Carrello 0
A Parma la rassegna 'Obiettivo Architettura'
EVENTI

A Parma la rassegna 'Obiettivo Architettura'

Mostre e selezioni fotografiche dedicate alla città e ai suoi edifici

05/04/2011 – Parma è al centro della prima edizione di "Obiettivo Architettura", rassegna fotografica annuale di immagini e parole, a cura di Chiara Visentin con la consulenza scientifica di Paolo Barbaro.
 
La fotografia, come l’architettura, interpreta i luoghi, indaga e coglie caratteristiche della città e del suo territorio. Il centro storico, la prima periferia e la campagna, si affidano all’obiettivo dei fotografi, testimoni di un quotidiano a cui viene conferita una sorta di astratta essenza artistica.
 
La complessità sociale e culturale, paesaggistica e urbana, artistica e architettonica dell’attualità contemporanea di Parma viene fissata nei ritratti consapevoli di questi artisti, per ottenere infine un racconto d’insieme che narra un luogo e la società che lo anima.
 
Dalla collaborazione tra Parma Urban Center, l’associazione studentesca della Facoltà di Architettura SEGNIdSEGNI, l’Assessorato alle Politiche Urbanistiche ed Edilizie del Comune di Parma e il Gruppo Giovani dell’Industria di Parma, nasce una rassegna concepita attraverso inediti percorsi estetici nei quali la fotografia è considerata una vera e propria forma d’arte che apre ad un realismo tra l’incisivo e l’emozionale.
 
L’iniziativa è strutturata in due parti: una serie di mostre dal titolo “Parma. Ritratti tra città e paesaggio” e una selezione fotografica dal titolo “Parma: immagini d’impresa”. La prima raccoglie autori molto diversi per età anagrafica, esperienze e percorsi artistici, che si confronteranno approfondendo temi differenti in un contesto comune, con la finalità di aprire una riflessione sui rapporti e le influenze reciproche tra architettura e rappresentazione fotografica.
 
Gli appuntamenti della rassegna si succederanno in una serie di mostre di fotografia di architettura e di paesaggio. Gli autori Nino Migliori, Enrico Bedolo, Michele Corso e Carlo Gardini saranno affiancati dai giovani fotografi/architetti Andrea Acerbi, Filippo Cavalli, Jacopo Ferrari, Francesca Tassi Carboni, Sofia Uslenghi e Margherita Zambelli.
 
Ogni personale di “Ritratti£verrà introdotta da una conferenza con l’apporto critico di personalità del mondo della cultura, dell’arte o dell’architettura, intrecciando con il fotografo e la sua opera un interessante e costruttivo dialogo di conoscenza. Ogni mostra prevede ulteriori due momenti di incontro che saranno l’occasione per una riflessione sulle trasformazioni della città: strategie, un confronto sulle politiche locali e progetti, conferenze di architetti che lavorano nei luoghi della mostra.
 
“Parma: immagini d’impresa”accompagnerà le mostre degli autori con lo scopo di indagare le tematiche legate al mondo dell’impresa e ai luoghi del lavoro. Giovani fotografi racconteranno, attraverso scatti inediti, il contesto industriale, economico e produttivo della città. La selezione di questi elaborati da parte dei referenti scientifici della rassegna avrà come risultato una mostra conclusiva che costituirà una rappresentazione attuale degli spazi urbani produttivi.
 
I momenti della rassegna fotografica “Obiettivo Architettura”si vanno a collocare all’interno delle tematiche specifiche che l’Urban Center dedicherà alla città di Parma nel corso dell’anno che faranno da sfondo ad altre iniziative culturali organizzate nello spazio dell’ex oratorio di San Quirino, in borgo Romagnosi 1/A a Parma.
 
La rassegna sarà anticipata da una conferenza stampa di presentazione in programma oggi, 5 aprile, alle 10.30 presso l’ex oratorio di San Quirino dove saranno presenti Francesco Manfredi, Assessore alle Politiche Urbanistiche ed Edilizie del Comune di Parma, Giusy Sassi, Presidente del Gruppo Giovani dell’Industria di Parma, Dario Costi, Presidente di Parma Urban Center, Chiara Visentin e Paolo Barbaro, curatrice e consulente scientifico dell’iniziativa.
 
La rassegna sarà inaugurata eccezionalmente con la mostra personale di uno dei più grandi fotografi del nostro contemporaneo, il maestro Nino Migliori, che presenterà venerdì 8 aprile alle ore 18 a San Quirino il suo intenso Zooforo immaginato, opera dedicata al Battistero di Parma.
 

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui