Carrello 0
AZIENDE

Zinco laminato VMZINC per l’edilizia sostenibile

07/04/2011 - Lo zinco laminato, materiale con 200 anni di storia, è stato utilizzato per la prima volta nel 1811 per la copertura della Chiesa di San Bartolomeo a Liegi. Oggi più che mai fa valere anche le proprie caratteristiche ambientali, che sono indispensabili per la realizzazione di edifici sostenibili, come quelli in cui sono stati applicati i sistemi VMZINC.
 
Ma quali sono le caratteristiche che lo contraddistinguono come materiale ambientale? La nuova brochure di VMZINC le mette in luce in modo chiaro ed esauriente tramite dati forniti dall’ International Zinc Association (IZA), grafici ed esempi di edifici realizzati in tutto il mondo che hanno ottenuto certificazioni specifiche in materia di prestazioni ambientali: Haute Qualité Environnementale (HQE); Leadership Energy and Environment Design (LEED); Green Star; BRE Environmental Assesment Method (BREEAM); Deutsches Gütesiegel Nachhaltiges Bauen (IBU).

Lo zinco è naturalmente presente nell’ambiente con una concentrazione media nella crosta terrestre di 70 mg/kg, la sua vita utile è compresa fra i 50 e i 150 anni, non richiede manutenzione o sostituzioni, può essere completamente riciclabile e richiede un ridotto consumo energetico per la sua produzione. Presenta quindi una serie di elevati requisiti prestazionali rispetto ad altri metalli per l’edilizia.
 
I prodotti in zinco laminato VMZINC sono caratterizzati da durabilità proprio per la capacità auto-protettiva del materiale quando viene esposto ai principali componenti atmosferici. Ossigeno, acqua piovana e diossido di carbonio, infatti, formano una patina superficiale, che riduce considerevolmente la velocità di aggregazione e quindi di corrosione dello zinco. Il tasso di corrosione dello zinco laminato VMZINC è stimato in media di 1μm all’anno. Quindi con uno spessore di 0,7 mm la vita utile dello zinco laminato è di circa 100 anni.
Il basso impatto ambientale dello zinco deriva anche dall’essere riciclabile al 100%, recuperabile al 95% e quindi riutilizzabile per diverse applicazioni (zinco di seconda fusione, ossidi di zinco, ottone).
 
La quantità di zinco laminato recuperato in Europa durante i lavori di restauro o di demolizione viene stimata in 100.000 tonnellate, con un risparmio di risorse minerarie fra 1 e 2 milioni di tonnellate.
 
Ma non è tutto! Lo zinco laminato è anche un materiale a basso impatto climatico ed energetico.
Con un consumo energetico di 14,7 MJ e un’emissione di 0,65 kg equivalenti di CO2 per l’intero ciclo di vita (riciclaggio incluso) di 1kg di materiale, lo zinco laminato presenta caratteristiche energetiche pro edilizia sostenibile e contribuisce a limitare le emissioni dei gas ad effetto serra.


UMICORE BUILDING PRODUCTS ITALIA su Edilportale.com
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui