Carrello 0
Valorizzazione della sede del Parco Nazionale dell’Appennino tosco emiliano
CONCORSI

Valorizzazione della sede del Parco Nazionale dell’Appennino tosco emiliano

di Daniela Colonna
Commenti 2273

Sita in località Sassalbo, in gara idee in un’ottica di multifunzionalità

Commenti 2273
19/04/2011 - Il Parco nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano ha lanciato un concorso di  progettazione a grado unico finalizzato all’acquisizione di un progetto per la valorizzazione dei locali della sede del Parco in località Sassalbo, provincia di Massa Carrara.

La sede del Parco nazionale di Sassalbo è collocata nell’edificio della ex scuola del paese costruita negli anni ’60 e ristrutturata completamente nel 2006 con fondi del Parco nazionale.

L’edificio si sviluppa su un piano terra e un piano primo con una pianta approssimativamente quadrata di mt. 24 x mt. 24 e alcune parte aggettanti.

L’accessibilità ai disabili è possibile in tutti i vani grazie alle rampe e all’ascensore interno. In adiacenza all’edificio ci sono due cortili, uno sul lato di ingresso (nord) e uno sul retro (sud). Il Parco nazionale ha installato sulla parete sud una serie di pannelli per il solare termico.

L’impiantistica elettrica e idraulica e gli interni sono stati completamente rinnovati nel 2006. La sede attualmente è utilizzata, al piano terra, come spazio per attività pubbliche - mostre, feste, incontri, conferenze ecc. - e al primo piano è occupata dagli uffici del parco.

Il primo piano ha una superficie complessiva dimezzata rispetto al piano terra. L’edificio non richiede interventi significativi di modifica della distribuzione degli spazio interni, ma soltanto una maggiore definizione delle funzioni presenti nel piano terra e degli spazi esterni
adiacenti.

Con il concorso si intende caratterizzare la Sede come punto di riferimento pubblico per la comunità locale di Sassalbo e per i visitatori dell’area protetta in un’ottica di multifunzionalità.

Le funzioni principali che si vogliono attivare nella sede sono quelle turistiche, ricreative e culturali.

La partecipazione al concorso è aperta agli Architetti e agli Ingegneri iscritti agli Albi dei rispettivi Ordini Professionali o comunque iscritti ai relativi registri professionali.
 
L’iscrizione e gli elaborati dovranno pervenire entro il prossimo 14 maggio 2011.
 
Il concorso si concluderà con la formalizzazione della graduatoria di merito,e con l’assegnazione di tre premi:
- attribuzione al vincitore del I premio di 750euro;
· attribuzione al secondo classificato del premio di 750euro;
· attribuzione al terzo classificato del premio di 750euro.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa