Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Sblocca Cantieri, ecco il secondo elenco di 44 opere prioritarie da 13 miliardi
LAVORI PUBBLICI Sblocca Cantieri, ecco il secondo elenco di 44 opere prioritarie da 13 miliardi
RISPARMIO ENERGETICO

Lombardia, più facile diventare certificatore energetico

di Rossella Calabrese

Anche chi non è iscritto a Ordini o Collegi potrà iscriversi all’albo dei certificatori

Vedi Aggiornamento del 20/01/2014
Commenti 14296
22/02/2011 - Anche chi non è iscritto ad un Ordine o Collegio professionale potrà accedere ai corsi per diventare certificatore energetico. Lo prevede il “Collegato Ordinamentale” approvato qualche giorno fa dal Consiglio regionale della Lombardia.
 
Si tratta di una legge che modifica e integra numerose disposizioni legislative regionali, tra cui la Lr 24/2006, in materia di emissioni in atmosfera e  tutela dell’ambiente.
 
La Lr 24/2006, articolo 25, comma 3, ha istituito i corsi di qualificazione per accreditare all’esercizio delle attività di diagnosi e di certificazione energetica coloro i quali, seppure diplomati o laureati, non abbiano una specifica formazione in materia; la successiva Lr 10/2009 ha stabilito che l’iscrizione a Ordini o Collegi professionali non è requisito necessario all’ammissione ai corsi di qualificazione; il Collegato appena approvato ha aggiunto che l’iscrizione a Ordini o Collegi non è necessaria nemmeno per l’accreditamento all’esercizio delle attività di diagnosi e certificazione energetica.
 
Il Collegato aggiunge all’articolo 25 della Lr 24/2006 un nuovo comma che dà ai Comuni la possibilità di tassare gli interventi finalizzati al conseguimento di prestazioni energetiche superiori ai valori stabiliti dalla disciplina regionale, e che per questo godono di incentivi. La tassa finanzierà un Fondo destinato ai controlli sulla conformità dei progetti realizzati rispetto a quanto dichiarato dai proprietari. Dalla tassa saranno esclusi gli edifici monofamiliari e quelli con volume inferiore a 2000 mc.
 
Un’altra modifica contenuta nel Collegato è la proroga al 31 dicembre 2012 del termine entro il quali i Comuni devono dotarsi definitivamente del Piano di Governo del Territorio (PGT).

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
ANDREA

certificazione energetica aperta a tutti....... avrei dei dubbi sulla professionalità di piu' della metà dei certificatori energetici attualmente abilitati....persone pur iscritte ad un albo professionale! a mio parete non è un problema solo di iscrizione ad un albo ma il vero PROBLEMA è la FORMAZIONE DEI TECNICI !!!! conosco molte persone, certificatori energetici, iscritte all'albo che fino al giorno prima si sono occupate di tutt'altro (disegnare mobili, telecomunicazioni, informatica, etcc....)... secondo voi dopo un corso di 72ore e un esamino farsa si diventa dei "certificatori" ?!?!?!? leggo parecchi commenti nei forum indignati da questa decisione di allargare la certificazione energetica anche a chi non è iscritta all'albo......ma ripeto la vera indignazione è stata aprire la certificazione energetica a tutti senza testarne le competenze!!!

thumb profile
Mario

Con certificatori così confezionati arriveremo sicuramnente a far deridere l'intera categoria di tecnici di questo paese La formazione sta prendendo piede in modo sbagliato è inadeguata agli obiettivi, la formazione vista solamente come business e non con finalità deontologica. . .

thumb profile
Gianfranco

Sono già fin troppi quelli che certificano all'acqua di rose: in questo modo il certificato diventerà ancora meno serio, i prezzi caleranno e la fotografia dell'abitazione sarà sempre più diversa da quella reale. Il cittadino spenderà meno soldi, ma quelli che spenderà saranno veramente gettati nei rifiuti, poichè non saranno serviti proprio a niente... Complimeni al federalismo e allo scaricare la m...da sempre verso il basso, come fanno i top manager nei confronti dell'ultimo operaio....

thumb profile
Giacomo

Di questo passo, tra non molto, gli ACE li venderanno al supermercato. Un bel corner con tanto di "Certificatore Ufficiale" con postazione collegata al Cestec, l'ultima release del cened e l'immissione dati in 10min. ... alla faccia della serietà, della professionalità e soprattutto della lotta alle emissioni.... A proposito qualcuno di voi ha sentito di multe date per la normativa antinquinamento in vigore dal 2009 su euro 0 benzina e euro 2 diesel? o sono l'unico pirla che indebitandosi ha rottamato una buonissima ed efficiente auto euro 2 per passare ad un euro4 usata, senza incentivi? A quando incentivi per la rottamazione delle C.T. a gasolio?

thumb profile
massimo

Concordo pienamente con gperning sul pessimo esempio della Regione Lombardia in materia di qualificazione dei certificatori. Non solo la Regione se ne infischia delle Linee guida nazionali, ma anche delle direttive europee. L'ultima di queste (CE 31/2010) impone agli Stati le forme di garanzia della qualità dei certificatori. Ma la Regione Lombardia, forse, non fa parte di uno Stato CE...

thumb profile
giuseppe

...oramai ogni legge, se letta con gli opportuni filtri, ci porta sempre dalla stessa parte....

thumb profile
Alessandro

Altre tasse, altro regalo. "Non metteremo le mani nelle tasche dei cittadini" qualcuno diceva. Infatti la Regione Lombardia scarica la colpa ai Comuni che potranno tassare gli interventi migliorativi per rendere efficienti gli edifici. Questo è un lavarsi le mani da parte della Regione Lombardia dato che i Comuni con tutti i tagli vorrà pure guadagnarci. Per non parlare di far certificare a quelli non iscritti ai Collegi ed Ordini. Qui hanno trovato in noi professionisti una gallina dalle uova d'oro ed allora perchè non estendere ad altri in modo che Cestec ci guadagni ancora di più? L'unica soluzione è quella di mandare a casa Formigoni e la sua combricola di mangia soldi.

thumb profile
Marco

Concordo con serietà?!. Mi è capitato proprio ieri di assistere ad una lite tra l'acquirente di una casa e il venditore, il quale aveva improvvidamente promesso all'acquirente in rispetto della normativa vigente al momento dell'acquisto. Un edificio i cui lavori di costruzione sono iniziati nel 2006, e terminato ora dopo un anno di fermo cantiere, è già "fuorilegge". D'altra parte non è pensabile modificare in continuazione le foniture in cantiere per adeguarle a nomative mutevoli, sfuggenti, e spesso anche contadditorie. Serietà!! E' quello di cui abbiamo bisogno!

thumb profile
serietà?!

Sempre una marea di norme che cambiano le carte in tavola e complicano credendo di semplificare.... CI DOVREBBE ESSERE MOLTA MA MOLTA PIU' SERIETA NEGLI AMMINISTRATORI E POLITICI PERCHE' LE NORME E' GIUSTO CHE CI SIANO E CHE SI AGGIORNINO MA LA STABILITA' TANTO DECANTATA E' ESSENZIALE E INDICE DI SERIETA'!!! OCCORRE PENSARE A NORME CAPACI DI DURARE NEL TEMPO E VALIDE PER TUTTI NON CAMBIARE SEMPRE COME CON QUELLE DELL'ENERGETICA! DAL 2005 E' STATO UN SUSSEGUIRSI DI NORME NAZIONALI E REGIONALI!!! MA CHE SERIETA' E' UNA COSA DEL GENERE?! NON VI VERGOGNATE?! O SIETE INCAPACI O CI SONO INTERESSI DIETRO... altrimenti 192/05, 311/06, 59/09, le leggi regionali con uno stuolo di delibere.... non si spiegano.......

thumb profile
gpernig

Mi sembra che anzichè puntare sull'affidabilità dei certificati, riservandoli a professionisti del settore, l'unico affare sia quello di allargare sempre più la platea dei soggetti, con conseguente business per la formazione, quota annua di iscrizione... Perché la Regione anziché impegnarsi a inventare nuove norme non adegua quelle esistenti alle linee guida nazionali?