Carrello 0
World Engineering Contest 2011
CONCORSI

World Engineering Contest 2011

di Daniela Colonna

Aperto agli studenti per trasformare la città di Yverdon-les-Bains - parola d'ordine sostenibilità

08/04/2011 -  L'associazione Waterfront con sede a Yverdon-les-Bains, Vaud, Svizzera, e a Como ha lanciato la prima edizione del World Engineering Contest 2011.

Con questo concorso si invitano tutti gli studenti delle facoltà di ingegneria, scienze ambientali e del design a riflettere sul tema "energie rinnovabili nel contesto urbano".

Si propone di sviluppare o trasformare l’arredo urbano della città di Yverdon-les-Bains in dispositivi diffusi per produrre energia elettrica.

Organizzato in occasione del World Engineering Convention 2011, che si terrà a Ginevra, Svizzera, dal 4 al 9 settembre 2011 sul tema "Engineers power the World-Facing the Global Energy Challenge", è occasione di approfondimento del tema.

Secondo le stime e le previsioni di espansione la città di Yverdon-les-Bains dovrebbe aumentare di 8mila  abitanti e 3mila posti di lavoro entro il 2020.

Sul piano urbanistico, la città ha conosciuto uno sviluppo demografico misurato in anni recenti, e garantisce una elevata qualità della vita.

Per mantenere questa qualità di vita e renderla migliore, Yverdon-les-Bains continuerà a intraprendere con decisione un percorso di sviluppo sostenibile e responsabile.

Yverdon-les-Bains, ed in particolare l’area tra la stazione ferroviaria e il lago, sarà dotata di un nuovo tipo di arredo urbano su misura per i criteri di sostenibilità.

Secondo un’espressione contemporanea, l’arredo urbano comprende tutti gli oggetti installati in spazi pubblici da una città per soddisfare le esigenze degli utenti.

Alcuni esempi di arredo urbano: grondaie, pozzetti, recinzioni, parcheggi, parchimetri, sculture, statue, pensiline, cabine telefoniche, chioschi, servizi igienici, fontane, taxi, stazioni degli autobus, gli orologi pubblici, i segni , semafori, segnaletica stradale, dissuasori, segnaletica, cartelli stradali, panchine, lampadari, lampioni, idranti, quadri tecnici, le cassette postali, cassette postali, cestini, tavoli, orientamento, giochi per i bambini, rastrelliere per biciclette, moli, barriere antirumore, ecc.

Le squadre iscritte al concorso dovranno disegnare, modificare o cambiare l’arredo urbano della città per convertirlo in dispositivi di produzione di energia elettrica.

La fonte di energia può essere selezionata tra quella ambientale (solare, eolico, termico, idraulico, elettromagnetico, ecc.), meccanica (azione dell'utente, movimento di veicoli, oggetti in movimento, ecc.) o organica (biogas da rifiuti domestici). Le diverse fonti di energia possono essere combinate.

I dispositivi, installati su arredi urbani, dovranno trasformare la fonte di energia in elettricità da utlizzare in loco o riversabile nella rete energetica urbana.

Sono ammessi a partecipare gli studenti di ingegneria, design e scienze ambientali provenienti da tutti i paesi membri dell'UNESCO.

Il termine ultime per le iscrizioni è fissato per il prossimo 2 giugno 2011, mentre per gli elaborati c'è tempo fino al 7 luglio 2011.

Gli studenti di ogni squadra vincitrice e i docenti team leader avranno il viaggio (a partire dalla loro università o istituto fino a Yverdon-les-Bains) e soggiorno gratuiti.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati