Carrello 0
AZIENDE

Betafence: rafforzata la sicurezza della stazione elettrica di Padriciano

Progetto di alta sicurezza a cura di Betafence Security Projects

31/03/2011 - È un’area davvero “sensibile” quella della Centrale di Padriciano (TS), stazione elettrica Terna ad alta tensione che distribuisce l’energia elettrica proveniente, attraverso i cavidotti,  dalle centrali nucleari della Serbia per poi essere distribuita nel nord e nel nord est d’Italia.
 
Proprio per il fatto di essere un sito ad alta sicurezza, si è reso necessario adottare dei sistemi di protezione in grado di impedire qualsiasi accesso  rendendo estremamente difficile l’intrusione. A commissionare il lavoro e ad operare in  sinergia con Betafence Security Projects - la società di contracting Betafence specializzata nella gestione di grandi progetti infrastrutturali e di progetti complessi che prevedono automazione, controllo accessi e rivelatori- è stata Mega Italia, storica azienda leader in Italia nei servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di sistemi di sicurezza globale ed integrata. Le due primarie realtà nel campo della sicurezza hanno progettato una soluzione ad alta funzionalità costituita da una recinzione estremamente robusta integrata con un innovativo sistema di detenzione e sorveglianza del sito.
 
Allo scopo di realizzare una recinzione che rispondesse ai requisiti di sicurezza specifici, è stato coinvolto direttamente l’Ufficio Tecnico di Betafence Security Projects (BSP). La valutazione accurata degli aspetti tecnico e commerciali, dallo studio della soluzione complessiva fino all’individuazione dei componenti più indicati, costituisce uno dei servizi messi a disposizione ad hoc dall’azienda per interventi di particolare complessità sotto il profilo prestazionale e costruttivo.
 
L’intervento presso stazione di distribuzione di energia elettrica di Padriciano ha previsto la fornitura e la messa in posa - per un perimetro di circa 800 m l - dei durevoli pannelli Nylofor 3D PRO con l’aggiunta di concertina per incrementare il livello di sicurezza e, a completamento del sistema, di due cancelli Robusta IT. “La scelta di impiegare il Nylofor 3D PRO- racconta Enrico Guano – General Manager BSP – è nata dall’esigenza di coniugare elevata qualità, rigidità del sistema e contenimento dei costi, sempre con un’attenzione particolare alla durata nel tempo”. La scelta si è rivelata vincente ed il risultato ottimo, non senza problematiche affrontate a livello di cantiere.
 
“Poiché il sito elettrico presentava un terreno carsico, caratterizzato da numerosi frammenti di roccia - conclude Guano -   la realizzazione dei fori a terra per il posizionamento dei plinti in calcestruzzo a sostegno della recinzione ha comportato notevoli difficoltà”. Nonostante la criticità del terreno, grazie all’impegno congiunto,  l’opera è stata realizzata in soli 2 mesi e mezzo.


BETAFENCE ITALIA su Edilportale.com
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
luigi

ame pare che non esistano in Serbia centrali nucleari


x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati