Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, ecco il modulo unico CILAS
NORMATIVA Superbonus 110%, ecco il modulo unico CILAS
AZIENDE

Isofoton raggiunge eccellenti risultati nella sua nuova tappa

Dopo l'acquisizione da parte di AFFIRMA, miglioramento della produttività e aumento di vendite e profitti

Commenti 2513
18/03/2011 - Lo scorso Giugno 2010 il gruppo AFFIRMA ha comprato ISOFOTÓN dal gruppo Bergé e si è accollato il debito di 300 milioni di Euro, accumulato dagli anni precedenti. Durante questi primi mesi la nuova direzione ha lavorato al risanamento della società con risultati molto positivi su vari fronti.
 
Gli aumenti di capitali realizzati dai nuovi azionisti hanno rafforzato i fondi propri fino ad arrivare a 65 milioni di Euro, dando alla società solidità e forza finanziaria.
 
Nel 2010 il volume di fatturazione è ammontato a 123 milioni di Euro e si sono ottenuti utili per 10 milioni di Euro; questo implica un aumento della fatturazione dal 2009 del 76% e che l’impresa si è lasciata alle spalle i “numeri rossi”.
 
Le cifre sono positive anche per quanto riguarda la produzione. Il nuovo staff direttivo ha concentrato gli sforzi nella riduzione dei costi e nel miglioramento della produttività. Si è ottenuta una riduzione dei costi d’acquisto delle materie prime ed è stata attivata la nuova linea di produzione automatizzata che permetterà di incrementare fino al doppio il volume dei MW, passando da 120 a 230 MW.
 
Inoltre, in questi mesi, è in atto il consolidamento della strategia di internazionalizzazione dell’impresa che include ambiziosi piani di apertura di fabbriche negli U.S.A. e Cina, così come nuovi staff commerciali in paesi come Emirati Arabi, Corea, Germania e Francia. L’espansione estera si struttura tramite la firma di accordi con soci strategici nei paesi di riferimento. A questo riguardo sono stati firmati recentemente accordi con le imprese elettriche cinesi DATANG Renewable e CGNPC Solar Energy Development (CGNSEDC).
 
Il 2011 si presenta come un anno positivo per l’impresa e continuerà a focalizzarsi nello sviluppo di mercati esteri, principalmente negli U.S.A e in alcuni paesi asiatici, che sono quelli che presentano maggiori prospettive di crescita. Le previsioni di fatturazione sono di 220 milioni di Euro, che corrispondono a un 79% in più rispetto al 2010. I punti forti di questa crescita saranno in primo luogo gli investimenti in R&S per lo sviluppo di nuove tecnologie fotovoltaiche come la tecnologia a concentrazione (HCPV) che offre maggiori vantaggi rispetto a quella fotovoltaica tradizionale; in secondo luogo, la produzione in differenti luoghi vicini a quelli di destinazione dei moduli e, infine, lo sviluppo e l’implementazione di nuove politiche dirette alla riduzione dei costi di produzione e al miglioramento della competitività degli impianti.  
 


ISOFOTON ITALIA su Edilportale.com

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui