Carrello 0
NORMATIVA

Case ‘fantasma’, geometri protagonisti della sanatoria catastale

di Paola Mammarella
Commenti 19575

Programmi formativi e coinvolgimento dei giovani per l’aggiornamento entro il 30 aprile

Vedi Aggiornamento del 23/11/2011
Commenti 19575
19/04/2011 – Saranno i geometri, in collaborazione con l’Agenzia del Territorio, ad attribuire le rendite presunte sugli immobili “fantasma” non regolarizzati entro il 30 aprile.
 
L’accordo, siglato tra Consiglio nazionale dei geometri e Agenzia, prevede che i professionisti effettuino a titolo gratuito dei sopralluoghi analoghi a quelli che saranno svolti dai dipendenti dell’Agenzia. Al termine saranno compilate una serie di schede tecniche con gli elementi utili alla determinazione della rendita catastale.
 
L’uniformità dei risultati sarà garantita dalla formazione congiunta dei tecnici che svolgeranno i sopralluoghi, ma anche da iniziative di comunicazione per spingere i cittadini a dichiarare gli immobili sconosciuti al Catasto. In particolare, giovani e praticanti saranno istruiti sulle procedure di aggiornamento degli archivi.
 
Il punto sugli immobili fantasma
La sanatoria catastale, per la regolarizzazione degli immobili non dichiarati. che avevano perso il requisito di ruralità, o modificati, è stata introdotta con la manovra estiva. Inizialmente la scadenza dei termini per la regolarizzazione era fissato al 31 dicembre 2010.
 
A fine anno, in fase di approvazione del Dl “Milleproroghe”, è stato proposto un allungamento dei termini fino al 28 febbraio, poi posticipati al 31 marzo 2011. Un emendamento, infine, ha fatto slittare la scadenza al 30 aprile.
 
Oltre questa data sarà applicata una rendita presunta che, insieme alla rendita definitiva, produce effetti fiscali dal primo gennaio 2007.
La manovra estiva ha anche istituito l'anagrafe immobiliare integrata, una banca dati che raccoglie i dati del catasto e dei comuni per individuare il titolare dei diritti reali sugli immobili. I comuni possono accedere a questo sistema sulla base di regole emanate dal Ministero dell'Economia.
 
Il riordino della materia si ripercuote anche nelle compravendite e nelle locazioni degli immobili. Per stipulare contratti di compravendita e affitto in edifici iscritti al catasto edilizio urbano, i dati catastali devono infatti essere allineati a quelli dei registri immobiliari.

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
carlo

io penso che la cosa giusta ed anche per rilanciare l'economia è quella di riaprire il condono edilizio con una valutazione di impatto ambientale che deve partire da Roma e non dai comuni, i quali molte volte sono imparziali.

thumb profile
Piero

Riaprire i termini per il condono edilizio. Questo è il più sensato dei provvedimenti da adottare allo stato attuale.

thumb profile
cesco

Ma se le agenzie non hanno personale a sufficienza ed anche noi geometri, non avendo tempo per espletare le pratiche tra le tante problematiche che ci sono, come puo venire in mente al collegio di affiancare il catasto? Boooooo.....

thumb profile
tony

buonasera,premetto, ho un terreno agricolo di circa 10.000 mq con sopra un annesso agricolo di 40mq. tempo fà mi scrisse l'ag. del territorio dove con delle foto aeree hanno notato lo stesso, poi tramite tecnico(GEO.) ho dovuto regolarizzarlo!però per venderlo ho bisogno di regolarizzarlo all'urbanistica del comune!dove mi sono recato,dicendomi che devo aspettare o un condono o il prossimo piano case...ringrazio in anticipo chi può consigliarmi sul da fare per regolarizzarlo (..case fantasma)centra qualcosa!!

thumb profile
NICOLA

basterebbe riaprire i termini dell'ultimo condono edilizio e permettere solo la regolarizzazione delle case abusive fotografate ed inserite neil file del catasto. FINIREBBE TUTTO A VANTAGGIO DELLE CASSE DEI COMUNI E DELLO STATO.

thumb profile
MARCO

http://www.donnegeometra.it/documentiesterni/Sentenza19292_07092009.pdf ......ovvero ESERCIZIO ABUSIVO DELLA PROFESSIONE....continuate a lavorare solo perchè siamo in Italia

thumb profile
GEOMETRA

è vero, io so di non sapere, perchè ho studiato; purtroppo il nostro è un Paese dove ove impera l'ignoranza, e tale Geometra (diplomato!!) ne è la quintessenza (sempre tu sappia cosa significhi). P.S. da 0 a 100 copresi i calcoli strutturali? Cos'è lo spettro di risposta? (aiutino: non è un fantasma...) P.P.S. Vero, siamo poverini, perchè le categorie che non potrebbero progettare ci rubano i progetti, e i soldi

thumb profile
Geometra

Poverino, l'invidia è tanta verso una categoria che sa seguire un progetto da 0 a 100... che pena che fate... anni e anni a studiare le più inutili delle materie spendendo tanti soldini.. poveri poveri....

thumb profile
Marco

catasto, rilievi...i progetti lasciateli ad altri

thumb profile
Danjel81

Ma neppure mi alzo dalla poltrone...


x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa