre la decisione ai soliti. "La Legge Andrebbe Abrogata". riscritta con parole che le appartengono come :concessione edilizia ecocompatibile, finanziata dallo stato con i vecchi condoni per realizzare spazi verdi intorno alle aree in oggetto. Potrei sembrare cinico verso la reale situazione attuale, dove esistono molti casi di costruzioni abusive, in zone vincolate etc. ma vi faccio notare di come è ambigua la legge: mi è capitato di affrontare condoni dove al tempo della richiesta la zone era vincolata e oggi non lo sono, ebbene saprete che il n.o. è ancora oggi richiesto. la stessa ambiguità stà nel fatto che i primi due condoni non limitavano le zone vincolate mentre l'ultimo sì. avevano riempito la cassa? oggi è proposta dallo stesso governo il contrario della legge, da notare. insomma se un'edificio è stato costruito senza una logica discussa, controllata frettolosamente, per me è sempre e comunque un pericolo un'offesa e un obrobrio, verso millenni di architettura, anche in zona edificabile. Spero di aver aggiunto un punto al dialogo. saluti

thumb profile
giuseppe

cari colleghi cerchiamo di cambiare il punto di vista per andare avanti e non rimanere attaccati al passato. oggi più che mai sono le parole e i termini con cui si affrontano i problemi che ne fanno di questi l'importanza o il il loro futuro. è qui come ovunque le parole sono coniate dal mondo della politica, amplificate e sottolineate, a volte storpiate dal mondo del giornalismo.ma c'è l'altra faccia e siamo noi del settore che tramite i nostri rappr. dobbiamo farci sentire: perchè continuare a parlare di condono dopo più di 25 anni dal suo ingresso?.Perchè continuare a parlare di "vincoli paesaggistici" etc. quando in altri paesi il condono così non esiste e vivono meglio( urbanisticamente parlando)? hanno condonato i conti all'estero e non ho visto il paese arricchirsi di niente. ho visto anni e anni di vincoli e zone oltraggiate senza limiti, per non parlare delle violenze verso il mare con depuratori inesistenti e spazzatura ovunque. forse qualcosa non funziona? tranne la macchina dei soldi e dei poteri che fa sempre lo stesso giro oliata ben bene ogni giorno. sono daccordo per salvaguardare la distanza da fiumi dai laghi e spiagge, sono daccordo con il salvaguardare i cuori verdi del paese, i parchi etc. ma è anche vero che dove c'è l'uomo ci deve essere un posto dove farlo vivere. con questo voglio dire che si dovrebbe voltare pagina e iniziare a parlare di più di integrazione, di ecocompatibilità, di pagare il giusto senza far credere che con i soldi si può comprare tutto anche il futuro di un paese. Eliminare le parole vincolo e condono. Il comune potrebbe decidere dove si potrebbe costruire e come, senza avere discrezione sull'opera ultima, lo stesso per i piani di "integrazione edilizia" per le "zone turistiche" e "verdi" gestite dalla regione a livello locale.

thumb profile
paola

il nostro territorio è oramai paradigmatico della nostra diffusa involuzione etica e sociale: deturpato da costruzioni spesso orribili, privato dei suoi paesaggi e monumenti (Pompei) più belli e rappresentativi, dissestato per l'incuria e la mancanza di pianificazione idrogeologica. In tale contesto di degrado culturale, politicamente premia ancora assicurare l'impunità rispetto agli abusi commessi, concedere ulteriori "opportunità" edificatorie, premiare insomma l'"iniziativa" personale e privatistica del bene comune, il paesaggio appunto.

thumb profile
Enzo

Un ringraziamento al Sen. Sarro per questa battaglia che ha intrapreso, senza alcun dubbio più giusta di quella dei Leghisti per le quote latte. Il condono è dovuto ai Campani per tante ragioni. In primo luogo per eliminare l'ingiustizia subita con l'emanazione di quella normativa regionale del genere autolesionismo tipico Campano. A Riccione si costruiscono alberghi di dieci piani a 50 metri dal mare e nessuno potrà dire ai proprietario che sono abusivi. Gli abusivi sono stati costretti ad essere tali per mancanza di piani regolatori e e per volontà politica di soggetti che adducevano di voler salvaguardare l'ambiente, oggi indagati per reati ambientali. Anche noi siamo per la salvaguardia dell'ambiente, un ambiente però che non vada oltremodo a svantaggiare altri sentimenti che sono quelli della crescita della famiglia nel proprio ambito territoriale. Oggi ci sono strumenti che permettono il controllo del territorio giorno per giorno, basterebbe fissare dei criteri di rilascio autorizzazioni serio e essere cattvi con i duri di testa. Ma quello che si è consentito sino ad oggi con il beneplacido di amministrazioni inette va salvaguardato perchè in quelle case c'è il sangue ed il sudore. E' il momento buono per essere federalisti, decidano i Campani del proprio destino. Facciamo un referendum popolare e vediamo chi è daccordo sugli abbattimenti. Non ho dubbi i soliti 200 perfetti (ne conosco uno che abita in una casa abusiva, ma a lui non interessa perchè ha già condonato nel 1995) che scrivono su tutti i giornali del prossimo regime di sinistra.

thumb profile
Alby

il nuovo condono si deve fare....non e' possibile che tutti quei manufatti abusivi rimangano tali, senza che il proprietario non abbia pagato nulla di oblazioni e oneri di urbanizzazione....Sono proprio questi due pagamenti, che fanno distinguere il cittadino onesto da quello disonesto. Allora benvenga il condono edilizio tombale per tutti quei manufatti abusivi , con tanto di multa e previo controllo del progetto edilizio, da parte dei tecnici dell'amministrazione locale.....

thumb profile
Paolo

E' ora di finirla con questi vincoli paesaggistici che di fatto bloccano ogni tipo di attività edilizia. Va profondamente rivista la legislazione in merito. Non e' possibile che chi ha un fabbricato, che sia una casetta in zona residenziale o un capannone in zona industriale, a 150 metri da un ex torrente non possa modificare il serramento di una finestra senza il benestare di beceri burocrati che possono negarti il nullaosta. E se ti permetti di farlo senza chiedere, delinquente che non sei altro, deturpatore del bel paesaggio e del bel pensiero di inutili ambientalisti, sei condannato e basta. E' ora di essere più realisti, ragazzi!

thumb profile
Giuseppe

Sono un libero professionista , il mio compito è quello di entrare anche nelle case degli italiani e, purtroppo, ogni immobile o quasi ha un problema di carattere "abusivo" insanabile (piccolo ampliamento,cambio d'uso,variazioni prospettiche, immobili fantasma, ecc). La legge purtroppo non permette la regolarizzazione se non con l'art.13 (pochi casi) causando ai cittadini e all'Amministrazione grossi danni di ansia e impotenza per i primi ed economici/finanziari per i secondi (Amministr.) con conseguente perdita di ingenti somme di danaro per le casse dello stato e/o comune che sempre piangono cassa.

thumb profile
Giorgio

Mai lo e' l'ente che impone vincoli solo per giustificare la propria esistenza ! L'edificazione , che non ha regole certe se non quelle urbanistiche , in zone vincolate dei suoli edificabili e' sempre abusiva se realizzata con varianti non sostanziali e non sottoposte all'approvazione dell'ente che in precedenza aveva rilasciato nulla osta . Speriamo non si faccia demagogia anche stavolta ma si dia un contributo propositivo per migliorare la volontà governativa( pro- tempore).

thumb profile
antonio

Nel ringraziare il Sen. Sarro e tutti quelli che hanno a cuore i problemi della gente comune, come nel caso in specie, la riapertura dei termini di condono per gli abusi edilizi. Che si ponga fine una buona volta per tutte a questa problematica condonando l'esistente a tutto il dicembre 2010, semprechè non sia di pericolo per se stesso nè per altri.Si pone fine a contenziosi penali ed amm.vi. Eventuali nuovi abusi che siano immediatamente abbattuti e che alle case oggetto di questo condono, venga posto il vincolo di non poterle vendere per 25 anni. Così si metteranno a tacere anche queste persone in cattiva fede che criticano il provvedimento, solo ed unicamente perchè soffrono di invidia sociale, come tutta la sinistra ed i presunti ambientalisti di comodo. Grazie

thumb profile
GIULIO D'ARIENZO INGEGNERE

SI AL CONDONO IN AREE SOGGETTE A VINCOLO SOPRATUTTO PER QUELLE ZONE CHE SONO GIA INTERNE AD AREE OMOGENNEE DI PRG TIPO A, B, C, D, FORTEMENTE ANTROPIZZATE, SE VIENE CONSENTITO CONDONARE IN AREE SOGGETTE A VINCOLO SI COMPIE UN ATTO DI GIUSTIZIA VERSO I CITTADINI INTERESSATI, OCCORRE SEMPLIFICARE LE PROCEDURE, SONO ANCORA FERMI I CONDONI PRESENTATI CON LA LEGGE 47/85 ......... IMPORTANTE E DEFINIRE I TEMPI BREVI DI CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO, FACCIO L'INGEGNERE PER PROFESSIONE NON MI VERGOGNO DI ESSERE ATTENTO AI PROBLEMI DELLE PERSONE ANCHE SE RIGUARDANO ABUSI COMMESSI ... LA PAROLA EDILIZIA NON PUO' E NON DEVE ESSERE CONSIDERATA UNA PAROLACCIA, LA BUONA EDILIZIA E QUELLA DI NECESSITA FA PARTE DELLA VITA DI TUTTI NOI ... GIULIO D'ARIENZO

thumb profile
piè 61

Ringraziamento pubblico al sen. Sarro per la sua e nostra battaglia in favore della riapertura del condono edilizio. Ai tanti benpensanti ribadiamo che se avessimo soldi come loro, ci saremmo comprati il manufatto già bello e lottizzato grazie alle varianti di piani regolatori. Grazie ancora onorevole a nome d itanti cittadini "CON I PIEDI PER TERRA".

thumb profile
Davide

Ecco l'Italia, stivale vecchio e malconcio vittima di calzolai provinciali incompetenti e miseri che guardano non più lontano di un palmo di mano rattoppando i buchi del vecchio scarpone alla menopeggio senza pensare minimamente ad un restauro complessivo con conseguente scrostamento delle illegali fatiscenze commesse neglì anni. Possa l'acqua spazzare via tutta questa gentaglia con i suoi mostri di cemento....

thumb profile
Luca

Carissimi, gianni diceva che rubare è togliere un qualcosa a qualcuno e che un abuso non toglie niente a nessuno. Chi commette un abuso edilizio fa in modo che ognuno possa dare la sua scusa, come ad esempio: "sono indigente" (come se lui fosse l'unico, e gli altri come me che sono in affitto pur avendo un terreno che non è fabbricabile?)oppure "ok sono ricco ma con tutti i soldi che ho versato allo stato me lo merito piu di quelli che sono solo un peso per lo stato" (come se essere giusti per una parte dia il diritto di abusare dall'altra)" tanto lo fanno anche altri" (ok cosi anch'io servirò da esempio per dare alibi ad altri), ecc.... TUTTI QUELLI CHE FANNO UN ABUSO PASSANO DALLA PARTE DEL TORTO DANDO UNO SCHIAFFO A CHI RISPETTA GLI ALTRI E LE REGOLE (tutti coloro che abusano di qualcosa o qualcuno pensano di avere una giusta causa per farlo.........)

thumb profile
emilio

...molti di voi hanno scritto che rubare sia sempre un reato... tutti coloro (onesti) che hanno scritto questo sanno cosa sia la fame? A tutti gli "onesti", come voi, vi auguro veramente di conoscere "la necessità" di dover rubare! Solo così potrete capire cosa significa realizzare un abuso edilizio per vivere! ............sono uno che non ha mai rubato e neanche realizzato opere abusive!

thumb profile
giuseppe

spero che la proposta possa diventare presto legge. si risolveranno i problemi di tutti:cittadini, comuni, settore edile che è fortemente in crisi, lavoratori, magistratura. con il condono proposto entreranno parecchi soldi nelle casse dello stato ed altri enti. spero arrivi presto. auguri maggioranza.

thumb profile
gianni

Ormai le case ci sono regolarizziamole pagando le sansioni e basta a che serve non farlo e lasciare tutto alla burocrazia inconcludente

thumb profile
Raimondo

Che volete fare, non si riuscirà' mai a far contenti tutti, quindi bisogna andare avanti perseguendo un logico pragmatismo ovvero: porre un correttivo al condono del 2003 che, a dir poco é stato carente e sperequativo. Scrivo questo, perchè' nella legge 326/2003 art. 32 comma 27 é stato normato erroneamente che non si potevano condonare manufatti in aree sottoposte a vincoli ambientale e paesistico. Ma vi rendete conto di cosa significa! Secondo me é qui l'errore; chi ha un manufatto edificato su un'area sottoposta a vincolo ambientale di cui é proprietario, se ottiene il nulla osta della sovrintendenza a beni culturali, etc., etc., , e quindi significa aver edificato in modo sostenibile con l'ambiente che lo circonda, per quale motivo non dovrebbe regolarizzare la propria posizione? Sopratutto alla luce della neo sanatoria sull'emersione dell'unità immobiliari fantasma e non. Queste sono risposte che le istituzioni preposte sono onerate di dare ai cittadini italiani, ed é questo il momento logico pragmatico per mettere fine a quell'errore perpetrato con il Condono 326/2003 e s.m.i. Per far questo necessita aprire un dialogo con quell'opposizione più moderata che fa capo a Fioroni, Marini, Gentiloni e perchè no, anche Casini che, oggi più di ieri manifesta il suo peccato originale ovvero, andare verso la deriva Dalemiana. Questo, sul punto ultimo, stride con la storia recente dei primi anni novanta. Attento Casini.

thumb profile
nisi

io voglio sapere perche'non possiamo usufruire del condono del 2003,mentre le altre regioni hanno fatto di tutto VENETO ,LOMBARDIA ECC, i soliti poverelli in campania come al solito non è permesso nulla sono contrario all'abusivismo ma visto che la legge del 2003 permette di sanare perchè non sanare solo case di necessita' i ricconi del nord tutto è permesso vergogna ai nostri politici

thumb profile
peppe

...La legge separa lo jus ædificandi (diritto ad edificare) dallo jus possidendi (diritto a possedere)... quindi chi costruisce sa di andare contro la legge... possiamo convenire che è un reato minore rispetto a chi ruba..certo....ma sempre di reato si tratta... io pure l'altra volta ho parcheggiato la macchina in divieto di sosta "per necessità" perchè non trovavo parcheggio, ma il carro attrezzi è passato lo stesso...

thumb profile
pippo

si sono fregati i soldi del condono poi sono stato denunciato(incensurato) e ho fatto due ricorsi al tar altri soldi.sto in pianura a km da monti,fiumi,mare,vulcani ce luce gas telefono fogna ecc .perche ora mi ritrovo che mi vogliono abbattere la casa, unica casa 85mq in 5 .per il vincolo paesaggistico absoledo e generalizzato fatto da qualche coglione che grida vergogna come voi paladino della legalita che ha riempito per 15 anni la campania di rifiuti di tutte le qualita e di tutta l italia noi non abbiamo i morti sulla coscienza la campania a il piu alto tasso di malattie cancherogene ci sono i dati ; con il cemento, non ti viene il tumore che condono sia e poi informatevi meglio ignoranti

thumb profile
gianni

Chi ruba toglie qualcosa a qualcuno. Io sinceramente facendo un abuso su di un terreno di mia proprietà non solo ho pagato il condono (carissimo non ricordo bene ma mi sembra che ci sono volute circa 200 euro al metro quadro) quindi ho dato dei soldi allo stato. Ed ho pagato anche a livello penale (sono stato condannato a tre mesi di reclusione che naturalmente non ho fatto perchè incesurato). Chi mi parla di aiuto da parte dei comuni è perchè probabilmente non ha mai avuto problemi. Io ho una figlia di 11 anni disabile e per ottenere le cose che mi spettano ho sempre dovuto lottare. L'abuso l'ho fatto soprattutto per lei vivere all'aria aperta senza problemi di scale o marciapidi sarebbe stato l'ideale. Purtroppo non è stato possibile per via del vincolo paesaggistico e quindi dopo aver pagato mi ritrovo dal 2003 una struttura che non posso sfruttare perchè non ultimata visto che mi hanno messo i sigilli, il condono che non è passato per via del vincolo paessaggistico (inesistente visto che tutto intorno è costruito). Risultato vivo con mia suocera ad un terzo piano senza ascensore.

thumb profile
Peppe

Ma cosa significa abuso di necessità...? Per me significa solo che chi ha un terreno qualsiasi possa costruirsi una casa a pochi soldi in barba alle leggi! E chi non ce l'ha?!? A che abuso di necessità può avere diritto?! Dura lex sed lex!

thumb profile
michele

come me ci sono tante famiglie che hanno l'unica e sola casa purtroppo non in regola questa non e' speculazione e vera e propria necessita'

thumb profile
Piero

Condono si, su tutto il territorio nazionale; così si sana anche urbanisticamente.

thumb profile
GIOVANNI

Caro Alessio, ti posso assicurare (e prima di parlare dovresti documentarti e non ascoltare le mezze cose che dicono ai tg) che le case che hanno costruito sotto le colline sono la maggior parte delle volte realizzate con legittime concessioni rilasciate sulla base di vecchi Piani Regolatori. Se si dovessero fare questi sul serio questi discorsi, le aree dove poter costruire (quelle su cui non insiste vincolo idrogeologico, paesaggistico, architettonico, archeologico, PAI, PUTT, ecc.., al netto delle aree da cedere a comuni per le urbanizzazioni) sarebbero contate sulla mano con il risultato che i pochi eletti che possiedono quei lotti diverrebbero sempre più benestanti e tuo figlio per acquistare la casa dovrà impegnare non solo la sua vita ma anche quella delle future generazioni. Sulla carta resta un bel ragionamento.. poi ci meravigliamo che le case fantasma in corso di accertamento siano 2 milioni.. quella è la distanza della gente comune da chi ci amministra e fa le leggi.. già perchè anche non votando questa legge la gente continuerà a costruire abusivamente purtroppo.

thumb profile

La scusa che si fa un abuso edilizio per necessità non è accettabile ….. di fatto si viola penalmente la legge. Nello stesso modo si può dire che chi va a rubare e fa rapine, lo fa per necessità, ma comunque rimane sempre una reato. E allora a chi necessita una casa dovrebbe, nel caso non ha necessità di un terreno per costruirsela o che magari non ha semplicemente i soldi per acquistarla, dovrebbe rivolgersi al comune il quale attraverso i servizi sociali, gli consegnare un alloggio popolare o a convenzione. Ma questo in Italia è fantascienza, amministratori incapaci senza dignità e senza controllo amministrano e rappresentano solo loro stessi. E cosi ecco il processo Borbonico….. del governo del fare …come ce pare ……il bello che poi siamo capaci contestualmente di lamentarci, magari al bar, ….che mancano i servizi primari, fognature, strade, piazze, ecc. Siamo un popolo di mediocri, incapaci di lasciare un futuro decente per i nostri figli ….. il senso civico e il bene comune sono anestetizzati da una politica che domina e manovra le nostre azioni. Ognuno cominci a prendersi le proprie responsabilità …….

thumb profile
Alessio

Caro Giovanni anche se non per fini speculativi al sud le case abusive quanto ci costano? Senza contare la non possibilità di fruire di un bene comune che diventa privato per davvero pochi euro, quando si costruiscono le case e in certi casi interi paesi sotto le colline che franano o sulle pendici dei vulcani, o sugli argini dei fiumi che esondano o direttamente sulle spiagge, chi le paga le loro "emergenze"?

thumb profile
gianni

nel 2003 ho fatto un abuso edilizio per necessesità e non certo per speculazione visto che non ho una casa e che di mestiere non faccio il costrutture.Pagato il condono mi sono visto rifiutare la domanda perchè l'abuso era stato fatto in una zona coperta da vincolo paesaggistico a grottaferrata. La cosa bella è che a poche centinaia di metri dalla mia costruzione ci sono ville ed addirittura pallazzine di 4 piani. La cosa che dico io visto che è tutta la zona ad essere vincolata come fanno i costruttori a costruire i palazzi se c'è il vincolo?

thumb profile
giovanni

sono un tecnico comunale e posso garantire che qui al sud il 95% della gente che ha usufruito dei condoni non l'ha fatto a fini speculativi.

thumb profile
pier

Si tenga conto che le norme urbanistiche (statali, regionali e comunali) sono talmente tante che praticamente dicono tutto ed il contrario di tutto, quindi chiunque ha qualcosa di abusivo spesso senza nemmeno saperlo. Chi oggi può permettersi di costruire senza sotterfugi e nel rispetto di tutti gli adempimenti (urbanistici, antisismici, della sicurezza nei cantieri, ecc..) sono i soliti che già hanno grosse basi solide e che faranno il prezzo delle abitazioni di domani.

thumb profile
Massimo

Spero tanto che siano aperti i termini del condono edilizio. Il mio papà ha realizzato una costruzione per cui già è stata presentata la domanda di condono L.724/94.Ma purtroppo abbiamo ricevuto il diniego da parte del Comune in base il concetto di "ultimazione al rustico", al piano rialzato non vi era la tompagnatura.Ma Vi sembra giusto che io debba pagare l'affitto, non potendo usufruire della "mia casa", per una non chiarezza della legge, appunto il concetto di immobile ultimato al rustico?

thumb profile
marco

basta coi furbi; abusivo? demolizione...pagano sempre lgi onesti

thumb profile
Alessio

Un condono comprensivo di costruzioni in aree con vincoli paesaggistici, cioè quegli immobili costruiti violentando letteralmente il territorio, e che qualcuno vorrebbe far passare per abusi di necessità, a buon bisogno seconde case per le vacanze, e comunque costruite alla faccia di chi si è comportato legalmente facendo sacrifici, sicuramente molti più sacrifici di quelli che con 4 soldi si ritroverebbero ad aver RUBATO A NORMA DI LEGGE. Che schifo.

thumb profile
luisa

mi auguro che arrivi il condono perche ha sbagliato mio papa quando era in vita a non mettersi in regola adesso noi figli dobbiamo pagare per tutta la vita.noi vogliamo il condono per metterci in regola in questa unica abitazione


x Sondaggi Edilportale
Il programma del Governo Conte bis. Come realizzarlo? Partecipa