Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Oltre 4 mesi per pagare le imprese, Italia condannata dalla Corte europea
NORMATIVA Oltre 4 mesi per pagare le imprese, Italia condannata dalla Corte europea
AMBIENTE

Territorio e paesaggio, Veneto per la semplificazione

Vicepresidente Zorzato: da riorganizzare le norme con implicazioni in edilizia e urbanistica

Commenti 3528

18/05/2011 - Attualmente il governo del territorio ed il paesaggio sono disciplinati, a livello regionale, da una quindicina di leggi, norme a cui vanno aggiunte una cinquantina di leggi regionali settoriali e di regolamenti che hanno significative implicazioni in materia urbanistico–edilizia e paesaggistica. Questo articolato quadro normativo contempla anche la predisposizione di numerosi piani e programmi. “Bastano questi pochi dati – sottolinea il vicepresidente e assessore al territorio Marino Zorzato – a far capire l’opportunità di riorganizzare e semplificare il corpus normativo prodotto nel tempo dal legislatore veneto in materia di governo del territorio e del paesaggio, in modo da rispondere alle esigenze dei cittadini, delle amministrazioni pubbliche e, più in generale, di tutti soggetti  interessati ai processi di trasformazione territoriale”.

Per svolgere un’attività di ricognizione, analisi e sintesi la giunta regionale - su proposta di Zorzato – ha deciso di costituire un gruppo tecnico di studio e di lavoro composto da dirigenti e funzionari della Direzione Urbanistica e Paesaggio, prevedendone l’integrazione con personale di altre strutture regionali di cui si rendesse necessaria la collaborazione. Il gruppo sarà coordinato dal Commissario Straordinario per il Territorio.

Il primo e più immediato obiettivo sarà la raccolta sistematica e ragionata di tutte le leggi con implicazioni urbanistico-territoriali. Sulla base di questa verifica preliminare saranno inoltre individuate ed analizzate le criticità della legge regionale in materia di governo del territorio (L.R. n. 11/2004), in relazione alle altre normative regionali, ed elaborata una prima ipotesi di riordino normativo. “L’obiettivo finale e più ambizioso – conclude Zorzato – è arrivare a impostare una legge-quadro ordinata, di facile consultazione, aggiornata. Un’operazione di riassetto che, con meno burocrazia, più certezze e minori costi, si traduca in un vantaggio reale per tutti e soprattutto per il cittadino”.

Fonte: Regione Veneto


Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Gianluca

Visto l'articolo viene subito da chiederci: sarà vero? La Regione Veneto è una delle regioni (forse la seconda) con la legge urbanistica più vecchia e obsoleta che esista; questo perchè ancora tutti per gran parte si rifanno alla LR 61 del 1985, mai abrogata in toto, la quale colma le lacune della nuova LR 11/2004, rivelatasi da subito incompleta e pasticciata. Speriamo davvero si arrivi a una semplificazione, e coordinazione con altre leggi nazionali, sempre che qualcuno non continui a modificarle ogni 30 giorni con DL, DLgs, DM, finanziarie...e chi più ne ha più ne metta!Chi opera chiede davvero un pò di chiarezza, serietà e competenza.